medicina

medicina

Medicina (lat. Medicina) è un sistema di conoscenze scientifiche volto a prevenire le malattie, curare i malati, preservare e rafforzare la salute delle persone e prolungare la vita.

Lo stato e il livello di sviluppo della medicina, il contenuto e i metodi dell'attività medica sono determinati dalle condizioni materiali della vita, dal sistema sociale, dal livello generale di cultura. Lo sviluppo della medicina è strettamente connesso allo sviluppo delle scienze naturali, in primo luogo alla biologia e alla tecnologia, dotando materialmente la scienza e la pratica medica. I concetti teorici della medicina sono influenzati dalla filosofia.

La medicina moderna è un sistema di discipline scientifiche, formato come risultato di un lungo processo di sviluppo e smembramento. Ognuno di loro ha il suo specifico campo di studio e la portata delle applicazioni pratiche, i suoi compiti e metodi, pur mantenendo la comunicazione con altre discipline. Numerose discipline mediche sono riunite in tre gruppi principali: biomedico, clinico e igienico. In processo di arricchimento di conoscenza della branca della medicina differenziare e smembrare. Dunque, dalla terapia generale, la clinica delle malattie infettive, la fisiologia, l'endocrinologia e altre si distinguevano come discipline indipendenti; dalla chirurgia - traumatologia, ortopedia, oftalmologia, otorinolaringoiatria, oncologia, urologia, chirurgia toracica (toracica), ecc. Recentemente, in connessione con il progresso scientifico e tecnologico, nuove branche come la biologia molecolare, la radiobiologia, la radioterapia, la medicina spaziale, cibernetica medica, ecc.

Nuovi rami della medicina nascono non solo come risultato della divisione, della differenziazione, ma anche attraverso la sintesi, unificazione di discipline che prima esistevano separatamente. Ad esempio, la neurochirurgia ha origine da chirurgia e neuropatologia, chirurgia pediatrica da chirurgia e pediatria, genetica delle radiazioni da una combinazione di radiobiologia e genetica, ecc.

La formazione di nuove discipline - un fenomeno progressivo associato all'arricchimento delle conoscenze scientifiche - comporta allo stesso tempo il pericolo di dissociazione di vari campi scientifici. In queste condizioni, vi è una crescente necessità di chiarire la connessione tra i diversi rami della medicina, la loro unità, i comuni percorsi di sviluppo e gli obiettivi comuni. Questo compito è in gran parte svolto dalla storia della medicina (in una designazione più precisa, nella storia e nell'enciclopedia della medicina - nel senso del corpo della conoscenza). L'influenza decisiva esercitata sullo stato di salute e medicina dalle diverse condizioni della vita sociale è oggetto di igiene sociale; il secondo è strettamente correlato all'assistenza sanitaria (vedi).

La storia della medicina è divisa in generale e privata. Questioni generali della disciplina, l'identificazione delle leggi fondamentali della storia della medicina, lo studio dei principali problemi chiave del suo sviluppo sono oggetto della storia della medicina come scienza speciale; è il contenuto di un corso speciale nel sistema di educazione medica. La storia generale della medicina e le informazioni storiche e mediche private relative ai singoli rami della medicina (terapia, chirurgia, pediatria, igiene, ecc.) Costituiscono insieme un sistema di educazione storica e medica.

Le attività mediche pratiche e la scienza medica si stanno sviluppando in stretta connessione con il processo storico generale. La periodizzazione della storia della medicina è dettata principalmente dal corso generale della storia umana, dal cambiamento delle formazioni socio-economiche. Considerando lo sviluppo delle singole branche della medicina, è necessario prendere in considerazione, nell'ambito di una periodizzazione storica comune, le caratteristiche specifiche dello sviluppo di ciascuna di esse.

La medicina - nei paesi socialisti e nei paesi capitalisti ha avuto differenze fondamentali. Nel Manifesto del Partito Comunista (1848) K. Marx e F. Engels notarono che "la borghesia trasformava il dottore, l'avvocato, il prete, il poeta, l'uomo di scienza nei loro impiegati retribuiti".

Sotto il capitalismo, la medicina è soggetta agli interessi di classe della borghesia. La scienza medica nei paesi capitalisti è fortemente influenzata da varie teorie idealistiche reazionarie. La dipendenza materiale di scienziati e medici pratici sugli imprenditori, sulle aziende che producono vari farmaci, sulla pratica privata ha un impatto negativo sullo sviluppo della medicina.

Le principali conquiste di eminenti scienziati nei paesi capitalisti sono spesso oggetto di sfruttamento e profitto. I leader medici avanzati in questi paesi stanno combattendo per mettere la medicina al servizio della gente.

La medicina nei paesi socialisti si sta sviluppando nell'interesse di tutta la nazione.

Prendersi cura della salute dei lavoratori è uno dei compiti più importanti degli stati socialisti. Il carattere statale dell'assistenza medica determina i suoi principi guida - pianificazione, direzione preventiva, accesso gratuito e generale, l'unità della scienza e della pratica medica. La base filosofica della scienza medica nell'URSS è la comprensione materialista dialettica della natura, della società e dell'uomo.

Le scienze mediche e i servizi di sanità pubblica nell'URSS, che svolgono le loro funzioni umane, sociali, igieniche e professionali, preservando e rafforzando la salute della popolazione, contribuiscono alla crescita della produttività del lavoro, alla riproduzione del lavoro e all'incremento del periodo di lavoro attivo della vita di una persona.

Nell'URSS, la medicina ha ricevuto enormi opportunità di sviluppo, fornite dalle condizioni del sistema statale socialista.

Lo sviluppo dell'assistenza sanitaria e della scienza medica si riflettono nei programmi del PCUS. Il partito e il governo organizzano e dirigono le attività della medicina sovietica. Realizzando le alleanze di V.I. Lenin, l'Unione Sovietica ha creato un sistema sanitario che fornisce assistenza qualificata a tutta la popolazione del paese sulla base dei principi della gratuità e dell'accessibilità generale.

La scienza medica sovietica si sta sviluppando in conformità con i compiti di proteggere e promuovere la salute dell'intera popolazione; è stata istituita un'ampia rete di istituti di ricerca (cfr. Unione delle Repubbliche socialiste sovietiche).

La caratteristica più caratteristica della medicina nell'URSS è quella preventiva. L'unità dei principi di prevenzione e trattamento è alla base delle attività di tutte le istituzioni sanitarie sovietiche. La natura preventiva dell'assistenza sanitaria sovietica deriva dalle basi scientifiche della medicina che guidano i medici sovietici. Le idee di I. P. Pavlov svolgono un ruolo importante nello sviluppo di tutti i rami della medicina, in primo luogo la fisiologia e le cliniche.

La direzione socio-preventiva della sanità pubblica e della scienza medica sovietica trova un'espressione particolarmente completa nelle discipline igieniche (igiene generale, comunale, professionale, alimentazione, igiene scolastica). Tra le discipline igieniche, un posto speciale è stato preso dall'igiene sociale , al cui sviluppo hanno partecipato i più importanti teorici e organizzatori dell'assistenza sanitaria sovietica N. A. Semashko, 3. P. Solovyov.

Le discipline igieniche tengono conto e prevedono le possibili conseguenze sanitarie e igieniche indesiderabili del progresso scientifico e tecnologico; sviluppare e migliorare metodi di prevenzione ed eliminazione, i suoi possibili effetti avversi sulle capacità fisiologiche adattative di una persona.

Di particolare importanza è lo sviluppo di problemi di protezione ambientale dall'inquinamento e l'uso irrazionale delle risorse naturali, lo sviluppo di metodi per migliorare le condizioni di lavoro, il tempo libero e la vita; problemi di popolazione, ecc.

Un posto di rilievo nella medicina sovietica fu preso da epidemiologia, microbiologia e virologia. Nuovi vaccini altamente efficaci sono stati sviluppati e messi in pratica: protivotulyaremiynaya, antislivarian, antibrucella, ecc. Molte malattie infettive sono state praticamente eliminate: peste , vaiolo, febbre ricorrente, ecc. L'incidenza di una serie di altre malattie infettive si riduce a casi isolati.

La medicina clinica sovietica ha dato un grande contributo allo sviluppo di metodi originali di diagnosi, trattamento conservativo e chirurgico e prevenzione di molte malattie. I problemi principali di oggi ( patologia tumorale e cardiovascolare, eliminazione delle malattie infettive, ecc.) Sono risolti conducendo studi completi con una stretta cooperazione di rappresentanti della medicina teorica e clinica, utilizzando gli ultimi risultati della scienza e della tecnologia nazionali ed estere.

Ulteriori progressi nella medicina clinica sono strettamente correlati all'espansione della ricerca nel campo dei problemi fondamentali della biologia e della medicina con l'uso di nuovi metodi: analisi a raggi X, microscopia elettronica , composti radioattivi etichettati, sistemi cibernetici, ecc.

Il progresso tecnico ha creato i prerequisiti per l'uso nella diagnosi e nel trattamento delle malattie del cervello delle migliori tecniche, precedentemente possibili solo in un esperimento fisiologico. L'uso di metodi matematici, l'analisi delle apparecchiature e le apparecchiature di calcolo analogico e digitale per lo studio dei fenomeni fisiologici hanno reso possibile, insieme alla soluzione di una serie di problemi pratici, di studiare gradualmente i meccanismi dei fenomeni nervosi e mentali nell'uomo.

I successi della scienza medica nell'URSS hanno contribuito a risultati eccezionali: una netta diminuzione della mortalità generale e infantile, un aumento dell'aspettativa di vita , una netta diminuzione delle malattie infettive.

L'ulteriore progresso della medicina è legato alla rivoluzione scientifica e tecnica in via di sviluppo. L'uso di nuovi dispositivi e dispositivi di alta risoluzione e precisione con registrazione automatica accelera notevolmente il ritmo della ricerca e consente di comprendere meglio l'essenza e il modello dei processi fisiologici e patologici del corpo, per sviluppare e applicare i più recenti metodi di diagnosi, terapia e prevenzione delle malattie. Vedi anche Legislazione sulla salute, salute.