Composti cianici: primo soccorso avvelenamento cronico acuto

Composti cianici

I composti cianogenici uniscono una vasta classe di sostanze (acido cianidrico, metalli cianici, cianogeno, derivati ​​alogeni del cianogeno, esteri cianici formici o acido cianolico, nitrili, isonitrili, alcuni sali di cianuro complessi, ecc.), La cui struttura comprende il gruppo CN. Il composto più tipico tra questi è l' acido prussico - HCN (liquido incolore, facilmente mobile con l'odore di mandorla amara).

I composti cianici sono utilizzati nella galvanoplastica in rivestimento metallico con rame, ottone, oro e argento , utilizzati per la cementazione e la cementazione dei metalli. Nell'agricoltura, i cianuri sono usati per combattere i parassiti degli alberi da frutto, grano. La principale via di penetrazione dei composti di cianuro nel corpo in condizioni di produzione è l'apparato respiratorio, ma possono anche entrare attraverso il tratto digestivo, la pelle intatta.

L'effetto tossico dei composti di cianuro è il blocco della funzione respiratoria delle cellule e dei tessuti.

Con l'inalazione a breve termine di HCN in una concentrazione di 0,005-0,02 mg / l, in alcuni individui possono manifestarsi vertigini; con inalazione prolungata di una concentrazione di 0,02-0,05 mg / l - mal di testa, nausea , vomito , palpitazioni . La concentrazione di 0,1 mg / l è pericolosa per la vita (la morte di solito avviene entro la prima ora); a 0,12-0,15 mg / l, morte dopo 30 minuti - 1 ora; a 0,2 mg / l - morte dopo 10 minuti; senza gravi conseguenze può essere sostenuto per 1 min. concentrazione di 0,55 mg / l.

L'immagine dell'avvelenamento acuto nell'uomo: ad alte concentrazioni di composti di cianuro quasi istantaneamente si perde conoscenza; paralisi di respiro e cuore. A concentrazioni più basse, ci sono diverse fasi. La fase iniziale - vertigini, sensazione di pressione in fronte, mal di testa acuto, respiro rapido, afflusso di sangue alla testa, palpitazioni. Stadio di mancanza di respiro - respiro raro e profondo, polso lento; nausea, vomito, pupille dilatate, ecc. Stadio di convulsioni - perdita di coscienza, convulsioni (di solito tetaniche); contrazione convulsiva dei muscoli masticatori con una lingua morso . Lo stadio di paralisi, o asfissia , è una perdita completa di sensibilità e riflessi, minzione involontaria e svuotamento dell'intestino e rara respirazione.

All'autopsia: sangue liquido, congestione delle meningi, emorragia, un forte aumento della permeabilità della parete vascolare. Il sangue e le macchie morte sono di colore rosso vivo. Nel cervello - cambiamenti degenerativi nelle cellule nervose; nel fegato, nei reni e nella distrofia del cuore - granulare.

Esistono diverse forme di avvelenamento cronico con composti di cianuro (principalmente HCN): cardiopolmonare - con sintomi di ipertrofia cardiaca, bassa pressione sanguigna e stasi broncoalveolare; sangue - con livelli aumentati di emoglobina e globuli rossi , monocitosi e linfocitosi; alimentare - con un aumento del metabolismo basale e dei livelli di zucchero nel sangue; nervoso - con mancanza di respiro, vertigini, astenia, convulsioni, mal di testa, insonnia, perdita di memoria, ecc .; pelle - con lesioni cutanee locali.

La prevenzione generale è garantire la tenuta dei dispositivi e delle attrezzature.

È necessaria una rigorosa osservanza delle misure di igiene personale: utilizzo di una maschera antigas industriale a filtro "B" o di una maschera antigas BKF; a concentrazioni molto elevate di composti di cianuro sono necessarie maschere antigas isolanti; Protezione della pelle obbligatoria.

Il MAC di HCN e i suoi sali (in termini di HCN) nell'aria dei locali di lavoro è di 0,3 mg / m 3 .

Il primo soccorso comprende la rimozione urgente della vittima all'aria aperta; nei primi minuti, somministrare 5-8 gocce di nitrito di amile, per via endovenosa, 10-15 ml di soluzione di nitrito di sodio al 2% o 50 ml di cromosmone (soluzione all'1% di blu di metilene in soluzione di glucosio al 25%). Dopo 3 - 5 minuti iniettare 20-50 ml di soluzione di tiosolfato di sodio al 30% per via endovenosa e allo stesso tempo somministrare ossigeno al paziente; la pace; il calore. Se i segni di avvelenamento si ripresentano - antidoti (nitrito di sodio e sodio tiosolfato) devono essere reintrodotti (dopo un'ora) nelle stesse dosi. Si raccomanda inoltre la somministrazione per via endovenosa di 50 ml di soluzione di glucosio al 40% con vitamine B1 ; B2, acido nicotinico e ascorbico; con un polso debole e bassa pressione sanguigna - 40 ml endovenosa di una soluzione al 1,5% del sale dicobaltic dell'acido etilendiamminotetraacetico. Supervisione medica della vittima per almeno 5-7 giorni.

Vedi anche veleni industriali.

I composti cianici sono composti chimici la cui struttura include il gruppo CN. Questi includono, in particolare, i sali di cianuro dell'acido cianidrico.

Composti cianici come veleni industriali . I composti cianici sono usati nella placcatura elettrolitica nel rivestimento di metalli con rame, ottone, oro e argento, usati per estrarre oro e argento dai minerali, durante l'indurimento e la cementazione liquida dei metalli, per la cianurazione dell'acciaio. Nell'agricoltura, i cianuri sono utilizzati per controllare i parassiti degli alberi da frutta, grano, cotone grezzo, la distruzione di parassiti del fienile e scoiattoli di terra (controllo dei roditori). I più utilizzati nell'industria sono: cianuro di sodio (NaCN), cianuro di potassio (KCN) e cianuro di ammonio (NH 3 CN), che sono facilmente decomposti in aria sotto l'influenza di CO 2 e soprattutto quando riscaldati con rilascio di acido cianidrico.

La principale via di penetrazione dei composti di cianuro nel corpo in un ambiente di produzione è il sistema respiratorio. La loro iperemia e sudorazione eccessiva contribuiscono alla loro penetrazione attraverso la pelle intatta. I composti cianici possono entrare nel corpo e attraverso il tubo digerente, dove l'acido cianidrico si forma sotto l'influenza dell'acido cloridrico.

I composti di cianuro vengono rilasciati (parzialmente invariati) attraverso i polmoni. La neutralizzazione dei composti del cianuro nell'organismo avviene principalmente mediante l'aggiunta di zolfo e la loro conversione ai composti del rodio che vengono escreti nelle urine. Nel processo di neutralizzazione del cianuro nel corpo, sono coinvolti anche i carboidrati, formando innocue cianidrine. È possibile ossidare parte dell'acido cianidrico in acido cianico, che viene poi idrolizzato, decomponendosi in acido carbonico e ammoniaca.

Il meccanismo di azione. Quando ingeriti, i composti di cianuro causano un blocco della funzione respiratoria delle cellule e dei tessuti. Il composto attivo dell'acido cianidrico con forma di eminenzima ossidato (ferro ferrico) previene l'ossidazione del citocromo. Di conseguenza, viene creato un ostacolo alla riduzione dell'enzima respiratorio ferro in una forma bivalente e quindi al trasferimento di ossigeno al citocromo. Pertanto, l'effetto tossico dei composti di cianuro si manifesta nella soppressione, la paralisi del consumo di ossigeno da parte delle cellule. La funzione respiratoria, fornita da catalizzatori senza ferro, rimane intatta. Tuttavia, questa "respirazione residua", effettuata da un certo numero di catalizzatori ausiliari aggiuntivi, è caratterizzata da bassa potenza e efficienza insufficiente. Ciò determina lo sviluppo dei principali sintomi di anossia di tipo istotossico quando i composti cianici sono esposti: il contenuto e la pressione parziale dell'ossigeno nel sangue arterioso rimane normale, e nel sangue venoso è drammaticamente aumentato e difficilmente differisce dal sangue arterioso. Questa forma di carenza di ossigeno è solitamente accompagnata da una diminuzione del contenuto di CO 2 , che è principalmente dovuta alla forte inibizione dei processi ossidativi. Una brusca diminuzione delle differenze artero-venose nel contenuto di ossigeno causa il colore scarlatto del sangue venoso, il colore rosa brillante delle membrane mucose e della pelle quando intossicato con cianuro.

Nelle intossicazioni acute con composti di cianuro, si distinguono le seguenti fasi: 1) fenomeni iniziali, 2) respiro corto, stadio dispneetico, 3) convulsivo e 4) stadio paralitico o asfittico.

A livello lieve di avvelenamento, i sintomi del primo stadio di intossicazione di solito si sviluppano: gusto amaro in bocca, sensazione di bruciore nella regione epigastrica e intorpidimento della mucosa della lingua e della cavità orale, nausea, aumento della sbavatura, vertigini, debolezza muscolare, difficoltà di parola, dolore al cuore, mancanza di respiro, tachicardia. Dopo la cessazione del contatto con il veleno, questi fenomeni di solito scompaiono rapidamente, senza conseguenze. In caso di continuo contatto con i cianuri o se esposti a concentrazioni più elevate, si sviluppa il loro stadio dispnoetico: la coscienza è disturbata, uno stato di stordimento e una forte debolezza muscolare, aumentano i dolori nell'area del cuore, l'impulso rallenta e diventa teso. Il ritmo del respiro è bruscamente disturbato: rallenta e diventa profondo.

Con l'ulteriore sviluppo del processo, si osservano perdita di coscienza, movimenti non coordinati e convulsioni tetaniche. Nei casi gravi di avvelenamento da cianuro, la tensione muscolare viene sostituita dal rilassamento dei muscoli, c'è una perdita di sensibilità e riflessi. Minzione involontaria e defecazione sono spesso osservati; l'impulso accelera, la pressione scende, la respirazione diventa più rara e superficiale, si verifica la paralisi del centro respiratorio. Il cuore può contrarsi entro pochi minuti dopo aver interrotto i movimenti respiratori.

Le fasi dello sviluppo della sintomatologia clinica dell'intossicazione acuta con i composti del cianuro sono condizionate, poiché in caso di lieve intossicazione, si osserva generalmente lo sviluppo inverso del processo. Se esposti ad alte concentrazioni di veleno, i rapidi tassi di sviluppo dell'intossicazione rendono difficile la differenziazione delle varie fasi. Vengono descritti casi di morte lampo con l'azione diretta di grandi concentrazioni di acido cianidrico. In un ambiente di produzione, casi pronunciati di avvelenamento con composti di cianuro sono molto rari.

La colorazione rosa brillante delle mucose e della pelle e l'odore della mandorla amara dalla bocca contribuiscono alla corretta diagnosi di intossicazione acuta con i composti del cianuro. Quest'ultimo è un importante test diagnostico differenziale, che consente di escludere l'intossicazione acuta con monossido di carbonio, in cui si osserva anche un simile colore rosa vivo delle mucose e della pelle. L'avvelenamento acuto con nitrobenzene (olio di miranov), nel quale si osserva anche l'odore della mandorla amara dalla bocca, può essere escluso a causa del caratteristico colore grigio-blu dei tegumenti esterni dovuto alla formazione di metaemoglobina.

Avvelenamento cronico con vari cianuri può svilupparsi con esposizione prolungata a basse concentrazioni di composti di cianuro (millesimi di milligrammo per litro). Allo stesso tempo ci sono sintomi diversi e variabili. Reclami di debolezza generale, mal di testa, vertigini, mancanza di appetito, nausea, tinnito, perdita di memoria, palpitazioni e dolore nell'area del cuore sono comuni. Uno studio oggettivo rivela cambiamenti nella funzione del sistema cardiovascolare: bradicardia, ipotensione, sordità dei toni cardiaci e sintomi di angina pectoris. Alcuni autori attribuiscono l'ingrandimento della ghiandola tiroidea, sudorazione eccessiva e ipersalivazione ai sintomi oggettivi caratteristici.

Dei cambiamenti ematologici, è stato osservato un aumento del numero di eritrociti e di emoglobina. Vi sono indicazioni di una violazione dei processi ossidativi: una diminuzione del contenuto di glutatione e catalasi nel sangue (S. I. Ashbel e E. I. Welling). Quando vengono esposte a soluzioni di potassio cianiche, si osservano lesioni cutanee: prurito, eruzione persistente, eczema subacuto o cronico.

Trattamento In caso di intossicazione acuta, è necessario rimuovere la vittima dall'atmosfera contaminata, rilasciare indumenti contaminati e creare condizioni di riposo completo, applicare calore. Uno dei principali modi di trattamento in caso di avvelenamento acuto con composti di cianuro è la trasformazione di una parte dell'emoglobina in metaemoglobina, che, combinandosi avidamente con composti di cianuro che circolano nel sangue e portandola via dai tessuti, aiuta a ripristinare la normale funzione dei catalizzatori respiratori. A questo scopo, l'inalazione di nitrito di amile (2 a 3 gocce da un pezzo di ovatta, una garza o un fazzoletto), nitrito di sodio (5-10 millilitri di soluzione endovenosa del 1-2%), blu di metilene (50 millilitri del 1% soluzione endovenosamente) sono usati. Somministrazione endovenosa molto efficace di 50 ml dell'antidoto "cromosomone" (soluzione all'1% di blu di metilene in soluzione di glucosio al 25%).

Per attivare i processi di disintossicazione e accelerare la neutralizzazione dei cianuri che sono penetrati nel sangue e formati a seguito della scissione della cianmetemoglobina, si raccomanda la somministrazione endovenosa di 20 ml di soluzione di tiosolfato di sodio al 30% (GF Lang). Lo stesso scopo è servito dalla somministrazione endovenosa di preparati di glucosio (20-30 ml di soluzione al 40%), che aiutano a neutralizzare i cianuri convertendoli in cianidrine.

Quando depressione dell'attività del centro respiratorio - inalazione di carbogeno, lobelia (sottocutanea - 1 ml, per via endovenosa - 0,5 ml di soluzione 1%) o cititone (0,5 - 1 ml per via endovenosa). Per ripristinare l'attività compromessa del sistema cardiovascolare, vengono utilizzati canfora, caffeina, corazolo e cordina. In caso di caduta dell'attività cardiaca, viene iniettata una soluzione di adrenalina di 1: 1000, 1 ml per via sottocutanea o 1 ml di soluzione di efedrina al 5%. Si raccomandano inalazioni di ossigeno per aumentare la quantità di ossigeno libero disciolto nel plasma, che può contribuire a un'ossidazione più vigorosa dell'acido cianidrico e alla sua conversione in acido cianico a bassa tossicità.

L'efficacia del pronto soccorso nelle intossicazioni acute con cianuri è determinata in larga misura dalla velocità e dalla sequenza precisa di queste misure.

Con intossicazione cronica - trattamento riparatore, fisioterapia; glucosio per via endovenosa, vitamine.

Nella prevenzione dell'avvelenamento da cianuro, è particolarmente importante garantire la tenuta dell'apparecchiatura e delle attrezzature per l'elettrodeposizione dei bagni di cianuro con ventilazione meccanica locale, la meccanizzazione dei processi di produzione e le singole operazioni (carico e scarico di parti durante il cianuro, ecc.), Evitando che le soluzioni acide nei bagni alcalino-cianidici evitino il rilascio rapido di HCN e grave avvelenamento.

È necessario aerare a fondo i locali dopo la disinfezione con composti di cianuro e monitorare l'ambiente prima di entrare. A causa dell'elevata tossicità dei cianuri, è necessario utilizzare dispositivi speciali e sistemi di allarme automatici per il monitoraggio continuo dell'ambiente dell'aria.

È necessario un briefing dettagliato e familiarizzazione di coloro che lavorano con le proprietà dei cianuri e della loro elevata tossicità. Assicurati di rispettare l'igiene personale. La concentrazione massima ammissibile di composti di cianuro nell'aria è 0,0003 mg / l.

Vedi anche veleni industriali.