Uretra (uretra)

uretra

L'uretra (uretra) è il dotto escretore attraverso il quale l'urina viene espulsa dalla vescica verso l'esterno. Negli uomini, le secrezioni delle ghiandole sessuali sono anche secrete attraverso l'uretra.

Anatomia L'uretra femminile - lunga 3,5-4 cm - è più larga del maschio, parte dall'apertura sul fondo della vescica, passa dietro e sotto l'articolazione pubica, fora il diaframma urogenitale e si apre tra le labbra disgustose sotto il clitoride . L'uretra maschile è un tubo lungo 22-25 cm, costituito da mucose e membrane muscolari, che formano una curva a forma di S sul suo percorso; inizia con un buco nel fondo della vescica, passa attraverso la ghiandola prostatica , che si trova al suo interno. Questa parte dell'uretra è chiamata prostata. Segue la parte membranosa che passa attraverso il diaframma urogenitale del bacino e la parte spugnosa situata tra i corpi cavernosi del pene.

La prostata e le parti membranose dell'uretra ne formano una parte fissa. A partire dal legamento, che appende il pene , va la parte mobile dell'uretra. La lunghezza dell'uretra prostatica è 3-4 cm, sulla sua parete posteriore c'è una cresta longitudinale - un tubercolo seme e sulle sue superfici laterali ci sono bocche di condotti eiaculatori e aperture delle ghiandole prostatiche. La parte membranosa dell'uretra è la parte più stretta e più corta di essa. È in questa sezione che il cateterismo può manifestare resistenza muscolare.

Sotto le ossa pubiche proprio all'inizio della parte spugnosa c'è un ispessimento - il bulbo dell'uretra. La parte bulbosa è caratterizzata da un gran numero di dotti mucosi, e ci sono anche condotti delle ghiandole bulbouretrali (Cooper). La parte più periferica dell'uretra è la fossa dello scafoide. Qui ci sono le brutte ghiandole mucose dell'uretra (Littre). Spesso sul retro della fossa scafoidea si verifica la piega trasversale semilunare.

Il rifornimento di sangue all'uretra viene effettuato attraverso i rami dell'arteria scamous interna. Le navi ampiamente anastomoza e formano una rete arteriosa ramificata. Le vene della prostata e della parte membranosa cadono nel plesso venoso del bacino, le vene del corpo cavernoso sono collegate alla vena posteriore del pene. L'innervazione dell'uretra viene effettuata dal plesso simpatico cavernoso, così come i rami spinali dei nervi sacrali.

L'uretra (uretra) è un tubo attraverso il quale escrezione di urina e sperma. La lunghezza dell'uretra maschile è di 18-20 cm e può essere divisa in tre sezioni: prostatica - lunga 3-4 cm, tra lo sfintere interno ed esterno della vescica (sopra il diaframma urogenitale), membranosa - 1,5-2 cm, perforante dell'urogenitale il diaframma, e il fronte - una lunghezza di 15-17 cm, che è diviso verso la periferia in cipolla (cavallo), scrotale e pendente, o cavernoso, parti. Il diametro del lume dell'uretra è di circa 1 cm Le zone più strette dell'uretra sono il reparto membranoso e l'apertura esterna; le più ampie sono le parti prostatiche e bulbose, così come la fossa scafoidea dietro l'apertura esterna. In tutto, l'uretra è rivestita da un epitelio cilindrico, fatta eccezione per la fossa scafoide rivestita da epitelio squamoso stratificato.

Sulla mucosa dell'uretra, numerose aperture delle ghiandole di Littre e delle lacune di Morgagni si aprono sulla parete superiore; sulla parete inferiore della parte bulboznoy - le aperture delle due più grandi glandule di Cooper, la cui dimensione può raggiungere un pisello. Sul retro del reparto prostatico dell'uretra, c'è un tubercolo seme, il cui tessuto è costituito da tre strati: la membrana mucosa, il tessuto sottomucoso cavernoso e lo strato muscolare.

Sulle superfici laterali del tubercolo seme, i dotti delle ghiandole prostatiche nella gamma da 30 a 50 si aprono, e all'apice di esso ci sono le bocche di entrambi i dotti deferenti.

Gli strati muscolari sono composti da fibre lisce che hanno un interno longitudinale, esterno - una direzione circolare.

L'apporto di sangue arterioso alla divisione prostatica è fornito dalle arterie cistiche emorroidali inferiori e inferiori, dalla bulbosi dall'arteria bulbosa e dal cavernoso da a. uretrali, aa. dorsalis et profunda penis. Le vene con lo stesso nome si riuniscono nella sottomucosa e formano plessi che scorrono in parte nel plesso santorinius, in parte nel plesso prostatico.

I vasi linfatici del reparto cavernoso dell'uretra si dirigono verso i linfonodi inguinali ed esterni, la sezione posteriore verso i linfonodi iliaci, ipoglicemici e emorroidali superiori.

L'innervazione dell'uretra viene effettuata dal nervo corticale, Dorsalis penis e nn. perinei.

L'uretra nelle donne è significativamente più corta che negli uomini. La sua lunghezza è di 3-4 cm. Apre un numero esiguo di seni e dotti escretori delle ghiandole; due di loro si aprono ai lati dell'apertura esterna dell'uretra, i dotti escretori delle ghiandole scheletriche.

L'uretra femminile viene rifornita di sangue dall'arteria disparata interna, dalle arterie vesciche e vaginali inferiori. Le vene cadono nel plesso di Santorini e nel sistema venoso della vagina.

I metodi di esame dell'uretra comprendono l'ispezione, la palpazione, l'ottenimento e la ricerca di secrezioni patologiche, occhiali e esame strumentale: bougienage (vedi), sondaggio (vedi), uretroscopia e metodi di esame diagnostico a raggi x - uretrografia (vedi). Quando si esamina l'uretra prestare attenzione all'apertura esterna, alla sua larghezza, al suo rossore, alla presenza di secrezioni, alle spugne per l'incollaggio. Allo stesso tempo, quando si esamina la testa del pene, si nota la patologia: anomalie dello sviluppo, fimosi (vedi), infiammazione della testa e del sacco prepuziale, passaggi parauretrali, ulcerazione. Alla palpazione vengono rilevati infiltrati, piccoli noduli, cambiamenti nelle ghiandole di Cooper. Lo studio dei cambiamenti nel flusso di urina è molto importante. Se c'è un'ostruzione nell'uretra, il flusso di urina diventa più sottile, ma la forza della crosta è normale. Con l'indebolimento della parete muscolare della vescica, il flusso di urina diventa lento e cade verticalmente verso il basso. L'ispezione delle urine fresche consente di decidere la prevalenza del processo patologico nell'uretra. A tale scopo, utilizzare campioni di vetro. C'è un test in due vetri; prima del test il paziente dovrebbe entro 3-5 ore. non urinare Il paziente riempie il primo bicchiere con la prima porzione di urina (50-60 ml) e il secondo con la quantità rimanente. Nel primo bicchiere entra l'urina, il muco arrossato, il pus o il sangue dall'intera uretra, nel secondo - dalla vescica. La presenza di pus nel primo vetro indicherà una malattia infiammatoria della parte periferica (anteriore) dell'uretra, pus in entrambi gli occhiali - la parte posteriore dell'uretra. Un campione a tre test è più preciso: utilizzando il catetere, la parte anteriore dell'uretra viene lavata e il liquido viene raccolto nel primo bicchiere, quindi il paziente urina in due passaggi. Quando si valuta l'urina torbida non bisogna dimenticare la possibilità di sedimenti. L'urina uniformemente torbida e friabile può contenere cristalli di acido fosforico. Dall'aggiunta di poche gocce di acido acetico alle urine, la feccia scompare. Urina contenente urato diventa trasparente quando riscaldato. Gli ossalati si sciolgono quando l'acido cloridrico viene aggiunto all'urina. Il sedimento urinario viene esaminato al microscopio.

  • Anomalie di sviluppo, danno e pietre dell'uretra
  • Stenosi e tumori uretrali