Fistola urogenitale nel trattamento delle donne

Fistola urogenitale nelle donne

  • Fistola genitourinaria negli uomini
  • La fistola urogenitale è un messaggio patologico degli organi urinari cavi tra di loro, con il lume dell'intestino o con la superficie del corpo. Più comune nelle donne che negli uomini.

    fistola vescico-vaginale
    Fistola vaginale cistica (1)

    Le fistole urogenitali nelle donne sono vescicovaginali (fig.), Uretero-vaginali, uretro-vescicolare-vaginali, cistiche-uterine, ecc. E sono il risultato di traumi, infiammazioni, tumori e disturbi trofici nei tessuti del sistema urogenitale. Le fistole urogenitali possono essere formate dopo un travaglio, un parto, un intervento ginecologico o urologico, a causa del collasso del tumore durante la radioterapia intra-cavità. Distinguere la fistola urogenitale congenita, ad esempio, l'ectopia della bocca dell'uretere e acquisita. Reclami per la fistola urinogenitale: incontinenza urinaria totale o parziale in caso di minzione in assenza o parzialmente conservata.

    Per le fistole urinogenitali, sono caratteristici la macerazione della pelle del perineo e delle cosce, l'iperemia e il gonfiore della mucosa vaginale. All'esame della vagina, è visibile una cicatrice o una piega retrattile della membrana mucosa, da cui viene rilasciata l'urina; a volte è possibile determinare l'apertura della fistola urogenitale, in cui è facile tenere una sonda gonfiata. Per chiarire la posizione delle fistole urogenitali, 20 ml di una soluzione all'1% di blu di metilene vengono iniettati nella vescica e una garza asciutta viene inserita nella vagina . Quando fistola vescicovaginale dopo 15 min. Il tampone inserito è di colore blu.

    Uno studio necessario per le fistole urogenitali è la cromocitoscopia (vedi cistoscopia ), che aiuta a stabilire la localizzazione della fistola, la sua relazione con gli orifizi ureterali e la funzione renale. La mancanza di escrezione di carminio indaco dalla bocca dell'uretere con una fistola non rilevata parla a favore della fistola ureterale-vaginale.

    La condizione del tratto urinario superiore è accertata mediante urografia escretoria (vedi).

    Trattamento della fistola urinaria. Di norma, le fistole uretro-vaginali o vescicolari-vaginali sono chiuse dopo l' elettrocoagulazione del decorso fistoloso. Fistola di grande diametro trattata chirurgicamente.

    La base delle operazioni di recupero è il metodo di separazione delle mucose delle vie urinarie e dei genitali con chiusura separata delle aperture fistolose. Le operazioni vengono eseguite attraverso la vagina o attraverso la vescica. Per grandi difetti nella parete della vescica, vengono utilizzate plastiche intestinali. Se è impossibile chiudere la grande fistola vesicovaginale, producono la colptosi, cioè l'apertura esterna della vagina viene suturata strettamente.

    Quando le fistole ureterali-vaginali, l' uretere viene trapiantato nella punta tesa della vescica - ureterocianistomia. Con una posizione alta della fistola, quando è impossibile stringere la vescica, viene eseguita un'operazione di Boari: un lembo viene ritagliato dal muro della vescica verso l'uretere; il tubo formato dal lembo viene suturato con l'uretere sul catetere.

    La prevenzione delle fistole urogenitali è la corretta gestione del travaglio e delle operazioni ostetriche (forcipe, perforazione della testa del feto , ecc., Nonché punti tempestivi per le lacrime vaginali).

    Prendersi cura dei pazienti con fistole urogenitali consiste nell'attenta toilette della vagina, nell'applicare con soluzione di permanganato di potassio (1: 5000) o soluzione di acido lattico al 3%; con fistole vescicovaginali - lavaggio della vescica con soluzioni di furatsilin 1: 5000 o acido borico 1: 500. La sedia deve essere giornaliera (nominare lassativi, clisteri). Nel periodo postoperatorio è necessario monitorare la pervietà del catetere o degli scarichi di prelievo delle urine, se necessario, lavandoli giornalmente. .