Acido ascorbico (vitamina C)

Acido ascorbico

L'acido ascorbico (Acidum ascorbinicum, Acidum ascorbicum, vitamina C) si trova in vari alimenti a base vegetale. L'acido ascorbico è coinvolto nella regolazione dei processi metabolici del corpo, della permeabilità capillare, della coagulazione del sangue, ecc. La necessità giornaliera di acido ascorbico per un adulto è di 70-120 mg.

Utilizzato per la prevenzione e il trattamento di scorbuto , diatesi emorragica , sanguinamento, intossicazione, malattia del fegato, ulcere, fratture, ecc. Assegnare l'acido ascorbico per via orale 0,05-0,1 g 3-5 volte al giorno; per via intramuscolare e per via endovenosa sotto forma di soluzione al 5-10% di sale di sodio (ascorbato di sodio) da 1 a 5 ml. Controindicazioni per iniezioni endovenose di acido ascorbico sono aumento della coagulazione del sangue . Vedi anche Vitamine.

L'acido ascorbico (Acidum ascorbinicum, sinonimo di vitamina C) è una preparazione vitaminica. Viene applicato internamente in 0,05 e 0,1 g, parenterale in soluzioni al 5-10% per la prevenzione e il trattamento dello scorbuto, con diatesi emorragica, sanguinamento, malattie infettive, malattie del fegato, morbo di Addison, nefropatia delle donne in gravidanza. Disponibile in polveri, compresse, pillole da 0,05, 0,1 e 0,2 g; in fiale con 1, 2 e 5 ml di soluzione al 5 e al 10% e con 10 e 20 ml di soluzione all'1% (in soluzione di glucosio al 40%). Controindicazioni per iniezioni endovenose di acido ascorbico sono aumento della coagulazione del sangue. Vedi anche Vitamine.

La vitamina C è la più instabile di tutte le vitamine. È isolato in una forma chimicamente pura, ha la forma di cristalli ed è chiamato acido ascorbico. La C-avitaminosi, o lo scorbuto, è anche chiamata scorbuto. Da qui il nome di vitamina C - acido ascorbico, cioè un acido che impedisce il verificarsi di scorbuto.

La presenza di vitamina C nel cibo è necessaria solo per gli esseri umani, le scimmie e le cavie. Nel corpo di altri mammiferi, si verifica la formazione di questa vitamina.

Il sintomo principale di contenuto insufficiente nel corpo di vitamina C è una tendenza alle emorragie, che sono associati a cambiamenti nei vasi sanguigni più piccoli - capillari. Allo stesso tempo, la forza del muro capillare diminuisce, la sua permeabilità aumenta, il sangue passa facilmente attraverso un muro simile, che porta a emorragie. Con la mancanza di vitamina C, gengive sanguinanti, emorragie nella pelle e nei casi più gravi - nello spessore dei muscoli, nella cavità delle articolazioni e persino negli organi interni compaiono. Anche i denti, le ossa e un certo numero di altri organi sono interessati. I denti diventano fragili, la forza delle ossa è spezzata, le fratture crescono male, le ferite non guariscono da molto tempo. La vitamina C è coinvolta in tutti i principali processi del corpo. Gli scienziati hanno stabilito il suo ruolo importante nel metabolismo delle proteine.

Con insufficiente fornitura del corpo con vitamina C, diminuisce anche la resistenza alle malattie infettive. Le vaccinazioni che vengono fatte contro le malattie infettive, causano nelle persone che soffrono di ipovitaminosi C, un aumento significativamente meno pronunciato delle difese del corpo rispetto agli individui che ricevono una quantità sufficiente di vitamina C.

La mancanza a lungo termine di vitamina C nel cibo porta, come sappiamo, allo sviluppo della C-avitaminosi - lo scorbuto. Questa malattia, fino a poco tempo fa, era l'inevitabile compagno di guerre, lunghi viaggi, durante i quali le persone per molti mesi venivano private di verdura, frutta e carne fresca. Allo stato attuale, lo scorbuto, come una malattia massiccia, è una cosa del passato. Tuttavia, ci sono ancora spesso forme nascoste di carenza di vitamina C, o, in caso contrario, carenza di vitamina C.

La principale fonte di vitamina C è frutta e verdura. Riducendoli in cibo in inverno e in primavera è la causa principale dell'ipovitaminosi C, che si trova più spesso in questi periodi dell'anno. Fatica, letargia, irritabilità, gengive sanguinanti, aspetto sulla pelle, come se, senza una ragione apparente, i cosiddetti lividi, osservati nelle persone nei mesi primaverili - tutto questo è una manifestazione di C-ipovitaminosi. Tutti questi disturbi passano rapidamente quando una persona inizia a prendere i farmaci della vitamina C.

È molto importante sapere che una diminuzione del cibo in vitamina C si osserva non solo in assenza di verdure, ma anche in una cottura inadeguata, durante la quale gran parte di questa vitamina instabile può collassare.

Il fabbisogno di vitamina C in una persona sana è di circa 70 milligrammi al giorno; aumenta nelle donne durante la gravidanza a 100 milligrammi e quando allatta al seno a 120 milligrammi. Con un pesante lavoro fisico, specialmente in condizioni climatiche avverse, nell'estremo nord, nelle zone calde e desertiche, il corpo ha bisogno di 120 milligrammi di questa vitamina. La fornitura insufficiente e intempestiva di un bisogno così aumentato può essere una delle ragioni per lo sviluppo dell'ipovitaminosi C.

Di grande importanza nel verificarsi della carenza di vitamina C sono le malattie in cui l'assorbimento di questa vitamina viene disturbato e la sua distruzione nel corpo aumenta. Tali malattie includono malattie dello stomaco e dell'intestino, malattie infettive, tra cui la tubercolosi. Questo è il motivo per cui tutti questi pazienti hanno bisogno di una maggiore quantità di vitamina C.

Significativa distruzione della vitamina C e un aumentato bisogno di esso si verificano in alcune malattie professionali e nell'uso di un numero di farmaci (acido salicilico, sulfidina, antibiotici).

Come prevenire l'insorgenza di ipovitaminosi C? Per questo, è necessario che il cibo durante tutto l'anno contenga una quantità sufficiente di vitamina. Prima di tutto, ciò si ottiene utilizzando, quando possibile durante tutto l'anno, frutta e verdura fresca. Dai cibi vegetali molta vitamina C si trova in rosa selvatica, noce verde, ribes nero, pepe rosso, arance e limoni, freschi e crauti, pomodori, ecc. Relativamente poca vitamina C nelle patate, ma viene consumata in grandi quantità e quindi si trasforma in la principale fonte di vitamina C nel cibo.

Significativamente più poveri di vitamina C sono prodotti di origine animale. Nella sua carne non è sufficiente, ma il cibo con carne fresca è ancora un buon strumento che protegge dallo scorbuto. Piccole quantità di vitamina C si trovano nel latte e in estate è più che in inverno. Quando bolle il latte, una parte significativa della vitamina C viene distrutta.

La vitamina C è ben conservata quando si surgelano frutta e verdura. Tali prodotti sono una buona fonte di vitamina C, a condizione che siano rapidamente scongelati prima della cottura.

Quando si conservano le verdure, il contenuto di vitamina C viene ridotto. Questo è il motivo per cui è in primavera che è necessaria una fornitura aggiuntiva di corpo con vitamina C. A tale scopo vengono utilizzati preparati a base di acido ascorbico e vitamina C, prodotti dall'industria delle vitamine sotto forma di compresse, confetti e sciroppi. I più importanti concentrati naturali sono preparati da rosa selvatica e ribes nero. Nella rosa canina, oltre alla vitamina C, contiene carotene, vitamina P e altre vitamine.

Particolarmente bisognoso di vitamina C, bambini, donne in gravidanza e in allattamento. A questo proposito, nel nostro paese la fortificazione obbligatoria del cibo con vitamina C è stata introdotta negli asili nido, nelle case dei bambini, nei sanatori per bambini, negli ospedali per bambini e adulti e nelle case di maternità. La somministrazione di vitamina C alle donne che allattano è di grande importanza, poiché aumenta il contenuto di vitamina C e grasso nel latte.

Secondo il professor A. L. Myanikov, la vitamina C ha un effetto terapeutico nell'arteriosclerosi. Altrettanto importante è la capacità dell'acido ascorbico di neutralizzare l'effetto sul corpo di alcuni veleni industriali.