Trattamento della mononucleosi infettiva (febbre ghiandolare, cellule linfoidi, angina monocitica, malattia di Filatov)

Mononucleosi infettiva

Mononucleosi infettiva (sinonimo: febbre ghiandolare, cellula linfoide, mal di gola monocitico, malattia di Filatov) è una malattia infettiva acuta con sintomi di intossicazione generale, febbre, mal di gola, linfonodi ingrossati, milza, meno spesso fegato, alterazioni leucocitarie caratteristiche del sangue.

L'eziologia non è completamente compresa. Probabilmente l'agente causale è un virus.

Epidemiologia. Vi sono casi individuali (sporadici) di malattia ovunque, meno frequenti epidemie tra scolari e studenti. La fonte dell'infezione è una persona malata. La malattia è trasmessa da goccioline trasportate dall'aria.

Anatomia patologica. I cambiamenti istologici sono ridotti all'iperplasia linfoide dei linfonodi e alla proliferazione attiva delle cellule reticoloendoteliali.

Il quadro clinico (sintomi e segni). Il periodo di incubazione va dai 4 ai 30 giorni. La malattia spesso si sviluppa in modo acuto - con un piccolo brivido e un rapido aumento della temperatura a 39-40 °. I segni tipici di mononucleosi infettiva sono febbre, una varietà di mal di gola, linfonodi ingrossati e dolorosi, specialmente cervicali posteriori e anteriori, sottomandibolari, milza ingrossata e talvolta fegato . Possibili fenomeni catarrali della congiuntiva degli occhi, della mucosa nasale, nonché varie eruzioni cutanee, mal di testa, dolori muscolari, fenomeni dispeptici, ecc. Il periodo febbrile dura da 4 a 8 giorni a 1-2 mesi. Nel sangue leucocitosi raggiunge 10.000 - 20.000; predominano linfociti e monociti (40-90%), compaiono cellule mononucleate atipiche con un protoplasma ampio e luminoso (cellule mononucleate). I cambiamenti nel sangue persistono per 2 - 4 mesi. e altro ancora dopo la normalizzazione della temperatura.

Complicazioni: stomatite , polmonite , ittero, meningite sierosa , endocardite , rottura della milza, otite , anemia emolitica, ecc.

La diagnosi si basa sul quadro clinico della malattia, i risultati dello studio del sangue periferico e dei dati epidemiologici. La reazione sierologica di Paul-Bunnelle alla scoperta di anticorpi eterofili che agglutinano gli eritrociti di pecora non è cruciale a causa della sua bassa specificità. La diagnosi differenziale deve essere eseguita con l'angina Vincent (vedi Angina), la difterite (vedi) e nei casi che si verificano con ittero, con epatite epidemica (vedere epatite epidemica).

Il trattamento della mononucleosi infettiva è sintomatico. Come prescritto da un medico in casi gravi, vengono usati ormoni steroidei ( prednisone ); gli antibiotici sono usati per prevenire le complicanze batteriche.

La prevenzione della mononucleosi infettiva consiste nella diagnosi precoce e nell'isolamento dei pazienti per un periodo febbrile. I convalescenti vengono dimessi dopo la scomparsa dei principali sintomi clinici a temperatura corporea normale.