Tessuto connettivo

Tessuto connettivo

Il tessuto connettivo è il tessuto dell'ambiente interno del corpo che svolge funzioni trofiche, metaboliche, protettive e di supporto. Inoltre, il tessuto connettivo svolge una funzione plastica ( rigenerazione , guarigione). È caratterizzato dalla specificità d'organo e da un'ampia varietà di specie (sangue, ipoderma, legamenti , tendini , cartilagine, ossa, ecc.). Nonostante le differenze morfologiche, tutti i tipi di tessuto connettivo sono costituiti da cellule e una sostanza intermedia, comprese le fibre e la sostanza principale. A seconda delle funzioni svolte da diversi tipi di tessuto connettivo, il numero, il rapporto tra composizione cellulare e grado di mobilità cellulare, nonché la consistenza, la composizione e l'organizzazione della sostanza intermedia cambiano (vedi Tessuto osseo, Sangue, Tessuto cartilagineo).

Il tipo più comune di tessuto connettivo è il tessuto connettivo fibroso sciolto che riempie gli spazi tra tutti gli organi e ne fa parte. I suoi elementi cellulari (fibroblasti e mastociti) sono coinvolti nello sviluppo di una sostanza intermedia, forniscono una funzione protettiva (istiociti, leucociti e plasmacellule) e le cellule adipose depositano i grassi neutri. Le cellule endoteliali, così come le cellule avventiziali, che sono la fonte della formazione di varie forme cellulari di tessuto connettivo, sono una componente necessaria del tessuto connettivo lasso. La sostanza principale del tessuto connettivo lasso è un gel instabile, costituito da acqua, proteine ​​e mucopolisaccaridi. La sostanza principale contiene collagene e fibre elastiche.

Patologia del tessuto connettivo - Vedi malattie del collagene.