colostro

colostro

Il colostro - è il segreto delle ghiandole mammarie delle donne, rilasciato alla fine della gravidanza e nei primi 2-3 giorni dopo la nascita. Il colostro è un liquido giallo denso e appiccicoso con un peso specifico di 1050-1060. L'esame microscopico del colostro rivela un grande accumulo di corpi grassi e leucociti in esso. Il colostro del 2-3 ° giorno, il cosiddetto latte di colostro, contiene proteine ​​fino al 5,8% (principalmente albumina e globuline), carboidrati fino al 7,6%, grassi circa 5%, sali minerali 0,3-0,5% . La composizione del colostro comprende una grande quantità di vitamine: A, B1, acido nicotinico (vitamina PP), acido ascorbico (vitamina C). Il valore nutrizionale del colostro è anche determinato dal contenuto di enzimi lipasi , amilasi. Oltre agli enzimi, il colostro contiene un certo numero di anticorpi e ormoni protettivi. Il contenuto calorico del colostro è molto alto - 100 g contengono 150 kcal. Dal 4 ° al 5 ° giorno dopo la nascita, la composizione qualitativa e l'aspetto del colostro cambiano ("latte di transizione"): il suo contenuto calorico diminuisce, il contenuto di proteine, i sali minerali diminuiscono (vedi latte materno).

Il colostro è un alimento necessario per i neonati nei primi giorni della loro vita.

Colostro (colostro) - il segreto delle ghiandole mammarie, secreto in piccole quantità nella seconda metà della gravidanza e nei primi 2-3 giorni di lattazione dopo la nascita di un bambino; Dal 2 ° al 3 ° giorno di allattamento, si dovrebbe parlare di "latte colostrico", dal quarto quinto giorno - di "latte transizionale", che si sta già avvicinando per colore, caratteristiche morfologiche e composizione chimica a "latte maturo". La dinamica di questo processo varia a seconda delle caratteristiche individuali della donna e delle peculiarità della sua lattazione; nei primipari, dura più a lungo, in più parti, è più breve. Colostro - una consistenza segreta densa e segreta, gialla, si staglia in grandi gocce. Il suo colore giallo dipende dalla grande quantità di carotenoidi contenuti nel grasso del colostro. La proporzione è alta (1.050-1.060).

Il colostro, oltre a palline di latte di varie dimensioni e non sempre nella forma corretta, contiene corpi di colostro e leucociti. I corpi del colostro sono cellule grandi, rotonde, a volte non del tutto regolari con un nucleo colorante sfocato e pallido e numerose piccole inclusioni grasse. La maggior parte degli autori ritiene che questi siano globuli bianchi contenenti goccioline di grasso emulsionate fagocitate da loro; è possibile che alcuni di essi siano cellule epiteliali che hanno subito degenerazione grassa. Tra i leucociti sono i polinucleari.
linfociti, inoltre, secondo alcuni autori, la predominanza del primo parla di buono e, in secondo luogo, di scarsa lattazione. Altri elementi formati di colostro - la cosiddetta mezza luna, cellule con capsula - sono palline di latte di forma irregolare.

La composizione chimica del colostro è significativamente diversa dal latte maturo. Il colostro è ricco di proteine ​​e sali; i carboidrati, di regola, contengono meno, e il grasso è all'incirca lo stesso del latte femminile maturo. Il colostro è relativamente ricco di albumina e ү-globulina. L'apporto calorico di colostro è molto alto nei primi giorni di lattazione e poi diminuisce rapidamente. Se il primo giorno di lattazione il valore calorico di 1 l di colostro è di 1500 kcal, quindi il terzo giorno - 800 kcal. Il contenuto di alcuni sali minerali nel colostro e nel latte di una donna secondo Tag (W. Birk) e Schloss (E. Schloss) è indicato nella tabella 1.

Tabella 1
Sali minerali che costituiscono il colostro e il latte In 100 g di colostro 100 g di latte maturo secondo Schloss
per tag secondo Schloss
Cenere totale 0,2814 0,3048 0,1839
CaO 0,0360 0,0335 0,0375
K2O 0,0770 0,0795 0,0529
Na2O 0054 0,0532 0,0188
P2O5 0,1137 0,0621 0,0404
MgO 0,0093 0,0069 0.0085

Il contenuto di oligoelementi - rame, zinco, nichel e cobalto nel colostro e latte delle donne è indicato nella tabella 2 (in scala da 100 ml).

Tabella 2
Il segreto rame zinco nichel cobalto
media vibrazione media vibrazione vibrazione vibrazione
colostro 64.1 30-114 232,3 201-798 0-42 0-10
latte 43.3 32-67 245,4 141-349 tracce - 22 0-25

Il contenuto di vitamine nel colostro dipende in gran parte dalle abitudini alimentari di una donna durante la gravidanza e l'allattamento.

Il colostro femminile contiene un numero di enzimi (peptidasi, catalasi, ecc.). Il colostro si coagula facilmente quando è bollito, non si coagula quando il caglio è esposto. Il colostro è più ricco del latte maturo dagli anticorpi; ha più isohemagglutinine, che devono essere ricordate nella malattia emolitica del neonato.

Il colostro svolge un ruolo importante nell'alimentazione del neonato e nel suo adattamento all'esistenza extrauterina: da una quantità relativamente piccola di colostro, il bambino riceve alimenti ipercalorici ricchi di proteine ​​complete che sono simili nella composizione di aminoacidi all'albumina sierica della madre e del bambino. Il grasso del colostro, ricco di acido oleico, è simile per composizione e numero di iodio al grasso corporeo. Le proteine ​​del colostro attraversano in parte liberamente la parete intestinale intatta e non possono essere considerate estranee al corpo del bambino. I neonati, privati ​​del colostro della madre sin dalle prime ore di vita, hanno maggiori probabilità di sviluppare disturbi digestivi. Vedi anche latte materno.