mediatori

mediatori

I mediatori sono sostanze chimiche attive che causano la trasmissione dell'eccitazione nella sinapsi (vedi). I mediatori sotto forma di piccole bolle (vescicole) si accumulano sulla membrana presinaptica. Sotto l'influenza di un impulso nervoso, le vescicole scoppiano e il loro contenuto viene versato nella fessura sinaptica. Agendo sulla membrana postsinaptica, i mediatori causano la sua depolarizzazione (vedi Eccitazione). I mediatori più studiati e ampiamente distribuiti nel corpo sono l'acetilcolina (vedi) e la norepinefrina. In accordo con questo, tutte le terminazioni nervose che trasmettono eccitazioni a vari organi sono divise in colinergici, dove i mediatori della trasmissione sinaptica sono acetilcolina e adrenergici, in cui la noradrenalina funge da mediatore. Le fibre colinergiche del sistema nervoso somatico includono la trasmissione dell'eccitazione ai muscoli scheletrici, le fibre pregangliari dei sistemi simpatico e parasimpatico, così come le fibre parasimpatiche postgangliari. Le fibre simpatiche postgangliari sono prevalentemente adrenergiche. Ci sono sinapsi nel sistema nervoso centrale che utilizzano sia acetilcolina e norepinefrina come mediatore, sia serotonina , acido gamma-aminobutirrico, L-glutammato e alcuni altri amminoacidi .

Mediatori (dal latino mediatore - mediatore) - sostanze attraverso le quali il trasferimento dell'eccitazione dal nervo agli organi e da un neurone all'altro.

Studi sistematici su mediatori chimici di influenza nervosa (impulsi nervosi) sono iniziati con gli esperimenti classici di Levi (O. Loewi).

Studi successivi hanno confermato i risultati degli esperimenti cardiaci di Levi e hanno dimostrato che non solo nel cuore, ma anche in altri organi, i nervi parasimpatici esercitano la loro influenza attraverso il mediatore acetilcolina (vedi) e il simpatico - il mediatore norepinefrina. È stato inoltre stabilito che il sistema nervoso somatico trasmette i suoi impulsi ai muscoli scheletrici con la partecipazione del mediatore dell'acetilcolina.

Attraverso i mediatori, gli impulsi nervosi vengono anche trasmessi da un neurone all'altro nei gangli periferici e nel sistema nervoso centrale.
Dale (N. Dale), basato sulla natura chimica del mediatore, divide il sistema nervoso in colinergico (con il mediatore acetilcolina) e adrenergico (con il mediatore noradrenalina). I colinergici comprendono i nervi parasimpatici postgangliari, i nervi parasimpatici e simpatici del sistema nervoso simpatico e i nervi motori dei muscoli scheletrici; adrenergico - la maggior parte dei nervi simpatici postgangliari. I nervi simpatici vasodilatatori e i nervi delle ghiandole sudoripare sembrano appartenere a colinergici. Entrambi i neuroni colinergici e adrenergici sono rilevati nel sistema nervoso centrale.

Le seguenti domande continuano ad essere studiate intensamente: il sistema nervoso è limitato nella sua attività a due soli mediatori chimici - acetilcolina e noradrenalina; quali mediatori hanno causato lo sviluppo del processo di inibizione. Per quanto riguarda la parte periferica del sistema nervoso simpatico, vi è evidenza che l'effetto inibitorio sull'attività degli organi viene effettuato attraverso l'adrenalina (vedi) e l'effetto stimolante è la noradrenalina. Florey (E. Florey) ha estratto dal sistema nervoso centrale dei mammiferi una sostanza inibitoria chiamata fattore J, che, possibilmente, contiene un mediatore inibitorio. Il fattore J si trova nella materia grigia del cervello, nei centri associati alla correlazione e all'integrazione delle funzioni motorie. È identico all'acido amino-idrossibutirrico. Quando il fattore J viene applicato al midollo spinale, si sviluppa l'inibizione delle reazioni riflesse, in particolare i riflessi tendinei sono bloccati.

In alcune sinapsi invertebrate, l'acido gamma-aminobutirrico svolge il ruolo di mediatore inibitorio.

Alcuni autori tendono ad attribuire la funzione del mediatore alla serotonina. La concentrazione di serotonina è elevata nell'ipotalamo, nel mesencefalo e nella sostanza grigia del midollo spinale, più bassa negli emisferi cerebrali, nel cervelletto, nelle radici dorsale e ventrale. La distribuzione della serotonina nel sistema nervoso coincide con la diffusione della noradrenalina e dell'adrenalina.

Tuttavia, la presenza di serotonina in parti del sistema nervoso privo di cellule nervose suggerisce che questa sostanza non è correlata alla funzione del mediatore.

I mediatori sono sintetizzati principalmente nel corpo del neurone, sebbene molti autori riconoscano la possibilità di una sintesi aggiuntiva di mediatori nelle terminazioni assonali. Il mediatore sintetizzato nel corpo della cellula nervosa viene trasportato lungo l'assone alle sue terminazioni, dove il mediatore svolge la sua funzione principale di trasmettere l'eccitazione all'organo effettrice. Insieme al mediatore, anche gli assoni vengono trasportati lungo l'assone per garantirne la sintesi (ad esempio, acetilcolina colina acetilasi, che sintetizza). Liberando ai terminali nervosi presinaptici, neurotrasmettitore diffonde attraverso lo spazio sinaptico alla membrana post-sinaptica, la cui superficie si connette con una particolare sostanza hemoretseptivnoy che ha sia eccitatorio (depolarizzazione) o inibitorio effetto (hyperpolarisating) sulla membrana delle cellule postsinaptici (cfr. Synapse). Qui il mediatore viene distrutto sotto l'influenza degli enzimi corrispondenti. L'acetilcolina viene scissa dalla colinesterasi, la norepinefrina e l'adrenalina sono principalmente monoamino-ossidasi.

Pertanto, questi enzimi regolano il tempo di azione del mediatore e il grado della sua diffusione alle strutture vicine.

Vedi anche eccitazione, regolazione neuroumorale.