Popolazione demografica dell'URSS

popolazione

Una popolazione è una raccolta di persone che vivono all'interno di un determinato territorio.

Per il successo nell'adempimento dei compiti nel campo dell'assistenza sanitaria, è importante conoscere la dimensione della popolazione, la sua composizione per sesso, età e processi demografici - fertilità, mortalità, migrazione (vedere Demografia) e sviluppo fisico . La mancanza di questi dati complica l'organizzazione di attività per la protezione della salute di vari gruppi della popolazione - bambini di età precoce, prescolare e scolastica, donne, ecc. I dati sulla popolazione sono uno degli elementi più importanti nel calcolo di un numero di indicatori di salute, inclusa la morbilità. La disponibilità di questi dati consente di giudicare in modo affidabile lo stato di salute di questi contingenti. La conoscenza della popolazione, della sua età-sesso e struttura produttiva, composizione nazionale, livello culturale, ecc., È necessaria per la pianificazione a lungo termine dei servizi medici a livello scientifico per la popolazione sia nel paese nel suo insieme che nei suoi singoli distretti.

Ogni struttura economica ha le sue specifiche leggi di popolazione che sono di natura storica. Le caratteristiche principali della legge socialista della popolazione sono la piena occupazione e l'uso razionale della popolazione abile nel lavoro socialmente utile al fine di migliorare gli standard di vita materiali e culturali della popolazione liberi dallo sfruttamento, sviluppare le capacità fisiche e spirituali di ogni persona e migliorare continuamente la salute della popolazione. La legge socialista della popolazione implica preoccupazione per la protezione della maternità e dell'infanzia, l'educazione di una giovane generazione sana e la creazione di condizioni per la crescita naturale della popolazione.

La popolazione mondiale (1970) è di 3.632 milioni di persone (il numero di uomini e donne è quasi lo stesso). I bambini (0-14 anni) costituiscono il 34%, età 15-59 anni - 58%, 60 anni e più anziani - 8%.

La grande guerra patriottica del 1941-1945 ha rivendicato più di 20 milioni di vite dei sovietici e ha influenzato negativamente i processi di riproduzione della popolazione. Tuttavia, il ripristino nel più breve tempo possibile negli anni del dopoguerra dell'economia nazionale, una serie di misure per rafforzare la protezione della maternità e dell'infanzia, l'espansione della rete di istituzioni mediche e il miglioramento del benessere della popolazione hanno portato ad un aumento della popolazione totale dell'URSS.

La principale fonte di informazioni sulla popolazione è il censimento (vedi).

La popolazione dell'URSS (al 1 ° gennaio 1972) era di 246,3 milioni di persone, la popolazione urbana era di 142,5 milioni e la popolazione rurale 103 milioni; Il 46,2% degli uomini, il 53,8% delle donne. Bambini sotto i 15 anni inclusi - 28,3%; persone 16 - 59 anni - 59,3%; 60 anni e oltre - 12,4%. Questo aumento della popolazione è anche dovuto al declino della mortalità (specialmente nei bambini).

Vedi anche Fertilità , Mortalità.