Concimi minerali (effetti dannosi sul corpo)

Fertilizzanti minerali

I fertilizzanti minerali (come i veleni industriali) sono sostanze chimiche utilizzate in agricoltura per aumentare la fertilità del suolo . Tutti i fertilizzanti minerali, a seconda del contenuto dei principali nutrienti, sono suddivisi in fosfato, azoto e potassio. Inoltre, vengono prodotti fertilizzanti minerali complessi che contengono un complesso di sostanze nutritive. Le materie prime per la produzione dei più comuni fertilizzanti minerali (superfosfato, nitrato, silvinite, ossido nitrico, ecc.) Sono fosfati naturali (apatiti e fosfati), sali di potassio, acidi minerali, ammoniaca, soda , ecc. Il metodo di decomposizione di materie prime contenenti fosforo con acidi minerali.

I principali rischi professionali nella produzione di fertilizzanti minerali sono l'elevato contenuto di polvere nell'aria e il suo inquinamento con i gas. Polvere e gas contengono fluoro e suoi composti, acido fosforico, sali di acido nitrico e altri composti chimici che sono veleni industriali (vedi Veleni industriali).

Tra tutte le sostanze che costituiscono i fertilizzanti minerali, le più tossiche sono i composti del fluoro (vedi), il fosforo (vedi) e l'azoto (vedi). L'inalazione di polveri contenenti fertilizzanti minerali porta allo sviluppo di catarro del tratto respiratorio superiore, rinite , laringite, bronchite, pneumoconiosi (vedi). Con il contatto prolungato con la polvere dei fertilizzanti minerali, è possibile l'intossicazione cronica del corpo, principalmente a causa dell'influenza del fluoro e dei suoi composti (vedere Fluorosi ). Il gruppo di azoto e fertilizzanti minerali complessi può avere un effetto dannoso sul corpo a causa della formazione di metaemoglobina (vedi Metemoglobinemia). Le misure per prevenire le malattie professionali e migliorare le condizioni di lavoro nella produzione di fertilizzanti minerali consistono nel sigillare processi polverosi, costruire un sistema di ventilazione razionale (generale e locale), meccanizzare e automatizzare le fasi produttive più laboriose.

Di grande importanza igienica sono le misure di prevenzione personale. Tutti i lavoratori delle strutture di produzione di fertilizzanti minerali dovrebbero essere dotati di indumenti da lavoro. Durante il lavoro, accompagnato da un grande rilascio di polvere, tuta usata (GOST 6027-61 e GOST 6811 - 61). La rimozione della polvere e lo smaltimento degli abiti da lavoro sono obbligatori.

Un evento importante è l'uso di respiratori antipolvere ("Petal", U-2K, ecc.) E occhiali protettivi. Per proteggere la pelle occorre utilizzare unguenti protettivi, paste (IER-2, Chumakov, Selisky, ecc.) E creme e unguenti indifferenti (crema siliconica, lanolina, vaselina, ecc.). Le misure preventive personali includono anche il lavaggio giornaliero sotto la doccia, il lavaggio completo delle mani e il risciacquo della bocca prima dei pasti.

Chi lavora nella produzione di fertilizzanti minerali deve sottoporsi ad esami medici almeno due volte all'anno con la partecipazione di un terapista, un neuropatologo, un otorinolaringoiatra e un esame radiografico obbligatorio del sistema scheletrico.

I fertilizzanti minerali sono sostanze chimiche introdotte nel terreno al fine di ottenere rese elevate e sostenibili. A seconda del contenuto dei principali nutrienti (azoto, fosforo e potassio) vengono suddivisi in fertilizzanti azotati, fosforo e potassio.

Le materie prime per la produzione di fertilizzanti minerali sono fosfati (apatiti e fosfati), sali di potassio, acidi minerali (solforico, nitrico, fosforico), ossidi di azoto, ammoniaca, ecc. I principali rischi nella produzione e nel trasporto e nell'uso di fertilizzanti minerali L'agricoltura è polvere La natura dell'impatto di questa polvere sul corpo, il grado del suo pericolo dipende dalla composizione chimica dei fertilizzanti e dal loro stato di aggregazione. Il lavoro con fertilizzanti minerali liquidi (ammoniaca liquida, acqua di ammoniaca, ammoniaca, ecc.) È collegato, inoltre, al rilascio di gas nocivi.

L'effetto tossico della polvere delle materie prime fosfatiche e del prodotto finito dipende dal tipo di fertilizzanti minerali ed è determinato dai loro composti del fluoro (vedi) sotto forma di acido fluoridrico e sali di acido fluoridrico, composti del fosforo (vedi) sotto forma di sali neutri di acido fosforico, composti dell'azoto (vedi) sotto forma di sali di acido nitrico e nitroso, composti di silicio (vedi) sotto forma di biossido di silicio in uno stato legato. I più pericolosi sono composti di fluoro, che in diversi tipi di materie prime fosfatiche e fertilizzanti minerali contengono da 1,5 a 3,2%. L'esposizione alla polvere da materie prime fosfatiche e fertilizzanti minerali può causare catarro del tratto respiratorio superiore nei lavoratori, rinite, laringite, bronchite, pneumoconiosi, ecc., Causato principalmente dall'effetto irritante della polvere. L'effetto irritante locale della polvere dipende principalmente dalla presenza di sali di metalli alcalini in esso contenuti. Con il contatto prolungato con la polvere dei fertilizzanti minerali, è possibile l'intossicazione cronica del corpo, principalmente dall'esposizione a composti fluorurati (vedi Fluorosi). Insieme all'effetto fluorogenico, il gruppo di azoto e fertilizzanti minerali complessi ha anche un effetto di formazione di metaembolbi (vedi Metemoglobinemia), che è causato dalla presenza di sali di acido nitrico e nitroso nella loro composizione.

Nella produzione, nel trasporto e nell'uso di fertilizzanti minerali in agricoltura, devono essere osservate le precauzioni. Nella produzione di fertilizzanti minerali, viene implementato un sistema di misure antipolvere: a) sigillatura e aspirazione delle attrezzature per spolverare; b) pulizia senza polvere dei locali; c) rimozione della polvere dall'aria estratta mediante ventilazione meccanica, prima che questa venga emessa nell'atmosfera. L'industria produce fertilizzanti minerali in forma granulare, in contenitori, sacchi, ecc. Inoltre previene la formazione di polvere intensa quando si utilizzano fertilizzanti. Per proteggere l'apparato respiratorio dalla polvere vengono usati i respiratori (vedi), indumenti protettivi (vedere Abbigliamento, Occhiali). Si consiglia di utilizzare unguenti protettivi, crosta (Selisky, IER-2, Chumakov, ecc.) E creme indifferenti (lanolina, vaselina, ecc.) Che proteggono la pelle dei lavoratori. Durante il lavoro, si raccomanda di non fumare: sciacquare accuratamente la bocca prima di mangiare cibo e acqua. Dopo il lavoro, devi fare una doccia. Nella dieta dovrebbe essere abbastanza vitamine.

I lavoratori dovrebbero sottoporsi ad un esame fisico almeno due volte l'anno con radiografia obbligatoria del sistema scheletrico e del torace.