Chalazion (grandine) causa il trattamento

calazio

Il calazio (sinonimo di calazio, grandine) è un'infiammazione cronica di una o più ghiandole di Meibomio.

La causa del calazio è un ritardo nella secrezione della ghiandola di Meibomio, derivante dalla sua irritazione con qualche tipo di esordio infettivo o con un disordine metabolico.

L'alitosi di solito si sviluppa senza infiammazione visibile (a volte dopo la meybomita), ha la forma di un piccolo tumore denso, rotondo di dimensioni diverse, spesso con un pisello. La pelle della palpebra sopra non è cambiata, dal lato congiuntivale, il chalazion splende attraverso una elevazione grigio-rossa. Spesso nello stesso secolo ci sono due chalazions e altro. A volte si apre spontaneamente sulla superficie della congiuntiva e si risolve completamente o il tessuto di granulazione si sviluppa attorno all'apertura.

Trattamento Massaggiare nella pelle della palpebra nell'area del calazio 1% unguento al mercurio giallo o 3% unguento da ioduro di potassio. Per i grandi chalazions e l'irritazione della congiuntiva, si raccomanda la rimozione chirurgica.

calazio
Calotta palpebra superiore

Chalazion (dal greco Chalazion - nodulo, indurimento) è una malattia cronica di una o più ghiandole di Meibomio, basata sull'infiammazione proliferativa dovuta alla secrezione ritardata e, probabilmente, sull'effetto di alcune esecuzioni infettive. Il calazio si verifica con eventi infiammatori minori o in loro assenza. Microscopicamente: proliferazione dell'epitelio dei lobuli della ghiandola di Meibomio, infiltrazione di piccole cellule nel tessuto cartilagineo; i lobuli della ghiandola e il tessuto della cartilagine palpebrale stessa vengono distrutti, appare un morbido tessuto di granulazione attorno al quale si forma una busta di tessuto connettivo compattato. La magnitudine del chalazion raggiunge 5-6 mm o più; la pelle delle palpebre sopra di essa è sollevata (fig.) e facilmente spostata. La palpazione è determinata da una formazione densa nello spessore della cartilagine del secolo; nella palpebra capovolta, una congiuntiva iperemica e ispessita è visibile sopra il chalazion, che traspare in un colore grigiastro. L'halyaz può aprirsi con il rilascio dei contenuti volatili e fangosi della sua parte centrale, ma la massa di granulazione non viene rifiutata e diminuisce solo; a volte dà escrescenze di funghi qui. Meno comunemente, il calazio viene aperto dalla pelle delle palpebre. Il calazio si differenzia da meibomite (vedi Orzo) nel suo corso cronico, l'assenza di suppurazione e la formazione di tessuto di granulazione.

Trattamento: con un piccolo massaggio di calazio con unguento al mercurio giallo all'1%; i grandi chalazions sono soggetti a rimozione chirurgica.