Cerio radioattivo

cerio

Il cerio (cerio, ce) è un elemento chimico del gruppo III della tavola periodica degli elementi di DI Mendeleev . Numero di sequenza 58. Peso atomico (massa) 140.12.

Cerio radioattivo - un gruppo di isotopi radioattivi artificiali di cerio. I più importanti in biologia e medicina sono gli isotopi Ce 141 (T 1/2 -32,5 giorni), Ce 143 (T 1/2 - 1,4 giorni), Ce 144 (T 1/2 -284,5 giorni) . Prendili dai frammenti di fissione di uranio (vedi), torio (vedi) o plutonio (vedi) nel reattore (vedi Reattori nucleari ). Tutti e tre gli isotopi hanno radiazioni beta e gamma di energia non molto alta (vedi Radiazione beta, Radiazione gamma ).

Gli isotopi Ce 141 e Ce 143 sono usati negli studi tossicologici, Ce 144 sono usati negli applicatori per la radioterapia (vedi) il cancro della pelle.

Quando si testano le armi nucleari, gli isotopi di cerio entrano nell'aria, nel suolo e nell'acqua. Il cerio radioattivo può entrare nel corpo umano attraverso gli organi respiratori e il tratto gastrointestinale.

Il cerio è un isotopo radioattivo di cerio. Cerio (cerio, ce) - un elemento chimico del gruppo III della tavola periodica degli elementi di DI Mendeleev, pori. numero 58, a. peso (peso) 140,12. Ha 4 isotopi stabili.

Sono noti diversi isotopi radioattivi con numeri di massa: 133-135, 137, 139, 141-146. Molti di questi sono formati dalla scissione dell'uranio (vedi), del plutonio (vedi) e del torio (vedi).

In biologia e medicina, gli isotopi Ce141 e Ce143 sono ampiamente usati come sorgenti di radiazioni e in studi tossicologici; Ce144 è usato in medicina come applicatore. Ce141- T1 = 32,5 giorni, β-dissociazione - 0,591-0,447 MeV, T-radiazione - 0,145 MeV. Ce143- T1 = 33 h, β-radiation -1.4-0.22 MeV, T-radiation - 1.160-0.057 MeV. Ce144 - T1 = 284,5 giorni, β-radiazione - 0,320 MeV, ү-radiazione - 0,134 MeV. Il prodotto figlia di Ce144 è praseodimio Pr144 - Т½ = 17 min., Β-radiazione - 2.87 MeV, ү-radiazione - 1.25; 0,695; 0,22 MeV.

Durante le esplosioni nucleari, gli isotopi di cerio entrano nell'aria, nel suolo e nell'acqua. Il cerio radioattivo può entrare nel corpo umano attraverso gli organi respiratori, il tratto gastrointestinale e attraverso la pelle intatta. Il suo assorbimento nel tratto gastrointestinale è molto leggero (0,05%). Attraverso i polmoni, il cerio radioattivo viene assorbito in quantità significativamente maggiore - dal 7,28 al 9,49%. L'assorbimento di Ce144 attraverso la pelle si verifica nelle prime ore dopo l'esposizione. Dopo 6 ore, lo 0,02% entra nello scheletro, lo 0,002% è contenuto nel fegato e lo 0,12% nei muscoli. Il cerio radioattivo passa attraverso la placenta ed è escreto nel latte.

Le maggiori quantità di isotopi introdotti si trovano nel fegato (40-50%) e nello scheletro (7-35%). Il cerio radioattivo viene escreto dal corpo con le feci e in quantità insignificanti - con l'urina.

DL50 / 30 per cani per somministrazione endovenosa di Ce144 -0,2 μcurie / g, per conigli -0,5 μcurie / g, per ratti -3 μcurie / g.

Il quadro clinico delle lesioni acute negli animali di Ce144 è caratterizzato da panmielopesi, sindrome emorragica, danno del tratto gastrointestinale, alterazioni degenerative-necrobiotiche negli organi parenchimali.

Nella fase subacuta della lesione, insieme alla rigenerazione patologica della formazione del sangue, si sviluppano cambiamenti distrofici degli organi interni e cirrosi del fegato. Nelle lesioni croniche, adenomi e sarcomi del fegato si verificano in cani, conigli, ratti e topi. La metà dei ratti e dei conigli sperimentali sviluppa osteosarcomi e tumori dell'ipofisi, delle ghiandole surrenali, delle ovaie, delle ghiandole mammarie e tiroidee, delle leucemie, ecc. Spesso ci sono tumori nel tratto gastrointestinale e nei reni. La lesione è diagnosticata dalla radiazione β delle secrezioni e del sangue. L'accelerazione dell'escrezione di Ce144 viene effettuata mediante l'introduzione di pentacina (preferibilmente per via endovenosa). Prevenzione e trattamento - vedi anche Malattie da radiazioni.

Le concentrazioni massime ammissibili di Ce144 in acqua sono 3 · 10 -9 curie / l, nell'aria dei locali di lavoro - 6 · 10 -13 curie / l, nell'aria delle aree residenziali - 6 · 10 -14 curie / l.