metaplasia

metaplasia

La metaplasia è la trasformazione di un tipo di tessuto in un altro, che differisce morfologicamente e funzionalmente. La metaplasia diretta (senza la precedente moltiplicazione di cellule) si manifesta nella ristrutturazione fisiologica del tessuto (ad esempio, ossificazione della cartilagine, metaplasia della mucosa uterina durante le mestruazioni e la gravidanza). La metaplasia indiretta è solitamente il risultato di una rigenerazione patologica (ad esempio, l' epitelio ciliato dei bronchi viene trasformato in un appartamento a più strati). Il meccanismo della metaplasia non è ben compreso. La metaplasia può essere accompagnata da una violazione della funzione degli organi in cui è osservata (ad esempio, la funzione di drenaggio del bronco), e promuovere lo sviluppo di processi infettivi in ​​essi, e anche diventare la base della crescita del tumore ( pre- cancro).

La metaplasia (dal greco metaplasso - transform) è un cambiamento persistente nella natura tipica di un tessuto, trasformandolo in un altro tipo di tessuto, ma senza modificarne la specie. È osservato solo in tessuti di due tipi - epitelialny e connettivo. Un esempio della metaplasia più frequente all'interno dei tessuti epiteliali è la trasformazione dell'epitelio cilindrico delle mucose del tratto respiratorio, dell'apparato digerente, dell'utero e di altri in un epitelio cheratinizzante piatto multistrato. Un esempio della metaplasia più frequente nei tessuti connettivi è la trasformazione del tessuto connettivo fibroso in grasso, ossa, cartilaginee.

La metaplasia dovrebbe essere distinta da eteroplasia, cioè dalla formazione, come risultato dell'embriogenesi anormale, di qualsiasi tessuto non caratteristico di questa parte del corpo, e anche dalla cosiddetta accomodazione morfologica (istologica) - cambiamenti nella forma delle cellule (epitelio, mesotelio, endotelio) da mutate condizioni fisiologiche locali. Né può essere considerata metaplasia la sostituzione di un tessuto con un altro, sostituendolo nell'ordine di crescita del tumore, rigenerazione, ecc.

Ci sono metaplasia diretta e indiretta. Nel primo caso, la natura del tessuto cambia con la modifica diretta dei suoi elementi strutturali (ad esempio, la trasformazione delle fibre di collagene in un osteoide seguita dalla pietrificazione, la conversione dei fibroblasti in osteociti). Nel secondo caso (più spesso), la metaplasia si verifica come risultato della moltiplicazione delle cellule con conseguente differenziazione in un altro tipo di tessuto. La metaplasia indiretta si verifica spesso durante la rigenerazione.

Le cause della metaplasia sono molteplici. Può essere una conseguenza dell'infiammazione cronica (ad esempio, metaplasia dell'epitelio bronchiale cilindrico nelle bronchiectasie, metaplasia dell'epitelio delle ghiandole dell'utero della cervice nell'erosione - in un appartamento a più strati). Con avitaminosi A, metaplasia dell'epitelio della congiuntiva e della cornea degli occhi, l'epitelio cilindrico delle vie respiratorie, del tratto urogenitale, ecc. Nell'appartamento a più strati. Influenze ormonali
(farmaci estrogenici) causano metaplasia dell'epitelio della mucosa uterina, la ghiandola prostatica in un appartamento multistrato. La metaplasia è promossa da vari cambiamenti nell'ambiente locale e nelle condizioni funzionali. Il valore della metaplasia è determinato dalla possibilità di un'ulteriore trasformazione del tessuto in un rudimento del tumore e, in alcuni casi, è un processo precanceroso (specialmente nell'epitelio). Inoltre, la metaplasia interrompe la normale funzione fisiologica del tessuto.

Vedi anche Anaplasia.