L'emorragia nasale provoca l'interruzione del trattamento

Sanguinare il naso

Il sanguinamento nasale è lo scarico di sangue dalle aperture esterne del naso o attraverso il rinofaringe.

Le cause degli epistassi possono essere locali e generali. Questi ultimi includono cambiamenti nei vasi sanguigni e nel sistema sanguigno (emofilia, aterosclerosi, ipertensione , cuore, reni, fegato, ecc.). Malattie infettive dovute a intossicazione e surriscaldamento del corpo possono essere accompagnate da abbondante emorragia nasale (morbillo, scarlattina , influenza, ecc.).

Le cause locali di sanguinamento nasale includono lesioni del naso, corpi estranei che entrano nella cavità nasale, membrane mucose secche, specialmente le sezioni anteriori del setto nasale, tumori sanguinanti, ulcere, ecc.

Il sito di sanguinamento nasale più frequente è la parte anteriore del setto nasale, a circa 1 cm dall'ingresso del naso - il cosiddetto posto di Kisselbach (Fig. 1). Raramente sanguinare conchae nasali e altre aree della mucosa. I nasi di solito iniziano improvvisamente, senza una ragione apparente. A volte si arresta da solo, ma in alcuni casi dura a lungo, sanguinando il paziente e causando una caduta della frequenza cardiaca, debolezza generale e persino svenimento.

epistassi
Fig. 1. Vasi del setto nasale (1), di cui il sanguinamento nasale è il più comune.
Fig. 2. Tamponamento anteriore della cavità nasale.

Trattamento Il modo più semplice per interrompere il sanguinamento nasale in casi normali è un tamponamento nasale davanti a un pezzo di cotone idrofilo o garza sterile, meglio bagnato con perossido di idrogeno. Con sanguinamento nasale ripetuto, ispezionare la cavità nasale con un riflettore frontale e un dilatatore nasale, trovare i siti sanguinanti, lubrificarli con una soluzione al 3% di cocaina con adrenalina e bruciarli con acido cromico o cauterio galvanico.

Se necessario, utilizzare il tamponamento anteriore della cavità nasale, usando pinzette a gomito o pinze per naso come strumenti. Estendendo l'entrata del naso con uno specchio nasale, le lunghe sezioni della cavità nasale e i passaggi nasali inferiore e medio vengono successivamente eseguiti con una garza lunga (Fig. 2).

Nei casi in cui il tamponamento anteriore non fermi il sangue dal naso, ricorrere al tamponamento posteriore.

Per il tamponamento posteriore, un catetere di gomma sottile viene fatto passare attraverso il passaggio nasale inferiore alla faringe; quando la fine del catetere appare dietro il palato molle, è afferrata da una pinza e portata fuori dalla bocca . Preparare in anticipo un tampone di garza, corrispondente alla dimensione del rinofaringe, legato con un doppio filo di seta forte incrociato come una balla e lasciare tre lunghe estremità dei fili liberi da esso. Dalla bocca l'estremità del catetere è legata con due fili legati sotto forma di un tampone di balla, dopo di che il catetere viene riportato attraverso il naso. Sorseggiando per questi fili e aiutando con un dito, attraverso una bocca del paziente entrano un tampone in un nasopharynx. Quindi, tenendo il tampone nel rinofaringe, produrre un tamponamento anteriore della cavità nasale (Fig. 2). Le estremità dei fili dal tampone inserito nel rinofaringe sono legate alle aperture nasali esterne sopra il rullo di ovatta (figura 3).

come fermare il sangue dal naso
Fig. 3. Tamponamento posteriore della cavità nasale: 1 - 3 - stadi successivi.

Nei casi gravi di sanguinamento nasale, vengono utilizzati agenti di coagulazione del sangue : soluzione di cloruro di calcio al 10% per via orale o endovenosa, vitamina K, trasfusioni di sangue in piccole dosi (50-100 ml). Trattano la malattia di base.