Trattamento dei sintomi della miocardite cardiaca

miocardite

La miocardite è un'infiammazione del miocardio. Molto spesso la miocardite si manifesta in malattie infettive (reumatismi, difterite, tifo e febbre tifo , mal di gola, scarlattina , sepsi, influenza grave, ecc.). Anche la miocardite è di natura allergica (a causa dell'aumentata sensibilità del miocardio agli effetti dei prodotti di decomposizione di corpi microbici, alcuni farmaci, ecc.). Nella miocardite, i cambiamenti patologici possono essere prevalentemente localizzati nelle fibre muscolari (miocardite parenchimale) o nel tessuto interstiziale (miocardite interstiziale). La prevalenza delle lesioni può essere diffusa o focale.

La miocardite può essere nascosta, ma più spesso i pazienti lamentano dolore al cuore, interruzioni, palpitazioni , mancanza di respiro e debolezza. Tutti questi fenomeni sono significativamente aggravati dallo sforzo fisico. All'esame, si nota il pallore della pelle, talvolta con una sfumatura bluastra. Polso piccolo, morbido, rapido, raramente lento; si osservano spesso disturbi del ritmo e della conduzione (vedi Aritmie del cuore ). Il cuore si allarga, i toni si indeboliscono, si sente spesso il soffio sistolico all'apice; a volte un ritmo galoppo (vedi ritmo galoppo ), che indica un grave danno al muscolo cardiaco. Con l'aiuto di un ECG , vengono rilevati cambiamenti diffusi nel miocardio, un rallentamento della conduttività (allungamento dell'intervallo P-O, blocco atrioventricolare incompleto o completo). Aumento della temperatura corporea, i cambiamenti nel sangue non sono specifici per la miocardite e sono solitamente causati dalla malattia che ha causato miocardite (reumatismi, tifo, ecc.).

Con il flusso di miocardite può essere acuta e cronica. Nella miocardite acuta si sviluppano spesso disturbi circolatori gravi: mancanza di respiro , cianosi , gonfiore delle vene del collo, ingrossamento del fegato, edema delle gambe, idropisia delle cavità ( ascite , idrotorace). A volte c'è una tendenza a svenire. La morte improvvisa può verificarsi a seguito di arresto cardiaco. In alcuni casi, il quadro clinico è dominato dai sintomi dell'insufficienza vascolare: pallore della pelle, bassa pressione sanguigna, polso frequente, piccolo, che dipende dalla violazione della regolazione del tono vascolare, che si osserva in molte malattie infettive.

La miocardite può verificarsi in tutte le infezioni, comprese quelle batteriche, virali, rickettsiali, fungine e parassitarie.

Nel quadro clinico del processo infettivo generale, i sintomi della miocardite nella maggior parte dei casi sono secondari. Tuttavia, in alcuni casi, la miocardite può essere grave, con segni di insufficienza cardiaca e può essere fatale.

In questo caso, l'agente infettivo stesso si trova nel tessuto miocardico solo in rari casi (Burch, Giles, 1972), che indica la complessità della patogenesi di tale miocardite.

Un precedente danno al miocardio di qualsiasi natura può aumentare la sua sensibilità a vari agenti infettivi.

I dati sulla vera frequenza della miocardite infettiva sono molto difficili da ottenere. Ciò è dimostrato dal fatto che i cambiamenti morfologici pronunciati nel tipo di miocardite sono stati trovati in quasi il 3% di quelli che sono morti per cause accidentali senza precedenti segni clinici significativi di malattie cardiache.

Come conseguenza della miocardite infettiva acuta acuta, possono svilupparsi cambiamenti cicatriziali nel miocardio. Tuttavia, solo in alcuni casi portano a manifestazioni cliniche associate a compromissione della conduzione intracardiaca, allo sviluppo di aritmie ectopiche e, in casi molto rari, a insufficienza cardiaca. È in questi pazienti che ci sono motivi per diagnosticare la cosiddetta miocardite cardiosclerosi (GF Lang, 1936).

La letteratura straniera discute la questione di alcune rare forme di malattie del miocardio: ipertrofia miocardica idiopatica, miocardiopatia, fibrosi endomiocardica diffusa - può anche essere una conseguenza di una miocardite virale acuta o subacuta tempestiva non riconosciuta (Burch, Giles, 1972), ma questo punto di vista non è ancora può essere confermato. Le manifestazioni cliniche della miocardite hanno particolarità a seconda del tipo di patogeno, che è importante tenere a mente al momento del riconoscimento.

La miocardite cronica si osserva raramente, principalmente nella tubercolosi, nella sifilide e nei reumatismi. Le lesioni miocardiche nella sifilide e nella tubercolosi sono anatomicamente patologicamente simili a quelle di altri organi in queste malattie, ad esempio la miocardite gommosa nella sifilide.

Il quadro clinico e il decorso della miocardite hanno caratteristiche che dipendono dall'eziologia della malattia. Nella miocardite reumatica, i cambiamenti patologici di natura focale sono concentrati nel tessuto interstiziale. Spesso, l'endocardio e il pericardio sono contemporaneamente colpiti (vedi Reumatismi ). Caratterizzato da dolore nel cuore, aritmie e conduzione; nella miocardite grave si sviluppa insufficienza cardiovascolare. La miocardite da difterite di solito si sviluppa nella seconda settimana della malattia di base. L'autopsia è una miocardite parenchimale diffusa. Caratterizzato da grave insufficienza cardiaca e disturbi della conduzione fino a completare il blocco atrioventricolare. La miocardite tifoide si sviluppa a 3-4 settimane dall'inizio della febbre tifoide e talvolta nel periodo di recupero. Insufficienza cardiaca grave, di regola, non si verifica, ma l'insufficienza vascolare si sviluppa spesso a causa dell'effetto di una infezione da tifo nei centri di regolazione vascolare.

La miocardite maligna idiopatica isolata (miocardite di Abramov-Fiedler) è particolarmente grave. L'eziologia e la patogenesi di questa miocardite non sono chiare. È clinicamente manifestato da grave insufficienza cardiaca, dolore nell'area del cuore e disturbi del ritmo cardiaco; la febbre è spesso osservata. Questa miocardite è spesso complicata dal tromboembolismo nel circolo ampio e piccolo della circolazione sanguigna. Scorre bruscamente e subacatamente, meno cronicamente.

La diagnosi di miocardite non è difficile se i sintomi del danno cardiaco si sono verificati sullo sfondo di qualsiasi malattia infettiva o intossicazione.

La prognosi per la miocardite è sempre seria. La miocardite acuta, che si è formata sullo sfondo di una malattia infettiva, di solito termina in guarigione con lo sviluppo di cardiosclerosi più o meno pronunciata (vedi). Prognosi molto difficile per la miocardite di Abramov - Fiedler, in cui la mortalità è elevata.

Il trattamento dei pazienti con miocardite acuta viene eseguito in ospedale. In primo luogo, il trattamento farmacologico dovrebbe mirare ad eliminare la malattia che ha causato miocardite (reumatismi, difterite, sepsi , ecc.). Per sopprimere il meccanismo allergico nello sviluppo della miocardite, in alcuni casi vengono utilizzati ormoni corticosteroidi ( prednisone ). Con l'apparizione di insufficienza cardiaca, vengono mostrati glicosidi cardiaci , è meglio iniettare per via endovenosa la soluzione di 0,05% di strophanthin 0,5 ml o soluzione di Korglikon 0,06% di 1 ml in 20 ml di soluzione di glucosio al 40% o soluzione di cloruro di sodio isotonico 1-2 volte al giorno; l'uso della digitale (vedi) con miocardite è meno efficace. Quando l'edema prescritto diuretici. Nell'insufficienza vascolare, viene utilizzato l'uso di agenti che aumentano il tono vascolare: cordiamina 2 ml per via sottocutanea, caffeina sodio benzoato 1 ml di soluzione al 10% per via sottocutanea, canfora 2 ml di soluzione di olio al 20% per via sottocutanea, mezaton 0,5-1 ml di soluzione all'1% per via sottocutanea, efedrina 0 , 5-1 ml di soluzione al 5% per via sottocutanea, ecc. Nei casi più gravi, vengono iniettati per via endovenosa 400-800 ml di soluzione di cloruro di sodio isotonico o soluzione di glucosio al 5%. Secondo le indicazioni, norepinefrina o adrenalina, idrocortisone o prednisolone sono aggiunti al liquido (vedi Circolazione, insufficienza circolatoria). In miocardite, è consigliabile prescrivere agenti che migliorano il metabolismo nel miocardio - vitamine, cocarbossilasi, ATP. Nella miocardite acuta grave con gravi sintomi di insufficienza cardiaca, il riposo a letto è prescritto con la limitazione dei movimenti attivi del paziente a letto, a volte per diverse settimane. Il cibo dovrebbe essere facilmente digerito, ricco di vitamine, ma non causare gonfiore intestinale. Assegnare prevalentemente piatti caseari e vegetali, carne bollita e pesce bollito; limitare l'assunzione di liquidi e sale , specialmente con l'apparizione di insufficienza cardiaca.

La terapia fisica nella miocardite grave viene prescritta con molta attenzione, dopo la scomparsa dei sintomi dell'insufficienza cardiaca (edema, mancanza di respiro da solo). Inizia con esercizi di respirazione ed esercizi per gruppi muscolari di piccole e medie braccia e gambe (girando le braccia con i palmi verso l'alto con le dita che si allungano, la flessione alternata e l'estensione dei piedi, le braccia nelle articolazioni del gomito , la flessione alternata delle gambe, senza togliere i piedi dal letto). Gli esercizi si svolgono in posizione prona con il corpo sollevato e la testa, a passo lento. Quindi aggiungi esercizi per il corpo (sollevando il bacino, si gira dalla sua parte). Con una buona tolleranza all'esercizio della terapia, il volume degli esercizi ginnici viene gradualmente esteso. Se la miocardite non è pesante, la terapia di esercizio è prescritta fin dai primi giorni di degenza in ospedale.

Prevenzione È necessario prevenire le malattie che causano la miocardite e trattarle tempestivamente ed efficacemente.

Miocardite (miocardite, dal greco Mys, myos - muscolo e kardia - cuore) - infiammazione del muscolo cardiaco.

Le malattie infettive sono spesso accompagnate da cambiamenti funzionali nel miocardio, rilevati clinicamente o elettrocardiograficamente. Sebbene il substrato materiale sia alla base di qualsiasi disfunzione del miocardio, non è sempre espresso da un cambiamento visibile nella struttura del tessuto, e i disturbi del miocardio spesso dipendono da sottili cambiamenti biochimici e biofisici nel miocardio.

La miocardite si verifica nelle persone di tutte le età, sia negli uomini che nelle donne. Dividere la miocardite in varie forme è più appropriato non per morfologia, ma per principio etiologico. Miocardite si distingue: 1) fetale (la cui esistenza è ancora contestata); 2) a causa di una malattia infettiva (batterica, virale, fungina, parassitaria, ecc.) [A) con endocardite eb) senza endocardite]; 3) isolato diffuso [a) a causa di ipersensibilità eb) da una causa sconosciuta] o granulomatoso; 4) specifico (reumatico, tubercolare, sifilitico).

Ogni malattia infettiva, indipendentemente da quanto causata (microbo, virus, ecc.), Può essere complicata dalla miocardite.