mesotelio

mesotelio

Mesotelio [dal greco. mesos - the median + (epi) telium] è uno strato di cellule piatte che si sviluppa dalla splancnotomia del mesoderma, coprendo le membrane sierose - il peritoneo, il pericardio, la pleura. Le cellule del mesotelio poligonale sono per lo più mononucleate. Dopo l'impregnazione con nitrato d'argento, i confini intercellulari sono rivelati come linee nere. Sotto il mesotelio c'è la membrana basale. Nell'area dei boccaporti di aspirazione, dove si verifica un intenso riassorbimento del fluido dalle cavità sierose, le cellule del mesotelio sono piccole, con confini di cellule cellulari sfocate e stomatologia abbondante. Vescicole pinocitotiche elettronicamente microscopiche sono state trovate nelle cellule del mesotelio, e sulla superficie cellulare i microvilli sono lunghi 900 A e lunghi fino a 2,7 micron; tra le cellule ci sono spazi intercellulari, che cambiano nella loro larghezza, che si aprono liberamente nella cavità sierosa. Vedi anche mesoderma.