Neurastenia nevrosi ossessiva sintomi sintomi trattamento

nevrosi

La nevrosi è un gruppo di malattie che si basano su disturbi temporanei, cioè reversibili, del sistema nervoso che si verificano sotto l'influenza di momenti psico-traumatici acuti o prolungati. Le malattie secondarie, ma nondimeno somatiche, il lavoro eccessivo prolungato, che causa un indebolimento del sistema nervoso e contribuiscono alla sua aumentata sensibilità alle influenze psicogene, sono di grande importanza nell'eventualità di nevrosi. La nevrosi può verificarsi in tutte le persone, ma più spesso si sviluppano in individui con un sistema nervoso indebolito. La nevrosi comprende nevrastenia, isteria e disturbo ossessivo-compulsivo . La psicostenia si riferisce al gruppo di psicopatia (vedi).

Nello sviluppo della nevrastenia, insieme alle cause psicogene, l'esaurimento fisico è di grande importanza. Pertanto, la nevrastenia è spesso chiamata nevrosi da esaurimento. La nevrastenia è caratterizzata da un aumento di irritabilità, ansia e perdita di autocontrollo, combinati con stanchezza, pianto, sensazione di impotenza. I reclami sulla difficoltà o sull'impossibilità di un lavoro mentale prolungato dovuto a distrazione, dimenticanza e distraibilità sono particolarmente costanti all'inizio della malattia. In questo periodo, l'impazienza e l'irrequietezza, così come la relativa impossibilità di fare una cosa, sono comuni. Mentre la condizione peggiora, aumenta la debolezza fisica, manifestata dal desiderio dei pazienti di sdraiarsi. In questo contesto, sorge facilmente un umore depresso, spesso accompagnato da pensieri sulla presenza di alcune malattie fisiche - cancro, tubercolosi, malattie del sistema cardiovascolare , ecc. I disturbi vegetativi e somatici comuni per la nevrastenia contribuiscono alla comparsa di queste paure (vedi Sindrome di Astenia) assunti dai pazienti per i sintomi della malattia somatica. Come con la sindrome astenica, i disturbi che determinano le nevrosi sono meno pronunciati nelle ore del mattino, cioè dopo un periodo di riposo, e sono significativamente peggiori la sera, così come dopo lo stress fisico e mentale.

Le manifestazioni di isteria sono estremamente diverse e possono esteriormente assomigliare a una varietà di malattie. I principali disturbi sono determinati dai sintomi neurologici e mentali. I disturbi neurologici comprendono paralisi di varia intensità e prevalenza, paresi (vedi), disturbi della sensibilità al dolore e coordinamento dei movimenti, ipercinesia (vedi), tremori , balbuzie, vari disturbi del linguaggio , che vanno dalla sua assenza di suono al completo silenzio.

La particolarità dei disturbi neurologici nell'isteria è che non sono accompagnati da altri disturbi comuni ai disturbi neurologici di origine organica. Quindi, con paralisi isterica e paresi, non ci sono cambiamenti nei riflessi, nei disturbi trofici, nella disfunzione degli organi pelvici, ecc. I disturbi di sensibilità nell'isteria non corrispondono alle zone di innervazione anatomica. Disturbi sensoriali sotto forma di "guanti, calze, calze" sono comuni. Quando l'isteria è spesso osservata astasia-abasia - una condizione in cui il paziente non può né stare in piedi né camminare, nonostante la conservazione della forza muscolare e dei movimenti degli arti inferiori. Le crisi isteriche incontrate frequentemente sono ora molto rare. Sorgono sempre dopo cause esterne, in presenza di altre persone. L'autunno non è accompagnato da danni. Non ci sono fasi convulsive di crisi epilettiche. Le reazioni motive sono caratterizzate da una varietà, spesso grande espressività, e anche casualità. Reazioni alle irritazioni del dolore rimangono. Non ci sono morsi di lingua, mucosa orale, minzione e movimenti intestinali. Le convulsioni nell'isteria continuano da 10-15 minuti. fino a diverse ore.

Tra i disturbi mentali dell'isteria, il cambiamento di coscienza del crepuscolo è più comune, si verifica sempre dopo un trauma mentale. Con esso, oltre a una coscienza alterata, accompagnata da comportamento "teatrale", crisi isteriche, astasia-abasia e un numero di altri disturbi neurologici isterici possono essere osservati simultaneamente. L'amnesia incompleta del periodo della coscienza sconvolta è caratteristica. Gli stati di pseudodominio e pueril possono anche essere attribuiti alla psicosi isterica (vedi Psicogenesi ), che spesso si verifica in una situazione psichica grave e traumatica e, in particolare, in vari tipi di esami.

La nevrosi di stati ossessivi è caratterizzata dalla comparsa dopo la psicogenesi di vari contenuti e. la forma delle ossessioni (vedi stati ossessivi). Di solito gli stati ossessivi con nevrosi sono accompagnati da ansia, paura, umore basso, nonché una varietà di disturbi autonomici - tachicardia , sudorazione, freddolosità, variabilità della pressione sanguigna, reazioni vasomotorie.

La nevrosi è caratterizzata dalla completa reversibilità dei fenomeni dolorosi. Tuttavia, un certo numero di gravi malattie mentali - paralisi progressiva , schizofrenia , arteriosclerosi cerebrale, ecc. - può iniziare con disturbi che inizialmente non si distinguono da quelli che si verificano con la nevrosi. Pertanto, i pazienti con nevrosi dovrebbero sempre essere indirizzati a uno psichiatra.

Nel trattamento della nevrosi, sempre condotta da un medico, è necessario usare la psicoterapia (vedi), vari sedativi - bromo, meprobamato, elio, sedusen, ecc., Così come la terapia vitaminica. Di grande importanza nel trattamento della nevrosi è la fisioterapia - ginnastica mattutina igienica (vedi), escursioni e sci , nuoto , canottaggio . La scelta del tipo di terapia fisica e il metodo della sua attuazione sono individuali. La nevrosi prolungata viene curata in un ospedale.