colecistectomia

colecistectomia

La colecistectomia è un'operazione per rimuovere la cistifellea, utilizzata nella colecistite acuta e cronica. La cavità addominale è solitamente aperta con un'incisione obliqua nell'ipocondrio destro parallelo all'arco costale (vedi Laparotomia). Aprendo la cavità addominale e liberando la cistifellea dalle aderenze nella colecistite acuta, viene effettuata una puntura della cistifellea e il suo contenuto viene aspirato (a tale scopo deve essere preparata un'aspirazione collegata ad un ago spesso o un trocar sottile) e l'arteria cistica e il dotto cistico che si incrociano in 1-0,5 cm dal luogo della sua confluenza nel dotto biliare comune. Produrre una revisione completa del tratto biliare mediante palpazione , manometria utilizzando l'apparato Waldman e raggi X utilizzando un mezzo di contrasto solubile in acqua (diodo, ecc.).

Dopo la rimozione della cistifellea, il drenaggio della gomma viene introdotto nella cavità addominale e, nella colecistite acuta, viene spesso utilizzata una garza. Il drenaggio può essere abbassato nella bottiglia per il libero flusso dalla cavità addominale del sangue, della bile, o può essere collegato ad un sistema di aspirazione per aspirazione continua; possibile periodico, più volte al giorno, l'aspirazione con una siringa .

Nel periodo postoperatorio, è necessario monitorare la medicazione bagnando, la corretta posizione del tubo di drenaggio, la quantità e la natura della scarica attraverso il drenaggio. Prevenzione dell'insufficienza cardiovascolare e complicanze polmonari - vedi: periodo postoperatorio .