Neurolettici (neuroplegici) usano tranquillanti di grandi dimensioni

Farmaci neurolettici

I farmaci neurolettici (sinonimo: farmaci neuroplegici, grandi tranquillanti) sono sostanze che eliminano i sintomi della psicosi (delusioni, allucinazioni) e causano un tipo di effetto sedativo.

Tra gli agenti neurolettici, i derivati ​​più utilizzati sono la fenotiazina - aminazina, (vedi), la mepazina (vedi), la propazina (vedi), la triftazina (vedi), l' etaperazina (vedi), gli alcaloidi della rauwolfia - reserpina (vedi), ecc. .; derivati ​​del butirrofenone - aloperidolo, droperidolo. I farmaci neurolettici sono in grado di eliminare la sensazione di paura, ansia, tensione emotiva, ansia, aggressività.

I farmaci neurolettici migliorano l'azione di sostanze stupefacenti, ipnotiche , analgesiche e anestetiche, hanno effetti antiemetici, riducono l'attività motoria e rilassano i muscoli scheletrici. Molti farmaci neurolettici hanno un effetto ipotermico, hanno proprietà adrenolitiche, anticolinergiche, antispasmodiche e antistaminiche, causando una diminuzione della pressione sanguigna. L'influenza su funzioni vegetative è più pronunciata in aminazine e reserpina; Triftazina e aloperidolo mostrano queste proprietà solo leggermente.

Molto spesso, gli antipsicotici sono usati per trattare varie malattie mentali ( schizofrenia , fase maniacale di psicosi circolare, stato di agitazione psicomotoria, senile, presenilina e psicosi alcolica, malattie mentali accompagnate da agitazione, paura, insonnia, stress). Gli agenti neurolettici sono anche usati in chirurgia per prepararsi a un intervento come sedativi, per potenziare l'effetto di sostanze narcotiche e analgesiche, come agenti anti-shock; in terapia - per il trattamento dell'ipertensione (reserpina), oltre a sedativi e antiemetici per radiologia e chemioterapia di tumori maligni; in ostetricia - per il trattamento della tossicosi in gravidanza; in dermatologia - con prurito.

Quando si utilizzano agenti antipsicotici, possono verificarsi effetti collaterali: disturbi extrapiramidali ( parkinsonismo ), stati depressivi. I derivati ​​della fenotiazina possono anche causare alterazioni del sangue (leucopenia, agranulocitosi), alterazione della funzionalità epatica e reazioni allergiche. In caso di effetti collaterali, ridurre la dose o annullare i farmaci antipsicotici; con sintomi di malattia di Parkinson, ciclodolo e altri farmaci sono prescritti. Per il ritiro dalla depressione, gli psicostimolanti sono prescritti - meridil (vedi), pyridrol (vedi), fenamina (vedi). In caso di ipotensione che si verifica quando si utilizza aminazina, non è possibile utilizzare l'adrenalina (la pressione può scendere ancora di più), è necessario immettere mezaton o norepinephrine.

I farmaci neurolettici sono controindicati in caso di avvelenamento con narcotici, ipnotici e farmaci analgesici . I derivati ​​della fenotiazina non dovrebbero essere usati in malattie del fegato e dei reni, cambiamenti nel sangue.