Sindrome meningea

Sindrome meningea

Con qualsiasi forma di meningite acuta, ci sono sintomi di sintomi cerebrali e locali, combinati nella sindrome meningea. La sindrome meningea comprende anche cambiamenti nel liquido cerebrospinale. Il mal di testa è il sintomo principale e permanente della meningite; particolarmente acuto accade con la meningite tubercolare. I mal di testa sono spesso diffusi, ma spesso i pazienti li localizzano in fronte, tempie, nuca. Il secondo sintomo cardinale della meningite è il vomito. La temperatura durante la meningite è solitamente aumentata. Con la meningite purulenta, raggiunge i 40 ° e oltre, con la meningite virale e tubercolare di solito subfebrile.

Spesso durante la meningite, si osservano contratture negli arti, che sono suscettibili di raddrizzamento. Il primo sintomo della meningite è la rigidità dei muscoli del collo: la testa del paziente viene respinta, i movimenti della testa sono difficili. Caratteristici sono anche i sintomi di Kernig e Brudzinsky - superiore e inferiore, o controlaterale. Il sintomo di Kernig è l'impossibilità di inflessione della gamba nell'articolazione del ginocchio quando è piegata all'anca. Il sintomo superiore di Brudzinsky - con la piegatura passiva della testa del paziente al petto si verifica la flessione involontaria delle gambe nelle articolazioni dell'anca e del ginocchio. Il sintomo inferiore di Brudzinsky - con la flessione passiva di una gamba nell'articolazione dell'anca e l'estensione nel paziente del ginocchio involontariamente piega l'altra gamba. Nei bambini piccoli, c'è anche un sintomo dell'impiccagione di Lesage: se si alza un bambino con una meningite sotto le braccia, piega le gambe nelle articolazioni del ginocchio e dell'anca e le fissa in questa posizione; un bambino sano con questo campione si piega liberamente e si distende le gambe.

Dagli effetti motori dell'irritazione con meningite, convulsioni e convulsioni epilettiformi si notano, specialmente nei bambini. Meno comuni sono gli effetti motori di cadute sotto forma di paresi e paralisi. Disturbi significativamente più frequenti della funzione dei nervi cranici, in particolare i nervi oculomotori, che si manifesta con visione doppia, strabismo e ptosi; questi disturbi oculomotori sono più comuni nella meningite tubercolare e sifilitica. Spesso ci sono paralisi del nervo facciale, cambiamenti della vista e dell'udito.

La meningite acuta è caratterizzata da iperestesia generale della pelle all'altezza del processo meningeo. Molto doloroso per i pazienti con iperestesia degli organi sensoriali: rumore, luce intensa, forte conversazione irritano fortemente i pazienti. Coinvolgere le radici del midollo spinale provoca dolore radicolare e iperestesia alla comparsa della malattia e anestesia in un periodo successivo; per lo stesso motivo, i riflessi tendinei possono essere inizialmente aumentati e quindi gradualmente diminuire. I riflessi addominali sono generalmente ridotti. Nella meningite acuta possono manifestarsi i riflessi patologici di Babinski e Oppenheim.

Disturbi vegetativi accompagnano la meningite acuta in tutta la malattia. C'è un'aritmia del cuore, una dissociazione tra il polso e la temperatura. Ritmo violento e profondità del respiro, nei casi gravi si sviluppa la respirazione di Cheyne-Stokes. Si osservano anisocoria e compromissione della risposta pupillare a luce, accomodamento e convergenza. Nella meningite acuta, specialmente nei bambini, si osservano eruzioni cutanee sull'addome, sul petto e sulle estremità. L'herpes è spesso notato, specialmente sulle labbra. Si richiama l'attenzione sulla labilità dei vasomotori: in risposta alla pressione o al contatto con la pelle, ci sono delle macchie rosse e bianche, il paziente arrossisce e diventa pallido (macchie Tricso). I disturbi pelvici non sono caratteristici della meningite; Nei casi gravi, si nota l'incontinenza di urina e feci; nei bambini piccoli all'inizio della malattia ci sono diarrea e in seguito stitichezza. I disturbi mentali nella meningite acuta sono costanti.

La sindrome meningea è caratterizzata da cambiamenti nel liquido cerebrospinale; Sulla base dei dati della sua ricerca, non solo è definitivamente stabilita la diagnosi di meningite acuta, ma viene determinata la sua forma, che è importante per la prognosi e il trattamento. La pressione del liquido cerebrospinale nella meningite acuta è aumentata; il liquido in alcuni casi è nuvoloso (la meningite purulenta), in altri solo opalesces (la meningite tuberculous), nel terzo è trasparente (la meningite serous). In alcune forme di meningite acuta (tubercolare, linfocitica acuta), un film si forma nel liquido quando si è in piedi.

La pleocitosi nel liquido cerebrospinale è particolarmente caratteristica della meningite acuta. Con la meningite purulenta, raggiunge 2000-3000 in 1 mm 3 e oltre - prima polinuclearia e poi linfociti; quando la meningite tubercolare pleocitosi varia da figure quasi normali a 100-300 (DS Futer) - 800 (DA Shamburov) in 1 mm 3 ; le cellule sono principalmente linfociti. Nella meningite sierosa, la pleocitosi, principalmente linfocitica, è soggetta a forti fluttuazioni - da 50 a 1500 per mm 3 (DA Shamburov). Anche la quantità di proteine ​​nella meningite acuta aumenta, con meningite sierosa - da 0,4 a 1,0 ‰. Le reazioni della globulina (Pandi e Nonne - Apelt) sono nettamente positive per la meningite purulenta e tubercolare, meno drammaticamente con la meningite sierosa. Allo stato attuale, viene utilizzato il metodo di elettroforesi delle proteine ​​del sangue e del liquido cerebrospinale, che fornisce un'immagine più accurata delle albumine e delle singole frazioni di globuline.

Il contenuto di zucchero e cloruri nel liquido cerebrospinale diminuisce particolarmente bruscamente con la meningite tubercolare, meno bruscamente con la meningite purulenta. Le reazioni colloidali per quasi tutte le forme di meningite danno un tipo di meningea alla curva. Spesso in microorganismi patogeni liquidi (meningococchi, bacillo tubercolare, ecc.) Vengono scoperti. Anche il virus della coriomeningite linfocitica è isolato.

La natura della sindrome meningea può variare a seconda della localizzazione del processo. Quando il processo è localizzato principalmente sulla superficie convessa degli emisferi cerebrali, i fenomeni di irritazione predominano sotto forma di convulsioni e convulsioni. sviluppare ulteriormente paresi e paralisi; con la localizzazione primaria del processo sulla base del cervello, i nervi cranici sono danneggiati precocemente, il che può causare una diminuzione della vista e dell'udito, ptosi, strabismo e disturbi ipotalamici se il ventricolo III è coinvolto.

La meningite è più comune nei bambini che negli adulti. Le forme cliniche individuali di meningite, ad esempio la forma subacuta di meningite epidemica, sono più comuni nei neonati e nei bambini piccoli. I vecchi hanno una sindrome meningea ridotta. Nella patogenesi della sindrome meningea sono importanti alcuni fattori. Il processo infiammatorio interessa i recettori e le navi delle meningi molli; con tutte le forme di meningite, si sviluppa ipersecrezione del liquido cerebrospinale e, a causa del danno agli spazi perineurali e alle granulazioni di pachioni, diminuisce l'assorbimento e il deflusso del fluido. Tutto ciò porta alla formazione di idrocefalo, un aumento della pressione intracranica, che causa mal di testa, vomito, cambiamenti nel fondo, neurite del nervo uditivo e disturbi dell'attività nervosa superiore.

Quando coinvolto nel processo della sostanza del cervello, il corso della meningite acuta è complicato. Convulsioni, convulsioni, emiparesi sono il risultato di irritazione e depressione della corteccia e della subcortex. I danni al tronco causano numerosi riflessi tonico e labirintici, oltre a disturbi bulbari. Iperestesia si verifica a causa di irritazione delle radici posteriori del midollo spinale e dei nervi cranici.