Sintomi di complicanze da broncopolmonite da polmonite focale

Polmonite focale

La polmonite focale (broncopolmonite) è caratterizzata da una varietà di manifestazioni cliniche. I sintomi delle lesioni bronchiali, quindi del tessuto polmonare e meno frequentemente della pleura, vengono alla ribalta. La polmonite focale può presentarsi come una malattia indipendente o entrare come complicazione di un'altra malattia. Quando la polmonite focale è osservata per la tosse, secca o con espettorato, durante la respirazione può esserci dolore al lato. La temperatura corporea di solito sale gradualmente fino a 38 °, raramente più alta, mantiene 3-5, a volte 10 giorni, quindi diminuisce gradualmente (calo litico della temperatura) per diversi giorni.

Spesso si osserva la dispnea, che non sempre corrisponde alla prevalenza e alla gravità del processo, e al flusso del viso sul lato colpito. La respirazione accelera. Quando respira, il lato dolente del torace resta indietro rispetto al sano. Quando l'auscultazione udì crepiti sonori umidi. Quando il blocco di piccoli bronchi segna la respirazione indebolita marcata. La sconfitta di altri organi con polmonite focale è meno pronunciata rispetto alla polmonite lobare. Con la fluoroscopia, le lesioni pneumoniche vengono rilevate sotto forma di piccoli focolai, spesso nelle parti basali, medie e soprattutto inferiori dei polmoni. Nel sangue: leucocitosi neutrofila, ROE accelerato. La malattia è molto più facile della polmonite cronica, ma le complicanze sono più comuni.

La polmonite focale associata ad un'altra malattia aggrava il decorso della malattia di base e in alcuni casi è la causa diretta della morte di pazienti debilitati. L'immunità non si verifica dopo la polmonite. Al contrario, si sviluppa una maggiore tendenza a malattie ricorrenti.