Naso umano | Costrizione nasale

naso

Anatomia Il naso è la parte iniziale del tratto respiratorio superiore umano, una delle cavità risonanti della voce e la posizione dell'apparato recettore dell'analizzatore olfattivo. Il naso esterno è formato da uno scheletro osseo-cartilagine ricoperto di muscoli e pelle. Con l'ambiente, il naso esterno comunica con due aperture chiamate narici. La cavità nasale si trova tra la cavità cranica, le orbite e la cavità orale, comunica con la parte superiore della faringe - nasofaringe mediante la joan. La cavità nasale è divisa in due metà da un setto cartilaginoso e osseo. Tre conchiglie nasali cosiddette, la cavità nasale è divisa nei passaggi nasali superiore, medio e inferiore. Un'apertura del canale lacrimale-nasale si apre sotto l'estremità anteriore del turbinato inferiore, i seni mascellari (mascellari) e frontali, così come le cellule etmoidi anteriori aperte nel passaggio nasale centrale, il passaggio nasale superiore comunica con il seno principale e le cellule posteriori dell'osso etmoidale (Figura 1 e 2). La membrana mucosa della cavità nasale è ricoperta da epitelio ciliato, nella regione del passaggio nasale superiore in esso è l'apparato terminale del nervo olfattivo. Il tronco principale arterioso, che alimenta il sangue alla cavità nasale, è a. sphenopalatina; il sangue venoso è raccolto nelle vene orbitali superiori e superiori, numerosi plessi venosi con muscoli lisci si formano sullo scheletro del tessuto cavernoso delle conchiglie nasali che può variare di riflesso in volume. Le vie linfatiche della mucosa nasale sono molto abbondanti e comunicano con gli spazi subdurali e subaracnoidi del cervello.

struttura del naso
Fig. 1. Parete esterna destra della cavità nasale: 1 - passaggio nasale superiore; 2 - il concha nasale superiore; 3 - il seno principale; 4 - passaggio nasale medio; 5 - passaggio nasale inferiore; 6 - il lavandino nasale inferiore; 7 - turbinato medio; 8 - il seno frontale.

Fig. 2. Cavità del naso (taglio frontale): 1 - guscio medio; 2 - fondo lavandino; 3 - lavandino superiore.

Fisiologia La cavità nasale svolge funzioni respiratorie, olfattive (vedi olfatto), protettive e risonanti. L'aria inspirata, passando attraverso i passaggi nasali, viene umidificata e riscaldata. Particelle di polvere e batteri permanentemente si depositano sulla membrana mucosa del naso e vengono ulteriormente rimossi soffiando il naso o l'espettorazione. I batteri sono anche neutralizzati dall'azione battericida del muco nasale.

Lo studio del naso è fatto sotto luce artificiale utilizzando un riflettore frontale e dilatatori nasali ( rinoscopia anteriore). Le estremità posteriori dei turbinati e dei choan sono esaminate usando uno specchietto speciale (rinoscopia posteriore).

Patologia. Il danno al naso è accompagnato da sanguinamento (vedi Naso ) e dalla deformazione di parti dello scheletro del naso esterno.

Il trattamento consiste nell'arrestare il sanguinamento e possibilmente riposizionamento e fissazione precoce dei frammenti mediante un serrato tamponamento della cavità nasale e l'applicazione di rotoli di garza stretti sui lati del retro del naso, trattenuti mediante strisce di nastro adesivo.

Le deformità delle parti esterne del naso sono spesso il risultato di traumi o sifilide. Le deformità del setto nasale che violano la respirazione nasale da uno o due lati sono trattate prontamente: formando una resezione sottomucosa della cartilagine del setto nasale o mobilizzandola - la formazione di finestre, così come la rimozione delle spine ossee alla base del setto nasale.

  • Malattia del naso