Armi chimiche

Armi chimiche

Le armi chimiche sono sostanze tossiche e i mezzi per il loro uso in combattimento, che sono in servizio con gli eserciti dei paesi imperialisti. La Convenzione internazionale di Ginevra del 1925, alla quale hanno aderito oltre 60 stati, inclusa l'Unione Sovietica, ha riconosciuto le armi chimiche come mezzo di guerra vietato. Tuttavia, alcuni stati capitalisti hanno rifiutato di riconoscere questa decisione. L'Unione Sovietica sta costantemente perseguendo una lotta per vietare le armi chimiche.

Le armi chimiche hanno una serie di caratteristiche che le distinguono in modo significativo dagli altri tipi di armi di distruzione di massa. Non distrugge i valori materiali, è in grado di colpire persone non solo in aree aperte, ma anche in vari rifugi non sigillati; l'effetto dannoso delle sostanze tossiche (OM) può persistere in aree contaminate da diversi minuti a diversi mesi; la manifestazione degli effetti tossici di vari tipi di agenti negli individui affetti è anche osservata in un ampio intervallo (decine di secondi - ore). La distruzione di massa delle persone si ottiene con l'improvviso uso massiccio di armi chimiche.

Mezzi di armi esplosive possono essere missili, razzi e proiettili di artiglieria, bombe ad aria compressa, mine, vari tipi di aeronautica e altri attrezzi versatori, granate, ecc. Al momento dell'uso del combattimento, le armi esplosive possono essere in goccioline, aerosol e vapore-gas. Dipende dalle proprietà delle armi e dallo scopo del loro uso in combattimento. V gas e gas mostarda possono essere utilizzati in aerosol e forma gocciolante per sconfiggere il personale attraverso la pelle, la contaminazione di equipaggiamento militare, materiale, acqua, cibo e terreno. Sarin, fosgene, acido cianidrico sono destinati principalmente alla distruzione di persone attraverso gli organi respiratori tramite infezione aerea.

La natura e la gravità del danno di un agente dipendono da molti fattori: le proprietà fisico-chimiche e tossiche dell'agente; modalità di inserimento del veleno, condizioni di insorgenza di lesioni (caratteristiche dello stato del corpo umano al momento della sconfitta, condizioni meteorologiche, grado di preparazione del personale all'uso di dispositivi di protezione e dispositivi di protezione medica, notifica tempestiva del personale in merito all'attacco, ecc.). Una delle proprietà più importanti degli agenti è la loro tossicità (tossicità). Il grado di tossicità dei diversi agenti non è lo stesso. Agenti chimici in grado di causare concentrazioni molto piccole e per un breve periodo di tempo a causare danni sono chiamati altamente tossici (sarin, V-gas). Distinguere tra dosi letali e non letali di goccioline liquide. Sono espressi in milligrammi per chilogrammo di peso o in milligrammi per centimetro quadrato di superficie della pelle. Quando esposto a vapori e aerosol, il grado di lesione di una persona dipende principalmente dalla dose tossica (dose tossica), definita come il prodotto della concentrazione di agenti nell'aria (in milligrammi per litro) da parte della persona senza equipaggiamento protettivo nell'aria infetta (tempo di esposizione in minuti). Gli agenti chimici possono entrare nel corpo attraverso gli organi respiratori, i tegumenti esterni (pelle e mucosa oculare), attraverso le ferite e le superfici bruciate, attraverso il tratto gastrointestinale (insieme al cibo e all'acqua).

  • Classificazione OB
  • Agente nervoso
  • Agente d'azione tossico generale
  • Agente di soffocamento
  • OB blistering action
  • Irritante irritante
  • OB di azione psicotomimetica