Diagnosi e trattamento della polmonite dei polmoni sintomi complicanze trattamento

Diagnosi e trattamento della polmonite

La diagnosi di polmonite si basa sui dati clinici e sui risultati degli esami radiografici (Fig. 1).


Fig. 1. Polmonite lobare lobare lato destro (diagramma con radiografie in posizione avanzata).

La diagnosi differenziale dovrebbe essere effettuata con tubercolosi, sarcoidosi , neoplasie e altre malattie, specialmente nel caso di sintomi pronunciati di tossicosi e manifestazioni locali relativamente povere nei polmoni all'inizio della polmonite .

Il trattamento della polmonite acuta dovrebbe essere completo. I pazienti con polmonite devono essere trattati in ospedale. Riposo a letto, buona cura, ipercalorico, ricco di vitamine, cibo facilmente digeribile, quantità sufficiente di liquido iniettato (brodi, frutta e acqua minerale, succhi, bevande alla frutta, latte caldo con soda , con limone, lampone, ecc.) Una condizione importante per il successo trattamento della polmonite - aria pulita nella stanza in cui si trova il paziente.

Nel trattamento della polmonite prescrivono antibiotici e farmaci sulfa (in assenza di controindicazioni al loro uso).

Per la polmonite acuta, la penicillina viene iniettata per via intramuscolare a 150.000 unità ogni 4 ore. La streptomicina viene somministrata per via intramuscolare di 500.000 U, 2 volte al giorno. Alternanza alternata di iniezioni di penicillina con ingestione di fenossimetilpenicillina 300000 UI ogni 4 ore. Novocillina e altri farmaci a penicillina ad azione prolungata vengono somministrati 1-2 volte al giorno. Le penicilline semisintetiche, come l'oxacillina, vengono somministrate per via orale alla dose di 0,5 g ogni 4-6 ore. L'ampicillina è usata internamente o parenteralmente. Forse una combinazione di antibiotici con farmaci sulfa.

I farmaci sulfurei sono prescritti secondo lo schema approssimativo: la dose iniziale di 2 g, 1-2 giorni 1 g dopo 4 ore, 3-4 giorni 1 g dopo 6 ore, 5-6 giorni 0,5 g attraverso 6 in punto Il corso del trattamento è di 24 - 28 g. Se necessario, la dose del corso può essere aumentata.

I sulfonamidi sono meglio somministrati dopo un pasto in combinazione (ad esempio, una singola dose di 1 g è ottenuta da 0,5 g di norsulfazolo e 0,5 g di solfadimezina ); per la migliore rimozione dei loro reni, i farmaci sulfamidici devono essere combinati con alcolici pesanti (preferibilmente alcalini).

Sulfamidici di azione prolungata ( sulfadimethoxine , spofadazin, madribon, ecc.) Sono prescritti: 1-2 giorni 2 g 2 volte al giorno, giorni successivi 0,5 g 2 volte al giorno. I farmaci antibatterici piuttosto rapidamente riducono l'intossicazione, i pazienti si sentono meglio. Il miglioramento clinico non determina ancora il recupero. I cambiamenti anatomici sono invertiti molto più lentamente. Dopo aver abbassato la temperatura e migliorato le condizioni dei pazienti, a volte (come indicato dal medico), la terapia con antibiotici o farmaci sulfa deve essere continuata per diversi giorni. Nel caso della cessazione non autorizzata della somministrazione del farmaco, l'effetto batteriostatico degli antibiotici viene rimosso prematuramente e gli agenti patogeni sono di nuovo in grado di crescere e svilupparsi. Le complicazioni sorgono, la malattia può seguire un corso cronico.

Per il trattamento della polmonite, l'organizzazione della cura del paziente è importante, in particolare l'osservanza del riposo a letto. La polmonite è una malattia non trasmissibile.

Lo staff medico deve monitorare i minimi cambiamenti nelle condizioni del paziente: durante un periodo di diminuzione della temperatura, è possibile un brusco calo della pressione sanguigna e lo sviluppo del collasso vascolare. In questi casi, può essere necessaria un'assistenza terapeutica urgente. Con l'apparizione dell'eccitazione mentale, il delirio per il malato, la sorveglianza sistematica giorno e notte è stabilita.

Il rispetto delle norme igieniche è obbligatorio (vedi Infermieristica ). Se il paziente separa l'espettorato, quindi deve essere raccolto in un contenitore separato, che, dopo la rimozione dell'espettorato, viene bollito o trattato con soluzioni disinfettanti.

Dai rimedi sintomatici per la polmonite, l'acido acetilsalicilico viene applicato a 0,5 g 3 volte al giorno, termopsi in medicina o compresse a 0,01 g 3 volte al giorno, gocce di ammoniaca 10-12 gocce 3-4 volte al giorno, ecc. ., aminofillina 0,15 g 2 volte al giorno, Cordiamina, canfora e altri agenti cardiovascolari.

Quando la polmonite è ampiamente utilizzata ossigenoterapia, banche e cerotti di senape sul lato interessato.

La terapia fisica viene utilizzata tenendo conto della fase della malattia e delle condizioni del paziente. Le classi sono prescritte dopo aver ridotto la temperatura, stabilendo una frequenza cardiaca normale, migliorando le condizioni del paziente. Iniziare con esercizi di respirazione elementare per espandere il complesso di misure terapeutiche durante il periodo rilevante della malattia (Fig. 2 e 3).


Fig. 2. Esercizi di respirazione statica eseguiti in posizione prona (1), seduti (2), in piedi (3): a - inalare; b - espira.


Fig. 3 (a destra). Esercizi di respirazione dinamica eseguiti in posizione prona (1), seduti (2), in piedi (3 e 4): a - inalare; bec e - espirazione.