Condromatosi delle articolazioni

Condromatosi delle articolazioni

La condromatosi delle articolazioni ( condropoli greci - cartilagine) è una malattia progressiva a lungo termine di eziologia sconosciuta, che consiste nella formazione di più nodi cartilaginei nella membrana sinoviale del sacco articolare.

Di solito, uno dei grandi articolazioni è interessato (gomito, ginocchio, anca, spalla, molto raramente polso e caviglia).

La sconfitta delle due articolazioni è estremamente rara.

La condromatosi delle articolazioni è più frequente negli uomini, soprattutto nella mezza età.

Il quadro clinico del processo patologico è determinato dal grado di sviluppo e dalle complicazioni che ne derivano. I nodi cartilaginei possono misurare da pochi millimetri a diversi centimetri e il loro numero varia da poche formazioni individuali a poche decine. Il nodo cartilagineo, penetrando nella cavità articolare, gradualmente si connette alla superficie interna della borsa articolare con solo una gamba stretta e si stacca anche dalla borsa, trasformandosi in un "topo comune". Con un numero significativo di nodi cartilaginei o con la formazione di nodi di grandi dimensioni, compaiono sensazioni dolorose moderate, comparsa di crunch e limitazione della mobilità degli arti nell'articolazione interessata, gonfiore e formazione di un "topo articolare". Una complicazione permanente della condromatosi articolare è un'artrosi deformante. La condromatosi delle articolazioni non è mai maligna.

Il riconoscimento a raggi X della condromatosi delle articolazioni è possibile con la calcificazione dei nodi cartilaginei, che viene eseguita dalla superficie, che fa sì che le ombre dei nodi abbiano una maggiore intensità sulla periferia, e talvolta anche una forma ad anello ben definita (Fig. 1 e 2). Con i nodi cartilaginei larghi, non identificati (quindi indistinguibili sulla radiografia) dell'articolazione dell'anca, il collo del femore può assottigliarsi a causa della pressione prolungata e delle cavità lisce si formano sulla superficie del collo (Fig. 3).

Trattamento chirurgico Indicazioni: una forte deturpazione e una significativa limitazione della funzione dell'articolazione.

Condromatosi: 1 e 2 - articolazione del ginocchio (7 - nella parte anteriore, 2 - dal lato); più nodi cartilaginei calcificati, localizzati in corrispondenza delle torsioni della sacca articolare; 3 - condromatosi dell'articolazione dell'anca. La coscia del collo del femore.