Tessuto cartilagineo

Tessuto cartilagineo

Il tessuto cartilagineo è un tipo di tessuto connettivo costituito da cellule cartilaginee (condrociti) e una grande quantità di sostanza intercellulare densa. Svolge la funzione di supporto. I condrociti hanno una forma varia e giacciono singolarmente o in gruppi all'interno delle cavità della cartilagine. La sostanza intercellulare contiene fibre condriniche, simili per composizione alle fibre di collagene, e la sostanza principale, ricca di condromucoiidi.

A seconda della struttura del componente fibroso della sostanza intercellulare, si distinguono tre tipi di cartilagine: ialina (vitrea), elastica (mesh) e fibrosa (tessuto connettivo).

Patologia del tessuto cartilagineo - vedi condrite , condrodistrofia .

Il tessuto cartilagineo (tela cartilaginea) è un tipo di tessuto connettivo caratterizzato dalla presenza di sostanza intercellulare densa. Quest'ultima distingue la principale sostanza amorfa, che contiene composti dell'acido solforico condroitinico con proteine ​​(condromucoidi) e fibre di condrina, che sono simili nella composizione alle fibre di collagene. Le fibrille di cartilagine sono un tipo di fibre primarie e hanno uno spessore di 100-150 Å. Quando la microscopia elettronica nelle fibre del tessuto cartilagineo, in contrasto con le fibre di collagene reali, viene rilevata solo un'alternanza poco chiara di aree chiare e scure senza una periodicità chiara. Le cellule cartilaginee (condrociti) si trovano nelle cavità della sostanza principale, singolarmente o in piccoli gruppi (gruppi isogeni).

La superficie libera della cartilagine è coperta da denso tessuto connettivo fibroso - il pericondrio (pericondrio), nello strato interno del quale esistono cellule a bassa differenziazione - condroblasti. Il tessuto cartilagineo che copre le superfici articolari delle ossa non ha un pericondrio. La crescita del tessuto cartilagineo è dovuta alla riproduzione dei condroblasti, che producono la sostanza principale e in seguito si trasformano in condrociti (crescita apposito) e grazie allo sviluppo di una nuova sostanza di base attorno ai condrociti (crescita interstiziale, intussuscolare). Durante la rigenerazione, lo sviluppo del tessuto cartilagineo può avvenire anche omogeneizzando la sostanza principale del tessuto connettivo fibroso e trasformando i suoi fibroblasti in cellule cartilaginee.

Il tessuto cartilagineo è alimentato dalla diffusione di sostanze dai vasi sanguigni del pericondrio. I nutrienti penetrano nel tessuto della cartilagine articolare dal liquido sinoviale o dai vasi dell'osso adiacente. Le fibre nervose sono anche localizzate nel pericondrio, da cui i singoli rami delle fibre nervose malleabili possono penetrare nel tessuto cartilagineo.

Nell'embriogenesi, il tessuto cartilagineo si sviluppa dal mesenchima (vedi), tra gli elementi contigui di cui ci sono strati della sostanza principale (Figura 1). In questo scheletro primordiale si forma dapprima una cartilagine ialina che rappresenta temporaneamente tutte le parti principali dello scheletro umano. In futuro, questa cartilagine può essere sostituita da tessuto osseo o differenziata in altri tipi di tessuto cartilagineo.

Sono noti i seguenti tipi di tessuto cartilagineo.

Cartilagine ialina (Fig. 2), da cui la persona ha formato la cartilagine delle vie respiratorie, le estremità toraciche delle costole e le superfici articolari delle ossa. In un microscopio ottico, la sua sostanza principale sembra essere omogenea. I loro gruppi cartilaginei o isogeni sono circondati da una capsula ossifilica. Nelle aree differenziate della cartilagine si distingue la zona basofila adiacente alla capsula e la zona ossifilica situata all'esterno di essa; collettivamente, queste zone formano un territorio cellulare, o una palla condrina. Un complesso di condrociti con una palla condrina viene solitamente scambiato per un'unità funzionale di cartilagine - chondron. La sostanza principale tra i condoni è chiamata spazi interterritoriali (figura 3).

La cartilagine elastica (sinonimo: maglia, elastico) differisce dalla ialina per la presenza nella sostanza principale delle reti ramificate di fibre elastiche (Fig. 4). Da esso sono state ricavate la cartilagine del padiglione auricolare, l'epiglottide, il vrisberg e la cartilagine di santorin della laringe.

La cartilagine fibrosa (sinonimo di tessuto connettivo) si trova nei punti di transizione del tessuto connettivo fibroso denso nella cartilagine ialina e differisce da quest'ultima in presenza di fibre di collagene reali nel materiale di base (figura 5).

Patologia del tessuto cartilagineo - vedi condriti, condrodistrofie, condromi.

struttura della cartilagine
Fig. 1-5. La struttura del tessuto cartilagineo.
Fig. 1. Cartilagine di istogenesi:
1 - sincizio mesenchimale;
2 - cellule giovani della cartilagine;
3 - strati della sostanza principale.
Fig. 2. Cartilagine ialina (piccolo aumento):
1 - perchondrium;
2 - cellule della cartilagine;
3 - la sostanza principale.
Fig. 3. Cartilagine ialina (aumento notevole):
1 - gruppo di cellule isogeniche;
2 - capsula cartilaginea;
3 - zona basofila della palla condrina;
4 - zona ossifilica della palla chondrin;
5 - spazio interterritoriale.
Fig. 4. Cartilagine elastica:
1 - fibre elastiche.
Fig. 5. Cartilagine fibrosa.