Cisticercosi del cervello dei sintomi dell'occhio trattamento della tenia di maiale

cisticercosi

La cisticerosi è una elmintiasi causata dalle larve della tenia del maiale - cysticercus, o finlandesi (Cysticercus cellulosae). Tsistitserki - bolle trasparenti con una dimensione di 6-20x5-10 mm; avvitato all'interno teste con quattro ventose e una doppia corona di ganci sono attaccati alla loro parete interna. Nei muscoli del cisticerco hanno una forma allungata (figura 1), nel tessuto connettivo - arrotondato.


Fig. 1. Cysticerci (finlandese) di tenia di maiale nella carne di maiale.

cisticercosi del cervello
Fig. 2. Cisticercosi del cervello umano.

L'infezione di una persona con cisticercosi si verifica quando gli embrioni inghiottiti (oncosfere) della tenia di maiale sono contaminati da cibo contaminato da feci di una persona infetta da tenia di maiale. La cisticercosi può essere una complicazione della tenia intestinale, in cui i segmenti maturi dell'elminto vengono gettati nello stomaco durante l'antiperistaltico intestinale. Nello stomaco, i segmenti vengono digeriti e le uova del parassita con le oncosfere vengono rilasciate dall'utero. I cisticerchi sono localizzati in vari organi umani; più spesso si trovano nel cervello e nel midollo spinale , nell'occhio e talvolta nella pelle, nei muscoli e in altri tessuti (Figura 2).

Il quadro clinico varia a seconda della localizzazione del Finn e dell'intensità dell'invasione. Con la localizzazione dei cisticerchi nel cervello si osservano le seguenti sindromi: epilettiformi, neoplastiche, mentali, meningee; in caso di danni all'occhio - indebolimento della vista, a volte cecità .

La diagnosi Il riconoscimento della cisticercosi oculare è possibile attraverso l'oftalmoscopia. I cisticerchi, localizzati nei muscoli, nella pelle e nel tessuto sottocutaneo, vengono rilevati mediante palpazione e biopsia; i cisticerici calcificati sono rilevati dall'esame a raggi X. La cisticercosi cerebrale viene diagnosticata sulla base del quadro clinico, dei dati radiografici e dell'esame del liquido cerebrospinale . Un metodo sussidiario nella diagnosi è la reazione di legame del complemento all'antigene del cisticerco.

Il trattamento della cisticercosi è solo chirurgico e sintomatico.

La base della prevenzione è la lotta contro la taeniasi attraverso il lavoro sanitario e educativo, l'attento controllo veterinario e sanitario delle carcasse di suino, così come il trattamento dei pazienti identificati.

Vedi anche Tenidiosi .

La cisticercosi (cisticercosi) è una malattia associata al parassitismo nei tessuti degli animali e degli uomini cysticercus, o finlandesi, - le larve dell'ordine della catena.

La cisticercosi umana è causata da Cysticercus cellulosae - la larva della tenia del maiale (Taenia solium). Tenia cistiforme del maiale - fiala a forma di ovoide con pareti trasparenti; uno dei suoi lati è gonfiato verso l'interno e termina con una testa con quattro ventose e una frusta di ganci. Lo sviluppo di cysticerciov dura 2-3 mesi; sono parassiti tessutali.

La cisticercosi umana è onnipresente. L'incidenza è associata alla presenza di maiali, che soffrono di finnozom e infettano l'uomo con tenia, che a sua volta porta alla cisticercosi di uomini e maiali. L'infezione di una persona con cisticercosi si verifica quando le uova ingerite della catena suina contengono particelle di cibo, acqua e suolo contaminate da feci di pazienti che hanno maturato elminti nell'intestino.

Nello stomaco di una persona, le oncosfere sotto l'influenza del succo gastrico vengono rilasciate dalle membrane, penetrano con l'aiuto di ganci nella parete dello stomaco o nell'intestino e vengono trasportate dal sangue verso vari organi e tessuti dove si sviluppano in cisticerchi. La cisticercosi è anche una complicazione della tenia intestinale, nella quale, durante i movimenti anti-peristaltici dell'intestino, il nastro a forma di catena può essere gettato nello stomaco, dove i suoi segmenti vengono digeriti, e le uova del parassita con oncosfere vengono rilasciate dall'utero.

Nella diagnosi di cisticercosi cerebrale, oltre ai sintomi clinici e all'anamnesi, sono ampiamente utilizzati metodi di laboratorio e radiografici. I più preziosi sono gli studi sul fluido cerebrospinale, in particolare sulla sua composizione cellulare (nella cisticercosi - linfocitica, solitamente con la presenza di eosinofili); il numero di gabbie durante forature ripetute di solito fluttua, ma è più spesso da 20 a 60 in 1 mm 3 . La reazione Lange (sbiancamento graduale di una miscela di liquido cerebrospinale con una soluzione colloidale di oro di cloro) fornisce per la maggior parte una curva caratteristica della paralisi progressiva. L'eosinofilia si trova nel sangue di un terzo dei pazienti. Abbastanza sensibile e specifico per la cisticercosi era RAC con un antigene da un cisticerco o tenia maiale maturo. Con una reazione positiva contemporaneamente al liquido cerebrospinale e al sangue, il suo valore diagnostico aumenta in modo significativo.

Rilevamento di Taenia solium nell'intestino, cisticerco nell'occhio, cisticerchi calcificati nel cervello o nei tessuti molli, presenza di nodi densi e indolori nella pelle, tessuto sottocutaneo, muscoli facilita notevolmente la diagnosi di cisticercosi del cervello (queste biopsie confermano la diagnosi). Tuttavia, l'assenza di questi segni non esclude la diagnosi.

La cisticercosi cerebrale deve essere differenziata dai tumori (dati di pneumo- e ventricolografia) e malattie infiammatorie del cervello, in particolare la sifilide cerebrospinale, meno frequentemente con sclerosi multipla, cervello echinococco e toxoplasmosi. La cisticercosi muscolare è molto meno comune e, come la cisticercosi del tessuto sottocutaneo e della pelle, non fornisce un quadro clinico severo anche in caso di invasione intensiva.

I parassiti vivi inusuali non possono essere rilevati radiograficamente. Cysticerci calcificati danno un quadro caratteristico. Sono rivelati sotto forma di ombre intense e profonde che si trovano lungo l'asse longitudinale delle fibre muscolari. Giovane cisticerco oblungo, e il più vecchio più arrotondato. La dimensione delle ombre - da 0,5 a 1,5 cm di diametro. La radiodiagnosi differenziale può essere eseguita solo con trichinella calcificata, il cui valore raggiunge a malapena 1-2 mm; trichine calcificate sulle radiografie vengono rilevate sotto forma di più punti di ombra.

Il quadro clinico della cisticercosi dipende principalmente dal numero e dalla posizione dei parassiti, dal loro grado di sviluppo e dalle caratteristiche individuali dell'organismo.

La cisticercosi oculare porta solitamente a compromissione della vista, inclusa la cecità. Quando cisticercosi del cervello, indipendentemente dalla localizzazione del parassita, si osserva instabilità dei sintomi clinici, con una predominanza di effetti di irritazione delle aree colpite da cisticercosi per la perdita della loro funzione (vedi Cervello, parassiti).

Il trattamento della cisticercosi dell'occhio e del cervello è chirurgico; con cysticercas singolo e accessibilità operativa, è efficace. La rimozione chirurgica del cisticerio del ventricolo IV e, in generale, della fossa cranica posteriore, a causa del loro pericolo per la vita del paziente, è certamente dimostrata. In caso di cisticercosi multipla del cervello, gli antibiotici (in particolare la streptomicina) vengono mostrati in combinazione con agenti disidratanti. Vengono anche usati ormoni steroidei, cloridina, anticonvulsivi e altri agenti sintomatici.

Oltre alla prevenzione personale e pubblica della cisticercosi, è necessario trattare tutti i pazienti con teniosi intestinale (vedi Teniidoza).