Colera (colera asiatica)

colera

Il colera (colera asiatica) è una malattia infettiva acuta infettiva, accompagnata da intossicazione generale, diarrea abbondante, vomito, convulsioni, ipotermia. Il colera appartiene a un gruppo di infezioni particolarmente pericolose (in quarantena). In passato, il colera assumeva il carattere di devastanti epidemie . Nei paesi asiatici (India, Pakistan, ecc.) E attualmente il colera è endemico. Negli ultimi anni, sono stati notati focolai di colera causati da El Tor Vibrio al di fuori dei focolai endemici (Europa, Africa).

Eziologia Agente patogeno - vibrio di colera, bastoncino leggermente incurvato (sotto forma di virgola), ha un flagello, mobile. Ci sono agenti causativi del colera classico e del biotipo El Tor. Il colera vibrio non è resistente all'ambiente esterno, ma è ben conservato a basse temperature e in acqua. Sotto l'influenza di disinfettanti ( candeggina , cloramina , lisolo), l'acido cloridrico in una diluizione di 1: 1000 vibri muore rapidamente.

Epidemiologia La fonte dell'infezione è una persona malata, convalescente e vibrio-carrier. Tra i pazienti, i pazienti con una forma lieve e usurata (atipica) di colera sono particolarmente pericolosi. I portatori di Vibrio e i pazienti con malattia lieve possono disseminare intensivamente l'infezione e non essere sempre rilevati in tempo (ad esempio, nel colera causato dal biotipo El Tor). L'infezione si trasmette attraverso l'acqua, prodotti alimentari (verdure, frutta, latte, gelatine, ecc.), Articoli per la casa e cure contaminate da scarichi di pazienti e portatori di vibrio. Di conseguenza, è possibile identificare il tipo principale di processo epidemico - acqua, cibo, ecc. Le mosche possono partecipare alla distribuzione del colera.

Patogenesi . L'agente causale penetra nel corpo umano solo attraverso la bocca . Un numero significativo di vibrioni muore sotto l'azione dell'acido cloridrico del succo gastrico. Penetrando nell'intestino tenue, i vibrioni si moltiplicano intensamente e parzialmente muoiono, liberando le tossine . Con il colera non c'è vibrioemia e c'è tossiemia. Uno dei fattori tossici, il "colerogeno", è specifico e causa lo sviluppo di diarrea disidratante, intossicazione generale. Sotto l'influenza di prodotti tossici di vibri di colera, il metabolismo del sale dell'acqua viene violato, la permeabilità dei vasi intestinali aumenta.

Il colera (colera asiatica) è una malattia infettiva acuta caratterizzata dal coinvolgimento dell'intestino tenue, intossicazione e disidratazione del corpo.

Il sistema di misure antiepidemiche, sviluppato all'inizio del 20 ° secolo, ha permesso di limitare la diffusione del colera. Dal 1926, le malattie sono state registrate principalmente in India e Pakistan, anche se in alcuni anni sono state osservate anche in Iraq, Indonesia, Iran, Afghanistan e altri paesi asiatici.

Nell'URSS, le malattie da colera furono eliminate nel 1925-1926.

Quasi tutte le epidemie di colera conosciute prima del 1960 erano causate dal classico vibrione del colera. Dal 1961, c'è stata una tendenza verso un aumento delle malattie causate dal vibrio El Tor. I ceppi classici di colera vibrio sono isolati principalmente in vecchi focolai endemici - Pakistan, Indonesia e Birmania. In molti luoghi dell'India, il vibrio El Tor mostra anche una tendenza a spostare i ceppi classici. La maggior parte delle epidemie di colera avvenute nel 1961-1965. in precedenza libero da questa infezione paesi, è stato causato dal vibrio El Tor.

eziologia
L'agente eziologico del colera è Vibrio comma [(Schroeter) Winslow et al. (sinonimo: Vibrio cholerae Neisser, 1893, Kommabacillus Koch, 1883-1884, Spirillum cholerae asiaticae Zopf, 1885)]. Vibrio virgola appartiene al genere Vibrio Muller (1773) della famiglia Spirillaceae Migula (1894). Descritto da Koch (K. Koch)]. Vibrio comma è un bastone leggermente ricurvo con estremità arrotondate, che varia considerevolmente nelle dimensioni: 1,5-4 micron di lunghezza e 0,2-0,4 micron di larghezza. I vibrioni sono disposti a coppie singole o a forma di s, a volte in contenuti intestinali sotto forma di catene corte o spirali (Figura 1). Formano facilmente forme involutive, gram-negativi, le spore non si formano, sono mobili, aerobiche. Crescita ottimale a 37 °; limiti da 16 a 42 °. PH ottimale = 7,0-8,0; l'intervallo di pH è 6.4-9.6.

All'agar un giorno dopo, rotondo, 1-2 mm di diametro, colonie leggermente convesse, trasparenti, bluastre con superficie lucida liscia o a grana fine e margini lisci, consistenza oleosa, facilmente emulsionabile; nel successivo la loro superficie è coperta da piccoli noduli - secondarie (secondarie) colonie.

Poche ore dopo la semina, si forma un film sul brodo e sull'acqua del peptone; moderatamente fangoso l'ambiente.

Siero parzialmente coagulato diluito secondo Leffler.

Si riferiscono al gruppo I dei vibrioni (vedi) secondo la classificazione di Khyberga; diviso in mannosio e saccarosio in acido e non fermentare arabinosio; Dopo due settimane può formare acido in presenza di lattosio.

Gelatina lentamente sottile. Fermentare l'amido. Non dare la reazione di Voges-Proskauer. Formare ammoniaca, indolo e idrogeno solforato (lentamente). Ricostituire blu di metilene e nitrati. Viene determinata una reazione positiva di nitroso-indolo. L'urea non è decomposta. Di solito, gli eritrociti di ram e capra non vengono lisati. La tossina solubile non si forma.

Secondo la specificità dell'antigene O, ci sono tre tipi: Inaba, Ogawa e Hikkojima. Causano la formazione di batteriolizine, che determinano il fenomeno Pfeiffer-Isayev. Instabile: muore rapidamente con essiccazione e riscaldamento a 55 °, esposizione a 0,5% di fenolo e una piccola quantità di cloro.

Secco per il bucato sopravvivere per 1-3 giorni. Sono tenuti in acqua pulita per un massimo di 30 giorni o più, ma nell'acqua di scarico periscono in un giorno.

Un altro agente causale del colera è descritto da Gotschlich nel 1906, Vibrio El-Tor, che molti ricercatori considerano ora come una specie o biotipo di virgola virgola. Le caratteristiche distintive di Vibrio El-Tor sono: 1) bassa sensibilità a un batteriofago di tipo IV Mukherjee o un batteriofago di tipo C; 2) la capacità di agglutinare i globuli rossi di pollo; 3) crescita su un agar alcalino Marten o Hottinger in presenza di polimixina M o B (mezzo 50 U / ml); 4) agglutinazione di O-siero in una soluzione allo 0,3% di carbon soda; 5) formazione di acetilmetilcarbinolo (reazione positiva di Foges-Proskauer).

A causa della grande variabilità delle proprietà del vibrione, la diagnosi differenziale di Vibrio virgola e Vibrio El-Tor deve essere effettuata secondo la combinazione di caratteristiche.

epidemiologia
Il colera appartiene al gruppo di infezioni intestinali antropiche, in cui l'unica fonte di infezione è una persona malata e un portatore di vibrio. Le fonti di infezione per un rischio epidemiologico comparativo possono essere situate nella seguente sequenza discendente: paziente con una forma algida - gastroenterico - gastrico - reconvivalenza vibrio-portatore - un vettore di vibrio sano. Nel confrontare queste fonti di infezione, possiamo notare una diminuzione dell'intensità dell'escrezione dell'agente contagioso dall'organismo con crescente prevalenza di infezione. Il paziente con una forma algida, nonostante l'allocazione di un gran numero di vibri di colera, presenta di solito un pericolo epidemiologico per un numero limitato di persone (principalmente prendendosi cura di loro), mentre i portatori di vibrio possono disseminare intensivamente l'infezione e portarla a grandi distanze dall'obiettivo principale.

Nel mantenere la continuità del processo epidemico nel colera insieme ai portatori, un ruolo importante è svolto dai pazienti con forme lievi e usurate di colera, che non sono sempre individuate tempestivamente.

Il rapporto tra forme pronunciate e cancellate della malattia e vibrio-portatori, secondo LV Gromashevsky, è 7: 3: 2.

Come sottolineato da Felsenfeld, le forme tipiche di colera costituiscono solo il 5-10% di tutte le malattie.

Nei focolai di colera, viene determinato un numero significativo di portatori di vibrio. Secondo vari autori, il numero di vibrio-portatori tra le persone che comunicano con i pazienti varia dal 3,6 al 12%.

Durante lo scoppio del colera nelle Filippine, la frequenza di trasporto tra i familiari di pazienti era del 18%, e in relazione all'intera popolazione - 2%.

Come dimostrato dalle osservazioni, una parte significativa dei portatori con un esame clinico dettagliato può identificare i sintomi di una malattia che si presenta facilmente. Il trasporto del vibrione in salute di solito è di breve durata (nella stragrande maggioranza dei portatori sani la durata dell'allocazione dei vibri di colera non supera i 10-14 giorni). Nei convalescenti, l'agente patogeno può essere espulso fino a 0 giorni. In alcuni casi, è possibile un portatore di vibrazione più lungo (fino a 3 anni o più).

Quando il colera va alla deriva in un particolare territorio, i primi casi della malattia di solito si verificano in seguito al contatto con la famiglia (mani sporche, biancheria intima infetta, piatti e altri oggetti domestici). La distribuzione del colera può essere seguita da mosche.

L'agente eziologico del colera può essere trasmesso attraverso il cibo e l'acqua. Questi percorsi e fattori di solito agiscono di concerto, ma in alcuni casi sembra possibile identificare il tipo principale di processo epidemico (acqua, cibo, ecc.).

Le epidemie di cibo si verificano soprattutto tra un numero limitato di persone che hanno consumato cibo contaminato. Malattie descritte associate all'uso di latte infetto, piatti in gelatina, pesce e altri prodotti alimentari.

Durante l'epidemia di colera nelle Filippine nel 1961, la fonte della trasmissione del patogeno era costituita da gamberetti crudi catturati vicino al sito di drenaggio.

Le epidemie di colera d'acqua in breve tempo si estendono su una notevole massa di persone che usano l'acqua da una fonte d'acqua infetta. I gruppi di età più giovani sono meno colpiti. Lo scopo dell'epidemia è determinato dall'ampiezza di utilizzo dell'acqua della fonte di acqua contaminata, nonché dall'intensità della contaminazione dovuta alle sue impurità.

Le principali epidemie di colera in passato sono state osservate con contaminazione dell'acqua del rubinetto. Esistono focolai di colera associati all'utilizzo di acqua contaminata da corpi idrici aperti, pozzi, scorte di acqua domestica in barili, ecc. L'ordine di approvvigionamento idrico porta ad una forte diminuzione dell'incidenza.

Con epidemie di colera associate all'azione di fattori di trasmissione da contatto familiare, il processo epidemico si sviluppa più lentamente.

La diffusione del colera è facilitata da intensi processi di migrazione associati a guerre, disastri sociali.

Le malattie del colera sono osservate in diverse fasce di età, ma la più colpita è la parte attiva della popolazione (di età compresa tra 20 e 40 anni). Nelle aree endemiche del colera prevalgono le malattie tra i bambini e gli anziani.

Nei paesi con clima temperato, gli incidenti estate-autunno di colera sono associati all'attivazione di percorsi e fattori di trasmissione (consumo di grandi quantità di acqua, verdura e frutta in forma grezza, balneazione, presenza di mosche, ecc.).