Prevenzione della tossicodipendenza (tossicomania)

dipendenza

La tossicodipendenza (sinonimo di abuso di sostanze) è una dipendenza patologica dalle sostanze che agiscono principalmente sul sistema nervoso centrale. La tossicodipendenza è caratterizzata da un irresistibile bisogno di ripetute assunzioni di dosi sempre crescenti di varie sostanze, tra cui stupefacenti (vedi Narcotic Drugs), e in loro assenza, nello sviluppo dell'astinenza, una combinazione di disturbi fisici e mentali estremamente dolorosi e spesso pericolosi per la vita del tossicodipendente. . Il primo posto per la sua relativa disponibilità e l'uso diffuso è preso dai tossicodipendenti associati all'uso di sonniferi - barbiturici (barbamil, nembutali , medinali), con l'uso di stimolanti ( caffeina , fenamina , pervitina ) e sostanze analgesiche ( probedolo , fenacetina , piramide , ecc.) . La polynarcomania è spesso annotata - ricevimento simultaneo di varie droghe o droghe e alcool.

Dipendenza da oppio Il codeineismo è più comune, mentre l'abuso di promedol e soprattutto di morfinismo sono rari.

Gli oppiacei sono somministrati internamente e per via parenterale, incluso per via endovenosa. Il quadro clinico della dipendenza che si sviluppa con l'uso di oppio, suoi alcaloidi e derivati ​​ha molto in comune. La necessità di un aumento della prima dose appare quando si utilizzano gli oppiacei entro e non oltre un mese dall'assunzione sistematica di farmaci, più spesso - prima. Allo stesso tempo, aumenta la tolleranza del farmaco (tolleranza), in relazione al quale molti tossicodipendenti assumono tali dosi di questi farmaci, che sono molte volte superiori alle solite dosi letali per gli esseri umani. Con il ritiro dei sintomi di astinenza da farmaci si verificano. L'astinenza si sviluppa in un tossicodipendente poche ore dopo averlo privato del farmaco. C'è una debolezza, insonnia , sudorazione grave, palpitazioni , lacrimazione e sbavanti, dolore e dolori muscolari, articolazioni e arti, mal di testa, nausea , vomito , diarrea . I pazienti diventano depressi, arrabbiati, spesso agitati e aggressivi. Durante i periodi di astinenza alla ricerca di droghe, i pazienti spesso commettono reati e crimini. Il 5-6 ° giorno dopo l'assunzione del farmaco, i sintomi di astinenza raggiungono il massimo e gradualmente diminuiscono entro il 10-14 ° giorno. Tuttavia, i disturbi del sonno, la debolezza, l'umore depresso possono continuare per diverse settimane.

La tossicodipendenza derivante dall'abuso di ipnotici . Si sviluppa in persone che assumono sonniferi per lungo tempo a causa di un disturbo del sonno e meno spesso nelle persone in cui l'assunzione di un sonnifero provoca uno stato di piacevole intossicazione. I sonniferi sono di solito presi per via orale. In questi casi, la necessità di dosi più elevate, di tolleranze e sintomi di astinenza appare molto più lentamente che con la dipendenza da oppio, di solito molti mesi o addirittura anni dopo l'inizio dell'abuso di ipnotici. I sintomi di astinenza nella tossicodipendenza con sonniferi sono per molti versi reminiscenti di quelli con l'abuso di preparati di oppio. Tuttavia, quando gli ipnotici vengono abusati, soprattutto i barbiturici, i disturbi dell'umore sono molto comuni, accompagnati da depressione e irritabilità, così come spasmi fibrillari di vari muscoli, colluttazione e svenimento, e con improvviso ritiro del farmaco, si verificano spesso attacchi epilettici grandi e piccoli. In alcuni casi, quando un paziente viene improvvisamente privato di un sonnifero, durante il periodo di sospensione, possono verificarsi psicosi del delirio a breve termine o allucinosi uditive (verbali) (vedere Sindromi allucinatorie ).

Tossicodipendenza derivante dall'abuso di stimolanti del sistema nervoso centrale. Dopo aver preso uno stimolante, c'è una sensazione di allegria, chiarezza di pensiero, maggiore efficienza con il desiderio di lavorare. I sintomi di astinenza con assuefazione sono espressi da letargia, stanchezza, sonnolenza, umore basso, diminuzione e mancanza di prestazioni.

Gli antidolorifici sono spesso abusati da persone che soffrono di superlavoro, insonnia, mal di testa, dolori alle articolazioni, ecc. I cambiamenti mentali che si verificano con l'uso a lungo termine di antidolorifici si manifestano con variabilità dell'umore e lieve eccitabilità. Possono verificarsi convulsioni epilettiformi.

Gashishemaniya . Hashish (anasha, piano, marijuana) - una droga di canapa indiana, mescolata con tabacco ; meno spesso preso in polvere all'interno. Quando si prende una droga, si crea un umore beatamente elevato con un senso di tempo di arresto, fantastiche illusioni visive (vedi) e spesso percezione dei suoni a colori. Con avvelenamento significativo, appaiono immagini deliranti di contenuti fantastici e piacevoli per il paziente. I sintomi di astinenza sono lievi e sono determinati da astenia superficiale superficiale.

L' abuso di cocaina (abuso di cocaina) ora è praticamente inesistente.

Con l'abuso prolungato di droghe, specialmente preparazioni di oppio e barbiturici, ci sono cambiamenti di personalità distinti. Gli interessi del paziente sono assorbiti dal bisogno di drogarsi, si verifica un grossolano emotivo, l'inganno, il desiderio di un'esistenza parassitaria, l'interesse per il lavoro scompare. I cambiamenti personali nella tossicodipendenza sono sempre più pronunciati rispetto al caso di abuso di alcool.

Trattamento Un tossicodipendente è soggetto al ricovero ospedaliero obbligatorio in un ospedale psichiatrico, dove il trattamento viene effettuato in più fasi. Il primo stadio sta portando via il farmaco e interrompendo i fenomeni di astinenza, il secondo stadio sta eliminando gli effetti dell'intossicazione cronica e il terzo stadio sta sviluppando il lavoro e gli atteggiamenti sociali del paziente, che è iniziato in ospedale e continua successivamente in una clinica psichiatrica.

La prevenzione della tossicodipendenza si riduce al controllo sulla produzione e la vendita di farmaci, oltre a condurre un ampio lavoro educativo tra il personale medico e la popolazione al fine di spiegare il pericolo di prescrizioni e farmaci irragionevoli che possono causare dipendenza da droghe durante l'uso a lungo termine.