Nomenclatura delle malattie (gruppi e classi)

Nomenclatura delle malattie

La nomenclatura delle malattie è una lista dei nomi delle malattie stabilite dalla scienza medica, raggruppate in gruppi e classi.

Nella pratica medica vengono utilizzate più di cinquemila diagnosi. In questo caso, la stessa malattia viene spesso indicata in modi diversi. Per studiare la morbilità della popolazione è necessaria una nomenclatura razionale delle malattie, il cui compito è combinare un'ampia varietà di diagnosi in un numero relativamente piccolo di nomi di classificazione.

All'interno di un paese, senza una singola nomenclatura di malattie, è impossibile confrontare la morbilità e la mortalità in specifiche regioni, città, regioni. Per confrontare la morbilità e la mortalità della popolazione di diversi paesi, è necessaria un'unica nomenclatura internazionale di malattie. La definizione dei nomi corretti delle diagnosi è necessaria per la registrazione delle malattie, che è il collegamento iniziale nello studio della morbilità e della mortalità della popolazione.

In connessione con lo sviluppo della scienza medica e i compiti di studiare la morbilità e la mortalità della popolazione, la nomenclatura delle malattie viene periodicamente rivista e migliorata.

Dal 1965, l'Unione Sovietica è passata alla nomenclatura internazionale delle malattie, adottata nella maggior parte dei paesi.

La nuova nomenclatura delle malattie ha una costruzione a tre stadi. Il primo, il più ampio passo è la nomenclatura delle malattie. Ognuno di loro ha il proprio numero e forma una rubrica separata della nomenclatura.

Il secondo passo consiste in gruppi, ognuno dei quali è formato combinando un numero di titoli. Infine, il terzo passo, il più alto e il più generale, formato combinando uno o un altro numero di gruppi, sono le classi. La nomenclatura totale comprende 17 classi e 999 rubriche.

Numeri e nomi di classe :
Malattie infettive e parassitarie
II neoplasie (tumori)
III Malattie del sistema endocrino, disturbi alimentari e disordini metabolici
IV Malattie del sangue e degli organi che formano il sangue
V Disturbi mentali
VI Malattie del sistema nervoso e degli organi sensoriali
VII Malattie del sistema circolatorio
VIII Malattie dell'apparato respiratorio
IX Malattie dell'apparato digerente
X Malattie degli organi urino-genitali
XI Complicazioni di gravidanza, parto e il puerperio
XII Malattie della pelle e del tessuto sottocutaneo
XIII Malattie dell'apparato muscolo-scheletrico e del tessuto connettivo
XIV Anomalie congenite
XV Alcune cause di morbilità e mortalità perinatale
XVI Sintomi e condizioni imprecisamente designate
XVII Incidenti, avvelenamenti e feriti
La classe XVII è particolarmente ricca di gruppi e rubriche (39 gruppi e 369 rubriche, cioè nomi di alcuni tipi di ferite e avvelenamenti). Una tale vastità di questa classe è dovuta principalmente al fatto che ha due classificazioni indipendenti: (a) per motivi di lesioni (incidenti sulla ferrovia, acqua, trasporto aereo, ecc.); b) dai tipi di lesioni ( fratture del cranio , fratture degli arti, lussazioni senza frattura delle ossa, contusioni, ustioni, ecc.).

L'applicazione di una singola nomenclatura di malattie nella pratica dello studio della morbilità o delle cause di mortalità della popolazione è la seguente.

Nel processo di esame dei pazienti, le diagnosi delle loro malattie sono stabilite e registrate in documenti medici (carte ambulatoriali, case history ).

Per studiare l'incidenza, una grande varietà di simboli diagnostici utilizzati è ridotta a comparativamente pochi titoli di una singola nomenclatura. A tale scopo viene utilizzata la codifica dei segni diagnostici: accanto alla diagnosi, l'operatore sanitario indica il numero al quale questa malattia è indicata nella nomenclatura internazionale delle malattie.

Dopo la crittografia, i documenti sono disposti su questi numeri, seguito dal conteggio del numero di malattie per ciascun codice.

Per lo studio positivo della morbilità e per facilitare il lavoro sulla codifica delle diagnosi, la notazione accurata e dettagliata della diagnosi della malattia nei documenti medici è di grande importanza. Invece di diagnosi, non è possibile inserire un sintomo (mal di testa, mancanza di respiro , sanguinamento, ecc.). Per le statistiche di morbilità, è necessario aggiornare le diagnosi finali stabilite dopo il monitoraggio del paziente e condurre studi speciali (di laboratorio, radiografici, ecc.).

Per studiare l'incidenza e la corretta codifica delle diagnosi per molte forme della malattia, è necessario scrivere alcune correzioni nelle diagnosi, da cui dipende la loro corretta codifica, ad esempio, in malattie come laringiti , tracheiti , faringiti , sinusiti , tonsilliti , bronchiti, gastriti , enteriti , coliti, nefriti , appendicite, ecc., si dovrebbe notare il loro carattere - acuto o cronico. Quando si stabilisce la diagnosi, i tumori indicano la sua localizzazione e il carattere (maligno o benigno); alla diagnosi di un segno di ernia - instabile o strangolato, ecc.

Quando le diagnosi di lesioni vascolari del sistema nervoso centrale indicano se sono associate a ipertensione , aterosclerosi o altre malattie. Quando si stabilisce la diagnosi di ipertensione, il suo stadio è marcato e quale organo è principalmente interessato ( cuore , cervello, reni ). Quando viene indicata la diagnosi di reumatismo - forma acuta o cronica, la malattia procede con o senza la sconfitta del cuore, con la sconfitta di cui le valvole cardiache.

In caso di incidenti e lesioni, localizzazione del trauma, sua natura (frattura, lussazione, livido , ustioni, ecc.); caratterizzano chiaramente il trauma dell'occhio, in particolare la presenza dell'introduzione di corpi estranei e ustioni.