Struttura della cellula neuronale del tessuto nervoso umano

Tessuto nervoso

struttura del neurone
La struttura del neurone: 1 - il corpo del neurone; 2 - dendriti; 3 - assone; Collaterali a 4 assoni; 5 - la guaina mielinica della fibra nervosa; 6 - ramificazione terminale della fibra nervosa. Le frecce indicano la direzione di propagazione degli impulsi nervosi (secondo Polyakov).

Il tessuto nervoso è uno dei tessuti del corpo che svolge le funzioni di percepire stimoli e condurre impulsi nervosi. Gli elementi strutturali del tessuto nervoso sono cellule nervose, o neuroni (fig.), E neuroglia (vedi). Ogni neurone consiste in un corpo, processi; dendriti e assoni. In base al numero di processi, si distinguono i neuroni unipolari (a processo singolo), bipolari (a due processi) e multipolari (a più processi). Alcuni processi conducono impulsi nervosi alla cellula (dendriti), altri dalla cellula (assoni). I neuroni funzionalmente afferenti (sensibili), associativi (intercalati) ed efferenti (motori) sono distinti. Il corpo del neurone è il suo centro trofico, la cui violazione dell'integrità conduce alla morte della cellula. Il corpo è costituito da un nucleo e citoplasma (neuroplasma). Oltre ai soliti organelli, il neuroplasma contiene organoidi speciali - neurofibrille e sostanza di Nissl (tigroide). Neurofibrille: sottili filamenti situati in diverse direzioni e che formano una rete densa; sono costituiti da protofibrille molto sottili (70-200 A). Le neurofibrille servono come scheletro di supporto di un neurone.

Un tigroide è una massa di sostanza basofila localizzata attorno al nucleo e che entra nelle basi dei dendriti. Il tigiro è coinvolto nella sintesi di sostanze necessarie per mantenere l'integrità strutturale del neurone e il suo funzionamento specifico. Le sostanze sintetizzate vengono continuamente trasportate dal corpo del neurone ai suoi processi. I processi del neurone sono chiamati fibre nervose. Ogni fibra è costituita da un cilindro assiale (assone), al cui interno si trovano l'axoplasma, le neurofibrille, i mitocondri e le vescicole sinaptiche. A seconda della struttura delle membrane, avvolgendo gli assoni, distinguere tra la polpa (mielina) e le fibre carnose. La fibra non-camerata consiste di 7-12 assoni sottili che passano all'interno del filo formato da una catena di cellule neurogliali. Ogni assone è separato dal citoplasma della cellula gliale dalla propria membrana. La fibra della polpa è costituita da un assone più spesso, che, oltre al rivestimento gliale, è avvolto nella guaina mielinica. A causa della presenza del guscio carnoso e della sua struttura segmentata, la velocità degli impulsi nervosi aumenta significativamente. Le fibre ramificate periferiche formano le terminazioni nervose. A seconda della funzione, queste terminazioni sono suddivise in recettore (sensibile) ed effettrico (motore). I recettori sono incapsulati e non incapsulati. I primi sono separati da altri tessuti da capsule di tessuto connettivo (corpi di Vater - boccette di Pacini, di Meissner, di Krause, ecc.), I secondi sono in diretto contatto con i tessuti innervati. Le estremità dell'effettore sono formate dalla ramificazione assiale del motore. Sulle fibre muscolari striate, le fibre motorie formano le terminazioni nervose - le cosiddette placche motorie. Le terminazioni degli assoni di un neurone sul corpo e i processi dell'altro sono chiamate sinapsi interneuronali (vedi).