Costruzione del fegato

Il fegato

Il fegato è la ghiandola più grande del corpo, partecipando ai processi di metabolismo, digestione , circolazione del sangue e emopoiesi.

Anatomia Il fegato si trova nella cavità addominale sotto il diaframma nel quadrante superiore destro, la regione epigastrica e raggiunge l'ipocondrio sinistro. Viene a contatto con l' esofago , lo stomaco, il rene destro e la ghiandola surrenale, con il colon trasverso e il duodeno (Figura 1).

topografia del fegato
Fig. 1. Topografia del fegato: 1 - stomaco; 2 - proiezione del pancreas; 3 - duodeno; 4 - cistifellea; 5 - dotto biliare comune; 6 - fegato.

Il fegato consiste di due parti: la destra e la sinistra (Figura 2). Sulla superficie inferiore del fegato ci sono due solchi longitudinali e trasversali: le porte del fegato. Questi solchi dividono la parte giusta nelle parti destrorse, caudate e quadrate. Nel solco giusto c'è una cistifellea e una vena cava più bassa. Il portale del fegato comprende la vena porta, l'arteria epatica, i nervi e il dotto biliare epatico e le uscite dei vasi linfatici. Il fegato, ad eccezione della superficie posteriore, è coperto dal peritoneo e ha una capsula del tessuto connettivo (capsula del glisson).

struttura del fegato
Fig. 2. La struttura del fegato: (a - la superficie inferiore, b - la superficie superiore): 1 - la vena cava inferiore; 2 - portale in piedi dalla vena epatica; 3 - dotto biliare comune; 4 - lobo destro del fegato; 5 - condotto della vescica; 6 - cistifellea; 7 - dotto epatico; 8 - lobo sinistro del fegato; 9 - legamento del fegato.

Il lobulo epatico, costituito da cellule epatiche costituisce l'unità strutturale principale del fegato. Le cellule epatiche sono disposte sotto forma di trefoli, chiamati fasci epatici. Sono i capillari della bile, le cui pareti sono cellule epatiche, e tra loro - capillari sanguigni, le cui pareti sono formate da cellule stellate (Kupffer). Nel centro del lobulo passa la vena centrale. I lobi epatici formano il parenchima del fegato. Tra di loro nel tessuto connettivo sono le arterie interlobulari, la vena e il dotto biliare. Il fegato riceve un doppio apporto di sangue: dall'arteria epatica e dalla vena porta, (vedi). Il deflusso di sangue avviene dal fegato attraverso le vene centrali che, unendosi, fluiscono nelle vene epatiche che si aprono nella vena cava inferiore. Sulla periferia dei lobuli dei capillari biliari si formano i dotti biliari interlobulari che, fondendosi, formano un dotto epatico nelle porte del fegato, che rimuove la bile dal fegato. Epatico, il condotto si collega al dotto vescicolare e forma un dotto biliare comune (dotto biliare) che sfocia nel duodeno attraverso il suo capezzolo largo (capezzolo capezzolo).

Fisiologia Le sostanze assorbite dall'intestino nel sangue attraverso la vena porta entrano nel fegato, dove subiscono cambiamenti chimici. Il coinvolgimento del fegato è dimostrato in tutti i tipi di metabolismo (vedi Scambio di azoto, Bilirubina, Scambio di grassi, Scambio di pigmenti , Scambio di carboidrati ). Il fegato prende una parte diretta nel metabolismo del sale dell'acqua e nel mantenimento della consistenza dell'equilibrio acido-base. Nel fegato, vengono depositate vitamine (gruppi B, C, gruppi D, E e K). Di caroteni, la vitamina A si forma nel fegato.

La funzione di barriera del fegato è di ritardare alcune sostanze tossiche che entrano attraverso la vena porta e trasferirle in modo innocuo alle connessioni corporee. Non meno importante è la funzione del fegato nella deposizione di sangue. I vasi epatici possono contenere il 20% di tutto il sangue circolante nel letto vascolare.

Il fegato ha una funzione colagogica. La bile nella sua composizione contiene molte sostanze circolanti nel sangue (bilirubina, ormoni, sostanze medicinali), così come gli acidi biliari, formati nel fegato stesso. Gli acidi biliari contribuiscono alla ritenzione nello stato disciolto di un numero di sostanze presenti nella bile ( colesterolo , sali di calcio, lecitina). Ottenendo con la bile nell'intestino, promuovono l'emulsione e l'assorbimento di grasso. Nel processo di formazione della bile, prendono parte le cellule di Kupffer e quelle epatiche. Il processo di formazione della bile è influenzato da fattori umorali (peptone, sali dell'acido choleico, ecc.), Ormonali (adrenalina, tiroxina, ACTH, cortina, ormoni sessuali ) e nervosi.

Il fegato (hepar) - la più grande ghiandola del corpo umano, che partecipa ai processi di digestione, metabolismo e circolazione, svolge specifiche funzioni enzimatiche ed escretorie.

embriologia
Il fegato si sviluppa dalla protrusione epiteliale del midgut. Alla fine del primo mese di vita intrauterina, il diverticolo epatico inizia a differenziarsi nella parte cranica, dalla quale si formano tutto il parenchima epatico, le parti centrali e caudali, che danno origine alla colecisti e ai dotti biliari. Il rivestimento principale del fegato a causa della moltiplicazione intensiva delle cellule è in rapida crescita e viene introdotto nel mesenchima del mesentere ventrale. Le cellule epiteliali sono disposte in file, formando raggi epatici. Tra le cellule ci sono delle fessure - i dotti biliari, e tra i raggi dei tubi del sangue del mesenchima e si formano i primi elementi uniformi di sangue. Il fegato dell'embrione di sei settimane ha già una struttura ghiandolare. Aumentando di volume, occupa l'intera regione sub-diaframma del feto e si estende caudalmente al piano inferiore della cavità addominale.