Trattamento cheilite

cheilite

La cheilite è un'infiammazione del bordo rosso, delle mucose e della pelle delle labbra. Esistono diverse forme di cheilite.

Una semplice cheilite ghiandolare si sviluppa sotto l'influenza di cambiamenti infiammatori cronici nel bordo rosso. È caratterizzato dall'ipertrofia delle piccole ghiandole salivari delle labbra, dall'espansione dei loro dotti escretori, dall'infiammazione della mucosa delle labbra, dalla formazione di crepe; l'eczema è possibile.

La cheilite purulenta ghiandolare si verifica a seguito di un'infezione coccal, caratterizzata da gonfiore, iperemia e rilascio di goccioline di pus dalle aperture aperte dei dotti escretori delle ghiandole salivari piccole e dalla formazione di infiltrati densi intorno a loro; può verificarsi un ascesso e, a lungo andare, una trasformazione maligna è possibile.

Trattamento della cheilite ghiandolare - risciacquo con una soluzione al 3% di perossido di idrogeno e una soluzione allo 0,25% di cloramina , lubrificazione delle labbra con emulsione di syntomycin al 5%, ossicorto; si consiglia l'elettrocoagulazione delle ghiandole affette e quando si formano grandi pacchetti di ghiandole, la loro rimozione chirurgica.

Cheilite eczematosa - una manifestazione di eczema nelle labbra, si verifica quando la carenza di vitamina, l'esposizione a microrganismi (cocchi, ecc.) O ha una natura allergica. Il bordo rosso delle labbra e la pelle intorno - crepe gonfie, secche, spesso formate con croste sanguinolente. La flora fungina può unirsi (vedi Candida).

Trattamento: vitamine, in particolare gruppo B, terapia desensibilizzante (dimedrol, suprastin); con flusso persistente, possono essere usati preparati di corticosteroidi. A livello locale - naftalina, pomata prednisolone, ossicorto, emulsione di syntomycin al 5%. In caso di cheilite fungina, la nistatina o il levorinum 500.000 U 4-6 volte al giorno sono prescritti all'interno, la bocca risciacqua con soluzione di borato di sodio al 10-15% (borace), le lesioni strofinano le lesioni con il 5% di unguento di levorina.

La sindrome di Cheilitis granulomatosa, o sindrome di Melkerson-Rosenthal, è caratterizzata da ispessimento e ingrandimento del labbro nel volume. Trattamento: a volte si osserva un effetto positivo dall'uso di farmaci corticosteroidi; eseguire la chirurgia plastica .

In tutti i casi di cheilite, è necessaria la riabilitazione della cavità orale .

Cheilite (cheilite, dal greco Choilos - labbro) - infiammazione delle labbra. Nel senso ampio del termine, qualsiasi infiammazione sul bordo rosso, sulla pelle e sulla mucosa delle labbra può essere definita cheilite. Tuttavia, la cheilite è chiamata il numero limitato di malattie delle labbra. Si distinguono i seguenti tipi di cheilite: eczematosa, microbica, micotica, attinica (meteorologica), esfoliativa, abrasiva precancerosa e ghiandolare.

La cheilite eczematosa è di solito una manifestazione di eczema seborroico comune (dermatite atopica), ma spesso si verifica solo sulle labbra. La sua clinica dipende dalla gravità dell'infiammazione. Nella fase acuta - edema, arrossamento luminoso, formazione di piccole bolle ed erosione, nello stadio cronico - iperemia congestizia, infiltrazione, secchezza, formazione di squame e crepe.

Prescrivere antistaminici (difenidramina, pipolfen), grandi dosi di vitamine, in particolare complessi B, in casi ostinati, corticosteroidi (prednisone 15-20 mg al giorno). Per via topica si prescrivono pomate corticosteroidi (0,5% prednisone, ossicorto, 1% idrocortisone , desametasone), nello stadio cronico, 10% di naftalano, 2% di catrame di zolfo e unguenti a base di corticosteroidi. In casi particolarmente persistenti - radiazioni da raggi di confine Bucca.

Cheilite microbica si verifica a seguito di infezione da peococco e zinco. Clinicamente procede come cheilite eczematosa. All'inizio si prescrivono emulsioni con antibiotici (5-10% di sintomicina, ossicorto) per distruggere la flora di Pococcal. Dopo l'epitelizzazione del trattamento delle fessure, come nel caso dell'eczema cronico (vedi).

La cheilite micotica è causata dalla candida della bocca e delle labbra. Nelle fessure e nelle squame trovate un fungo di lievito Candida albicans. Clinicamente di solito procede come cheilite eczematosa. Trattamento: lubrificazione delle labbra con un unguento alla nistatina (100.000 UI di nistatina per 1 g di base), soluzione di borace al 20% in glicerina e coloranti all'anilina. Dopo che il fungo scompare, il trattamento viene eseguito come nella cheilite eczematosa.

La cheilite attinica si verifica durante l'esposizione prolungata alla luce solare e sotto l'influenza di determinati fattori meteorologici (vento, gelo). A seconda della gravità del processo, si osserva una forma essudativa con edema, vesciche, erosione, croste e secchezza - con iperemia congestizia, peeling lamellare, infiltrazione, secchezza e sensazione di prurito e bruciore. Solitamente in estate questi fenomeni si intensificano, in inverno possono placarsi. Trattamento: cessazione del lavoro all'aria aperta, all'interno (come con il lupus eritematoso) - farmaci antimalarici sintetici (clorochina, delagile 0,25 g, 2 volte al giorno, per un ciclo fino a 20 g) e vitamine, in particolare complesso B; lubrificazione delle labbra con pomata prednisone allo 0.5%. Proteggere le labbra dal sole dovrebbe essere unguenti fotoprotettivi (ad esempio, crema "Ray").

cheilite esfoliativa

Cheilite esfoliativa (colore fig. 5). Secondo il quadro clinico, ci sono due forme: secca ed essudativa. Nella forma secca, dal bordo della mucosa fino al centro del bordo rosso delle labbra, c'è una striscia di iperemia congestizia, coperta da sottili scaglie di mica, la cui parte centrale aderisce piuttosto strettamente all'epitelio, mentre quella periferica si alza leggermente. Un tale stato può continuare indefinitamente.

La forma essudativa (con la stessa localizzazione di quella secca) è accompagnata da eventi infiammatori più violenti con gonfiore significativo delle labbra, iperemia, formazione di croste estese mucopurulente, talvolta appese al mento. A differenza dell'eczema, il quadro clinico può rimanere invariato per molti mesi e persino anni. Spesso c'è una transizione da una forma all'altra. Il trattamento è spesso inefficace. Il risultato più favorevole può essere raggiunto con i raggi di Bucca nella forma di corsi ripetuti in combinazione con blocchi di novocaina di 10 ml di soluzione all'1% di novocaina nella piega di transizione (un totale di 20-25 iniezioni per decorso). Topicamente - unguento corticosteroide.

In caso di cheilite precompressiva abrasiva, uno o più focolai di iperemia congestizia compaiono sul bordo rosso delle labbra con una piccola infiltrazione, al centro della quale appare un'erosione o un'ulcera non guaritrice, che dovrebbe essere considerata come precancerosa. Recidive ricadute di erosione. Il trattamento è come nella cheilite attinica. L'erosione persistentemente non epiteliale deve essere rimossa chirurgicamente, seguita da un esame istologico.

La cheilite ghiandolare è divisa in semplice e purulenta. La cheilite ghiandolare semplice si verifica con il rilascio continuo di goccioline di saliva dalle ghiandole salivari ipertrofiche della mucosa delle labbra. Con una forma pronunciata attorno alle ghiandole dei buchi può verificarsi la leucoplachia (vedi). La secrezione di saliva continua sul bordo rosso delle labbra causa talvolta irritazione eczematosa e formazione di crepe, contro le quali il cancro può svilupparsi. La cheilite ghiandolare purulenta è un'infiammazione piococcica delle ghiandole ipertrofiche. Il labbro è ingrossato, gonfio, nella profondità densa piccoli noduli delle piccole ghiandole salivari sono palpabili, goccioline di pus vengono rilasciate dal condotto a bocca aperta del condotto. Ci possono essere ascessi e con un lungo decorso può essere una degenerazione maligna.

La membrana mucosa e il bordo rosso delle labbra sono imbrattati con un'emulsione di sincomicina al 10%, ossiacorti, soluzioni alcoliche di coloranti all'anilina o soluzione al 2% di tintura di iodio. Quando si attenuano le infiammazioni - raggi di radiazione Bucca. Per evitare ricadute, viene mostrata l'elettrocoagulazione delle piccole ghiandole salivari e durante la formazione di grandi pacchetti, la loro rimozione chirurgica. Allo stesso tempo, viene eseguita una completa riorganizzazione della cavità orale.