Rene anomalie nefroptosi omissione del rene in erba

Anomalie renali

Le anomalie renali si verificano raramente. Creano le condizioni per l'emergere di varie malattie renali. La maggior parte delle anomalie renali sono anomalie quantitative. Il doppio rene è in una capsula ed entrambe le parti possono essere separate; la metà superiore del rene raddoppiato è solitamente più piccola di quella inferiore. Ogni metà ha un bacino con un mochetochnik. La metà superiore è più suscettibile alle malattie rispetto alla metà inferiore. Gli ureteri dal doppio rene possono entrare nella vescica separatamente, quindi la bocca dell'uretere della metà superiore è sotto l'apertura ureterale della metà inferiore del rene.

La diminuzione congenita delle dimensioni del rene - l'ipoplasia - è spesso complicata da un processo infiammatorio e può portare all'ipertensione renale.

Un quarto di tutte le anomalie renali costituiscono una malformazione congenita dei reni - distopia. In rari casi di distopia pelvica dei reni, è nella piccola pelvi e durante l'intervento chirurgico può essere scambiato per un gonfiore pelvico. Nella distopia pelvica dei reni, l' uretere è corto e i vasi renali si avvicinano alla superficie anteriore dei reni.

La compromissione congenita della formazione del parenchima renale porta a una malattia renale bilaterale - policistosi. Con questa malattia, palpata, dolorosa, con una superficie irregolare, vengono rilevati entrambi i reni. La malattia policistica è accompagnata da dolore nella parte bassa della schiena, sanguinamento renale, aumento della pressione sanguigna, insufficienza renale .

Omissione del rene Con l'omissione degli organi interni, i reni vengono spesso identificati spesso - nefroptosi , che causa dolore nella regione lombare, a volte dal tipo di colica renale, e più raramente da ematuria renale. La nefroptosi colpisce più spesso le donne di età compresa tra 30 e 40 anni. Diagnosi dell'omissione dei reni (nella posizione orizzontale e verticale del paziente) mediante palpazione, nonché mediante esame a raggi X.

Se il rene è palpabile al di fuori del lobo renale e liberamente rimosso dalla palpazione , è chiamato " rene errante ".

Le anomalie dei reni rivelano quasi l'1% delle autopsie.

I vari vizi che sorgono durante lo sviluppo embrionale e la progressione dei reni dalla cavità pelvica alla regione lombare sono suddivisi in anomalie nel numero, nelle dimensioni, nella posizione, nella relazione tra i reni e nella loro struttura. Diversi tipi di anomalie renali possono essere combinati tra loro, così come con i difetti di sviluppo di altri organi del sistema genito-urinario. Le anomalie renali sono più comuni nelle donne e spesso asintomatiche. Alcune malformazioni dei reni disturbano la funzione dell'organo, altre possono creare una predisposizione alla malattia renale.

Le anomalie ammontano a quasi la metà di tutti i casi di malformazioni renali e di solito si trovano nella forma di un doppio rene (ren duplex). Questo rene è diviso in due parti da uno strato sottile di tessuto connettivo. Ogni parte ha una pelvi separata con un uretere che si ritira in modo indipendente e una circolazione separata. La parte superiore del rene è solitamente inferiore a quella inferiore ed è soggetta a malattie. L'uretere che esce da esso fluisce nella vescica sotto la bocca dell'uretere, che si estende dalla parte inferiore del rene. A volte un rene raddoppiato è combinato con un uretere diviso (vedi), un'ectopia della sua bocca. Il raddoppio del rene nel 94% dei casi è a senso unico. Tuttavia, in questo caso, nel rene opposto, si riscontra spesso un maggiore sviluppo della metà superiore del sistema delle coppe intestinali rispetto a quello inferiore. Questo dovrebbe essere preso in considerazione quando si interpretano i pielogrammi. In assenza di malattie secondarie, il doppio rene di sintomatologia clinica non esiste e si riscontra nei casi di una combinazione con un doppio uretere durante la cistoscopia e in pazienti con un uretere diviso per urografia escretoria o pyeloureterography ascendente (Fig. 22).

Un tipo molto raro di anomalia è la presenza di un terzo, non fuso con altri, i reni - un rene aggiuntivo (ren accessorius).

Riducendo il numero di reni, l'assenza congenita di uno di questi (aplasia renis) è rara. Con aplasia renale, l'uretere corrispondente è solitamente assente, il che rende possibile riconoscere il difetto mediante cistoscopia. In casi dubbi, la diagnosi viene stabilita con l'aiuto di pielografia retrograda, pneumoreteroperitoneo, angiografia renale. L'unico rene solitario in questi pazienti è in qualche modo ipertrofico. L'aplasia bilaterale del rene (arenia) è estremamente rara e in combinazione con altri vizi che sono incompatibili con la vita del feto.

La diminuzione congenita delle dimensioni dei reni (ipoplasia renis) è del 5% delle anomalie renali. Il parenchima di tale rene è caratterizzato da uno sviluppo così significativo del tessuto fibroso che, anche nello studio istologico, rende difficile differenziare il difetto dal rene rugoso primario o secondario. L'ipoplasia del rene è spesso complicata da una pielonefrite secondaria. La diagnosi è fatta sulla base di pielografia (una diminuzione delle dimensioni del bacino e dei calici), pneumorethereperitoneum, test funzionali.

Anomalie della posizione renale (distopia renis) rappresentano circa il 25% dei difetti. Distinguere distopia lombare, iliaca e pelvica. Forse la presenza del rene nella cavità toracica. Distopia trasversale - il movimento di uno dei reni sul lato opposto, e quindi il corrispondente uretere attraversa la linea mediana del corpo (Figura 23). La distopia dei reni è solitamente combinata con l'anomalia dell'offerta vascolare, la forma dei reni e il sistema a coppa. La distopia del rene viene rilevata dalla palpazione, ma viene finalmente stabilita radiologicamente; mentre deve essere differenziato con la nefroptosi (vedi sotto). Dall'omissione della distopia lombare del rene si distinguono una mobilità di piccoli organi, un breve uretere, una struttura anormale del bacino e dei calici (Figura 24), ma un livello insolitamente alto di vasocostrizione renale, che è determinata dall'angiografia.

Anomalie della relazione dei reni derivano dalla loro fusione con i poli inferiori (rene a forma di ferro di cavallo), superfici laterali (rene dorato), poli opposti (reni a forma di S e a forma di L). Il rene a ferro di cavallo più comune (ren arcuatus) è caratterizzato da una posizione ventrale delle porte renali, che aiuta a riconoscere il difetto nella pielografia (Figura 25). La pressione dell'istmo del rene a ferro di cavallo sull'aorta addominale e il suo plesso nervoso può causare la sindrome di Martynov-Rovsing (dolore all'ombelico con iperestensione del tronco, disfunzione del tratto gastrointestinale, nevrastenia, reazioni isteriche). In tali casi, vengono eseguite operazioni - dissezione dell'istmo e fissazione dei reni recisi.

Le anomalie della struttura renale comprendono cambiamenti nella forma dell'organo: rene lobato (ricorda embrioni e germogli dell'orso), rene appiattito, ovale.

Più importanti sono le malformazioni vascolari dei reni, che creano difficoltà negli interventi chirurgici. Osservata nel 25-30% dei casi di anomalie, l'arteria renale addizionale, che si avvicina al polo inferiore, si interseca con la sezione iniziale dell'uretere ed è spesso la causa di idronefrosi (vedi).

A anomalie della struttura dei reni sono cisti solitarie della struttura dermoide o con un contenuto sieroso. La malattia del rene policistico (ren cisticus) è di particolare importanza. Come risultato dell'embriogenesi anormale, vi è una fusione incompleta dei tubuli dritti e contorti di molti nefroni, le cui parti prossimali sono trasformate in cisti di varie dimensioni (Figura 1 di colore). La pressione delle cisti su parenchima sano, disturbi circolatori, pielonefrite secondaria di solito porta i pazienti al fenomeno dell'insufficienza renale all'età di 35-45 anni. La malattia è spesso ereditaria e sempre bilaterale, spesso associata a lesioni cistiche del fegato, pancreas, ovaie. Rene policistico può essere accompagnato da dolore, ipertensione arteriosa, ematuria, pielonefrite. Vengono rilevati reni grandi, densi e tuberosi, viene rilevata una diminuzione della loro funzione. Nella pielografia retrograda, i lobi e le coppe pelvici allungati vengono schiacciati (figura 26). I sintomi angiografici si distinguono nei casi difficili da questo difetto di neoplasia renale. La terapia delle complicanze del rene policistico è diretta contro la pielonefrite e l'insufficienza renale. La sua insuccesso porta a forature, la dissezione di cisti, operazioni di nefromentopessi.

L'obesità renale - nefroptosi (nefroptosi) - è caratterizzata da un'anomala mobilità dell'organo dovuta all'indebolimento dell'apparato legamentoso, all'esaurimento della capsula adiposa del rene. Un'omissione significativa è stata chiamata un rene errante.

Abbastanza spesso la nefroptosi è una manifestazione particolare della splancnoptosi (vedi). L'omissione dei reni è più comune nelle donne di età compresa tra 25 e 40 anni. Di solito è asintomatico. A volte, a causa della tensione dei vasi, l'inflessione ureterale, il dolore si verifica con la posizione verticale prolungata dei pazienti, l'ematuria, l'ipertensione nefrogenica. I dolori costanti sono complicati da attività intestinale compromessa, depressione mentale. Con la palpazione in posizione orizzontale e verticale è possibile determinare il grado di mobilità del rene. Solo il polo inferiore può essere sondato (nefroptosi di grado I), l'intero rene (grado II), o il rene può essere rimosso liberamente dall'arco costale (II), dal grado, dal rene errante). Più precisamente, la diagnosi viene fatta sulla base della pielografia (Figura 27) e dell'angiografia prodotta nella posizione orizzontale e verticale del paziente. Il principale metodo di trattamento della nefroptosi è la fasciatura; con pyeloectasia progressiva, dolore, ipertensione sintomatica, chirurgia nefropessica è indicato (vedi sotto).

Fig. 22. Doppio rene con un uretere diviso.
Fig. 23. Cross distopia del rene sinistro con idronefrosi calcarea.
Fig. 24. Distopia lombare del rene destro.
Fig. 25. Rene a ferro di cavallo.
Fig. 26. Malattia renale policistica.
Fig. 27. Omissione del rene destro.