La narcolessia (sonnolenza) causa il trattamento

malattia del sonno

La narcolessia è una malattia manifestata da attacchi di sonnolenza incontrollabile. Si presentano all'improvviso, durano da 1 a 10 minuti, meno spesso di più e altrettanto improvvisamente scompaiono. Gli attacchi si verificano in tutte le condizioni - per strada, mentre si cammina, si mangia, si parla, ma più spesso in un ambiente che facilita l'addormentarsi - in silenzio, dopo aver mangiato, in una posizione comoda del corpo. Il paziente si sveglia o da un leggero impatto esterno - uno shock, un trattamento, ecc. La frequenza delle convulsioni - da uno a pochi giorni a molte dozzine in un giorno. Molto spesso la narcolessia è combinata con cataplessia (improvvisa e breve termine - da alcuni secondi a 2-3 minuti - rilassamento dei muscoli, che porta alla caduta del paziente). Cataplessia si verifica di solito in connessione con emozioni positive, in particolare accompagnate da risate.

La coscienza durante gli attacchi di cataplessia rimane conservata.

I pazienti con narcolessia solitamente si addormentano con difficoltà; hanno un sonno superficiale.

La causa della narcolessia è più spesso l' encefalite epidemica, meno spesso il trauma craniocerebrale . Ci possono essere casi ereditari di narcolessia. Il trattamento è condotto da un medico. L'uso a lungo termine più efficace di efedrina è 0,025-0,05 g una o due volte al giorno (non di notte). I pazienti con narcolessia sono attività lavorativa controindicata, in cui un attacco di sonnolenza può portare a un incidente.