Trattamento della patogenesi della malattia da siero

Malattia da siero

La malattia del siero è una reazione allergica del corpo che si sviluppa in risposta alla somministrazione parenterale di proteine ​​estranee ( siero ) ed è caratterizzata da rash, artralgia, edema, linfoadenite, febbre e altri segni. Il decorso della malattia da siero dipende dalla qualità e dalla quantità di siero iniettato. La patogenesi della malattia si basa sulla reazione di un antigene (proteina del siero) con anticorpi formati nel corpo in risposta all'introduzione di una proteina estranea (vedi Allergia ). La gravità dei cambiamenti patologici può essere diversa: da lievi cambiamenti funzionali del sistema circolatorio a lesioni organiche vascolari e tissutali (iperemia, stasi , sanguinamento, infiammazione sierosa, gonfiore del tessuto collageno, degenerazione mucoide e fibrinoide).

Il quadro clinico (sintomi e segni). Il periodo di incubazione da 2 a 12, in genere 7-12 giorni. La malattia inizia in modo acuto. La temperatura corporea viene brevemente ridotta a numeri subnormali, il dolore e il gonfiore compaiono nel sito di iniezione del siero. Regionale, e poi altri linfonodi si gonfiano. Presto si sviluppa la febbre, la temperatura corporea può raggiungere 38-39 °. Uno dei sintomi principali della malattia da siero è un'eruzione cutanea: il più delle volte è polimorfico, maculopapulare o eritematoso, urtikarny, figurato, a volte corticale o simile a scarlatto. L'eruzione è sempre accompagnata da prurito doloroso. Il viso è pallido e gonfio. Possibile gonfiore pericoloso, ma di rapido passaggio della laringe.

Il polso ha accelerato, c'è una diminuzione in pressione del sangue, mancanza di respiro. Possibile neurite, radicolite , fenomeni cerebrali, artralgia, artrite. Leucopenia si sviluppa con linfocitosi relativa, eosinofilia e trombocitopenia ; Il ROE accelerato, la coagulazione del sangue rallentata. Il processo può essere limitato alle manifestazioni locali (edema, iperemia, prurito, necrosi cutanea nel sito di iniezione). La durata della malattia varia da alcune ore a 7-15 giorni. La malattia da siero con iniezione intramuscolare ripetuta di siero può verificarsi con lo sviluppo di shock anafilattico (vedi Anafilassi ). Immediatamente o subito dopo l'iniezione, il paziente è stordito, collassato e la temperatura corporea diminuisce. Lo stupore è presto sostituito da eccitazione, ci sono convulsioni , mancanza di respiro, cianosi , scarico involontario di urina e feci , albuminuria , si verifica uno stato inconscio, la morte è possibile.

La prognosi per la malattia da siero è nella maggior parte dei casi favorevole. Distinguere la malattia da siero dovrebbe essere con scarlattina , morbillo, rosolia, sepsi , ecc.

Trattamento : con shock, una soluzione di adrenalina di 1: 1000 viene urgentemente iniettata in 1 ml per via intramuscolare, soluzione al 5% di efedrina, 1 ml ciascuno sotto la pelle, soluzione al 10% di cloruro di calcio in 10 ml per via endovenosa, agenti cardiaci. Il paziente deve essere riscaldato (più caldo ai piedi, bagno caldo). Gli ormoni steroidei, gli antistaminici sono efficaci (Dimedrol, 0,03 g, Pipolfen, Suprastin, 0,025 g, 3 volte al giorno per 5-7 giorni). Nei casi più gravi, l'insulina mostra 5-10 U sotto la pelle, seguita da bere 100-200 ml di soluzione di glucosio al 20%. Con una diminuzione della pressione sanguigna prescritto efedrina , adrenalina, caffeina. Dal prurito aiutano i bagni caldi, asciugando il mentolo e l'alcol salicilico, i preparati di bromo.

La prevenzione si riduce all'identificazione della sensibilità del paziente al siero. A tal fine, 0,1 ml vengono iniettati intradermicamente nella superficie interna dell'avambraccio 100 volte siero terapeutico diluito. Un campione è considerato positivo se dopo 20 minuti. edema e iperemia compaiono nel sito di iniezione con un diametro di 1-3 cm o più. In questi casi, se non ci sono indicazioni vitali, il siero è meglio non entrare.

L'introduzione del siero viene effettuata secondo il metodo di Bezredki , che consiste nella somministrazione frazionaria del siero: in primo luogo, dopo 30 minuti si iniettano per via sottocutanea 0,1 ml di siero. un altro 0,2 ml e dopo 1 ora - per via intramuscolare il resto della dose prescritta.