Flusso urinario

Flusso urinario

Flusso urinario: penetrazione dell'urina nel tessuto a seguito della violazione dell'integrità degli organi urinari. Il torpore urinario è il più delle volte causato da lesioni; più raramente, in caso di lesione del sistema urinario da tubercolosi, actinomicosi e tumori. Poiché tutti gli organi del sistema urogenitale sono circondati da tessuto grasso libero e comunicano tra loro, il flusso urinario può coprire un'area ampia e apparire lontano dagli organi interessati.

Attraverso un difetto nel muro di una delle sezioni del sistema urinario, l'urina penetra nel tessuto circostante, la permea, causando la necrosi e crea condizioni favorevoli per lo sviluppo dell'infezione. Linfatico e vasi sanguigni sono coinvolti nel processo infiammatorio, flebiti , tromboflebiti e successivamente si sviluppa la sepsi . I prodotti tossici, essendo assorbiti, provocano gravi intossicazioni.

Clinica: dopo l'infortunio o sullo sfondo di una malattia cronica di uno degli organi del sistema urinario, nella proiezione della rottura determinata, si verifica l'infiltrazione, che, aumentando, è accompagnata da forte dolore, febbre, brividi e sudore versando. L'ascesso urinario si manifesta con un lento aumento del gonfiore. Gonfiore, iperemia in questa zona, dolore acuto indicano flemmone . Quando la posizione superficiale del flusso urinario è determinata dalla fluttuazione . Più tardi compaiono macchie scure che indicano necrosi, apertura di fistole urinarie , spiccano le masse necrotiche.

Trattamento Apertura e ampio drenaggio. Il tessuto morto deve essere rimosso. In caso di danno all'uretere e flusso verso lo spazio peritoneale posteriore, vi è un nefro o pielostomia, e per flusso sulla base del danno all'uretra, un'epicystostomy (vedi Drenaggio). Terapia antibiotica prescritta. Nel periodo postoperatorio è necessario monitorare attentamente il normale funzionamento dei tubi di drenaggio. Ogni successiva violazione del deflusso è di nuovo accompagnata dalla penetrazione di urina nella cavità precedentemente formata dal flusso urinario, che contribuisce all'esistenza di una fistola purulenta-urinaria non cicatrizzante. La presenza di quest'ultimo contribuisce allo sviluppo dell'amiloidosi dei reni (vedi Amiloidosi).