cholegraphy

cholegraphy

L'Holegraphy è un esame radiologico della colecisti e dei dotti biliari mediante somministrazione endovenosa di un mezzo di contrasto , seguito da radiografia . Secondo il colegramma, vengono rivelate lesioni organiche e funzionali della cistifellea e dei dotti biliari. Indicazioni per l'holegrafia, determinate dal medico. Vedi anche Colangiografia , Colecistografia .

Holegrafiya (dal greco Chole - bile e grapho - scrivo, ritraggo) - il metodo dell'esame a raggi X dei dotti biliari e della cistifellea. Il metodo si basa sulla capacità fisiologica del fegato di intrappolare composti di iodio organici dal sangue ed eliminarli insieme alla bile.

Gli agenti di contrasto sono usati per la colegrafia (vedi), che sono composti organici di iodio (bilignost, bilivistan, ecc.). Questi agenti di contrasto sono somministrati per via endovenosa al soggetto (biligost alla dose di 30-40 ml di una soluzione al 20%).

Nello stato normale del fegato entro 5-10 minuti dopo l'iniezione di un mezzo di contrasto, appare un'immagine radiografica di dotti biliari intraepatici ed extraepatici. Se passiamo il dotto cistico, poi presto l'ombra della cistifellea appare nelle immagini. Nella posizione verticale del paziente, la bile di contrasto viene inizialmente determinata solo nell'area del collo della vescica ed è delimitata dalla bile non contrastata che si trovava nella vescica da un livello chiaro (fase del doppio strato biliare). A poco a poco, la quantità di bile contrastante nella vescica aumenta e diminuisce il non contrasto. Dopo 40-45 minuti dopo l'iniezione, nella vescica sono presenti strette strisce parietali di bile contrastante (figura 1), nonché uno strato di bile contrastante nella parte inferiore (fase della bile a tre strati). Dopo 2-4 ore dall'introduzione del bilignostum, l'ombra della bolla diventa quasi uniforme. La presenza di strisce di contrasto vicino alla parete e la fase di trichinizzazione della bile indica la conservazione della capacità di concentrazione della bolla. Durante la colegrafia, in contrasto con la colecistografia (vedi), l'ombra della vescica può anche essere ottenuta se perde la sua funzione di concentrazione, ma in tali casi non c'è stratificazione della bile.

Con l'aiuto della colegrafia è possibile indagare la posizione, le dimensioni e la forma della cistifellea, per rilevare la sua deformazione o limitazione limitante in presenza di aderenze.

L'analisi del corso di riempimento della bolla consente di giudicare la sua capacità di concentrazione e l'analisi dello svuotamento, a proposito della sua capacità motoria. Se ci sono pietre in una bolla, causano l'eterogeneità della sua ombra, la comparsa di difetti di riempimento in essa (Fig. 2). L'assenza di un'ombra della cistifellea in presenza di un'immagine dei dotti biliari è un segno di ostruzione del dotto cistico.

Il vantaggio principale della colegrafia è la capacità di giudicare la posizione, il calibro e la pervietà dei dotti biliari intraepatici ed extraepatici. Se la funzione dello sfintere di Oddi è compromessa, o se ci sono concrezioni nel condotto, si osserva la sua espansione.

La pietra stessa causa un difetto di riempimento all'ombra del condotto (Fig. 3).

Holegrafii viene mostrato se necessario l'esame radiografico dei dotti biliari (compresi i pazienti sottoposti a colecistectomia), così come in tutti i pazienti che non hanno ricevuto l'ombra della cistifellea durante la colecistografia. Controindicazioni sono gravi danni al fegato, ai reni e al sistema cardiovascolare, intolleranza allo iodio. Al fine di prevenire possibili effetti collaterali (vertigini, nausea, vomito, ecc., In rari casi, collasso) si consiglia di utilizzare antistaminici (depressione).

Vedi anche Colangiografia.

Fig. 1. Holegram nello stato normale delle vie biliari. Si possono vedere i dotti epatici, biliari comuni e cistici. Nella cistifellea - contenuti a strati: due strati di bile contrastante e tra loro uno strato di bile a basso contrasto.
Fig. 2. Cistifellea deformata (a forma di clessidra) con molti calcoli.
Fig. 3. Holegram in un paziente sottoposto a colecistectomia. Il dotto biliare comune è moderatamente dilatato, nella sua parte terminale c'è un difetto di riempimento causato da una singola pietra (indicata da una freccia).