Sfondo medico

Sfondo medico

L'educazione medica è un sistema di formazione del personale medico, che fornisce lo studio delle discipline generali educative e speciali, oltre a padroneggiare le necessarie abilità pratiche. L'educazione medica nell'URSS mira a preparare specialisti qualificati educati nello spirito di alta ideologia e umanesimo. Lo sviluppo dell'educazione medica nell'URSS è determinato dalle esigenze del paese per il personale medico ed è di carattere pianificato dallo stato; è strettamente legato alla scienza medica sovietica avanzata basata sulla metodologia marxista-leninista e sulla pratica della salute pubblica sovietica.

L'educazione medica è un sistema di formazione del personale medico, che fornisce lo studio di discipline educative speciali e generali, oltre a padroneggiare le abilità pratiche necessarie per un medico o un operatore medico medio. L'educazione medica nell'URSS è un personaggio statale pianificato; il suo sviluppo è determinato dalle esigenze del paese per il personale medico; è strettamente legato alla scienza e alla pratica sovietica avanzate della sanità pubblica sovietica (vedi Salute, Medicina).

Tabella 1. Il numero di istituzioni di educazione medica superiore nell'URSS e nelle repubbliche dell'Unione e il numero di studenti iscritti a loro
URSS e repubbliche dell'Unione Il numero di med superiore istituzioni educative e miele. facoltà universitarie Numero di studenti iscritti alle scuole di medicina all'inizio dell'anno scolastico 1965/66 (in migliaia di persone)
URSS 88 220.1
RSFSR 49 123, 2
SSR 16 39, 5
bielorusso 3 8
SSR uzbeko 4 12.4
SSK kazako 5 13.2
SSR georgiano 1
Azerbaijan SSR 1 3.8
SSR lituano 1 3.7
SSR moldavo 1 2.3
Lettone SSR 1 2.1
Kirghizistan SSR 1 2.5
Tagico SSR 1 1.9
SSR armeno 1 2.3
Turkmen SSR 1 1.7
SSR estone 1 1.2

Nel 1965, nell'URSS, c'erano 88 istituti di medicina e facoltà di medicina nelle università, in cui studiavano più di 220 mila studenti (tabella 1). L'URSS è stata al primo posto al mondo in termini di disponibilità di medici, e alcune delle repubbliche dell'Unione hanno sorpassato più volte i paesi capitalisti avanzati in questo indicatore.

In conformità con le regole di ammissione alle università mediche iscritte persone di età inferiore ai 35 anni, che hanno completato l'istruzione secondaria generale o speciale. Tutti i candidati alle scuole di medicina sono soggetti a test di accettazione in lingua russa (saggio), fisica e chimica. Le principali discipline sono fisica e chimica. Circa l'80% di tutti gli studenti riceve una borsa di studio statale. La stragrande maggioranza degli studenti stranieri è dotata di posti nei dormitori degli studenti. In un certo numero di istituzioni mediche per gli abitanti del Far North e alcune remote aree nazionali, sono stati istituiti collegi con dipartimenti preparatori. Durante il periodo di studio presso questi dipartimenti e presso l'istituto, gli studenti che vivono in collegi, passano completamente a fornire lo stato.

Le università mediche (tabella 2) hanno nella loro composizione da una a otto facoltà: medica, pediatrica, sanitaria e igienica, dentale, farmaceutica, ecc.

Dal 1959, in un certo numero di università mediche, sono stati istituiti dipartimenti e facoltà serali per la formazione di medici da infermieri, combinando studio e lavoro. La formazione in servizio presso le facoltà serali viene condotta solo durante il corso di studio di discipline scientifiche generali. Con il passaggio allo studio delle discipline cliniche, gli studenti dei dipartimenti serali e delle facoltà vengono trasferiti al sistema di istruzione a tempo pieno. Oltre alla formazione serale, vi è una formazione per corrispondenza di farmacisti di persone con un'educazione farmaceutica secondaria completa. La formazione extramurale a tempo pieno di dentisti tra i dentisti non si è giustificata e questi dipartimenti sono crollati.

Negli ultimi anni, ha aperto nuove facoltà: medico e biologico presso il 2 ° Istituto medico di Mosca. Pirogov e biofisico all'Istituto medico di Kaunas. Queste facoltà preparano specialisti di biochimici, biofisici che possono lavorare nei dipartimenti di università mediche e laboratori di istituti di ricerca.

In alcuni istituti di medicina esistono anche facoltà per il miglioramento dei medici.

La gestione delle attività di tutti i dipartimenti e cliniche delle università mediche (insegnamento e insegnamento, metodologia, ricerca, medicina, ecc.) È svolta dai rettori degli istituti. Un organo speciale è istituito presso l'amministrazione universitaria - il Consiglio dell'Istituto (facoltà), che si occupa di tutte le questioni principali nelle attività dell'università. Il Consiglio comprende: il rettore, i vice-rettori, i presidi, i rappresentanti del partito e delle organizzazioni pubbliche, i capi di dipartimento e i professori dell'istituto. Nelle università mediche che hanno il diritto di rilasciare titoli accademici, il Consiglio scientifico è organizzato. I consigli accademici delle facoltà sono organizzati anche in istituti in cui il diritto di rilasciare titoli accademici è concesso alle facoltà.

Le università mediche fanno parte del bilancio statale e lavorano sullo statuto, il curriculum e i programmi approvati dal Ministero della Sanità dell'URSS e dal Ministero dell'istruzione superiore e secondaria specializzata dell'URSS. Il Ministero della Salute dell'URSS esercita anche una guida generale in relazione al lavoro organizzativo ed educativo. Determina la pianificazione futura della rete di istituti di istruzione e il numero stimato di studenti.

Le seguenti posizioni del personale docente sono stabilite nelle università mediche: capo del dipartimento, professore del dipartimento, assistente professore del dipartimento, assistente (insegnante) del dipartimento. Il numero di membri di facoltà di una scuola di medicina è determinato dal personale dell'istituto, il numero di studenti iscritti al costo di un'unità di docenza per 8-10 studenti. Il numero dei dipartimenti di una scuola medica è determinato dal curriculum. La sostituzione di posti di facoltà è fatta da competizione. Queste competizioni si svolgono ogni cinque anni.

Per la preparazione di personale scientifico e pedagogico, esiste il seguente sistema: studio post-laurea con separazione dal lavoro (a tempo pieno) e senza separazione dal lavoro (corrispondenza); studio post-laurea di un anno, studio post-laurea mirato, residenza clinica, che serve a formare specialisti qualificati in tutte le specialità cliniche per le istituzioni mediche. Uno studente laureato è obbligato a superare l'esame minimo del candidato e difendere una tesi per un dottorato di ricerca.

Per garantire l'alta qualità del processo educativo, lo sviluppo delle capacità di lavoro indipendente degli studenti e la capacità di mettere in pratica le conoscenze acquisite, sono fornite le seguenti forme di studio: lezioni, lavoro indipendente degli studenti nei laboratori, cliniche, aule e biblioteche, esercitazioni pratiche in cliniche, laboratori, seminari, tesine sotto la guida di professori e insegnanti, esperienze lavorative in cliniche, ospedali, laboratori, ecc., consultazioni di professori, professori associati e ssistentov, escursioni sul campo. L'anno accademico è diviso in semestri autunnali e primaverili, ognuno dei quali termina con una sessione d'esame.

Nelle scuole di medicina universalmente accettato sistema di corsi di classi. Tutti i soggetti studiati sono distribuiti in una certa sequenza da corsi e semestri e, senza aver completato con successo lo studio di tutte le materie di questo corso, lo studente non può essere trasferito al corso successivo. I curricula dei primi 5 semestri (2,5 anni di studio presso i dipartimenti medico, pediatrico e sanitario), che prevedono una formazione teorica generale degli studenti, sono quasi gli stessi sia nella lista che nel volume delle discipline studiate, con scostamenti minori a seconda del profilo della facoltà. Il curriculum degli stessi semestri presso la facoltà di odontoiatria ha uno scopo più ristretto di insegnare le stesse discipline. Al 3 ° corso, inizia l'insegnamento delle prime discipline cliniche - inizia la propedeutica delle malattie interne e della chirurgia, così come inizia la preparazione in tutte le facoltà in alcune discipline specializzate.

L'educazione clinica è caratterizzata dal principio di combinare una formazione teorica approfondita con le diverse abilità pratiche di uno studente in ciascuna delle discipline cliniche. Nelle cliniche, il principale metodo di lavoro degli studenti è la supervisione dei pazienti con la successiva protezione della storia accademica della malattia. Nel processo di supervisione, gli studenti eseguono autonomamente tutti gli studi clinici e diagnostici necessari, partecipano a operazioni, autopsie e conferenze.

Poiché il componente principale del sistema sanitario sovietico è un servizio policlinico, l'allenamento policlinico occupa un posto speciale nella formazione clinica degli studenti di medicina. In tutti i reparti clinici di allenamento policlinico, viene assegnato il 25-50% del tempo di allenamento.

Curricula e programmi vengono continuamente migliorati. Molta attenzione è rivolta all'insegnamento della filosofia e dell'ateismo scientifico; sono state introdotte una serie di nuove discipline: in biologia - genetica generale, corso di microbiologia - virologia e immunologia, propedeutica delle malattie interne - un corso speciale in attrezzature mediche e mediche diagnostiche, nel corso di malattie nervose - genetica medica, in psichiatria - psicologia medica; ha introdotto un nuovo corso di biofisica.

La formazione degli specialisti presso le facoltà farmaceutiche viene svolta secondo programmi speciali, in cui, oltre alle discipline speciali e alle scienze sociali, si presta molta attenzione alle discipline chimiche. Un ampio spazio nella formazione di medici e farmacisti occupa la pratica industriale ed educativa.

Un laureato di un istituto medico è considerato uno studente che ha completato il programma completo, superato tutti i test e gli esami previsti dal curriculum e superato gli esami di stato. Dopo la laurea, i giovani professionisti vengono inviati a lavorare secondo il piano di distribuzione statale. Viene rilasciato un certificato e, dopo un anno di lavoro, un diploma sulla presentazione delle caratteristiche di produzione dal luogo di lavoro.

I collettivi di istituti medici, avendo nella loro composizione scienziati in varie specialità, oltre a formare medici, dentisti e farmacisti, conducono una grande quantità di lavori di ricerca. Molti dipartimenti sono grandi centri di ricerca e sono composti da speciali laboratori di problemi. Negli ultimi anni sono stati aperti laboratori di ricerca centrali in molte grandi scuole di medicina. Tutte le istituzioni hanno una comunità scientifica studentesca. Un membro della società può essere ogni studente che combina con successo lo studio con le classi nei circoli scientifici. Quasi ogni anno vengono organizzate conferenze scientifiche a Mosca e in altre città in cui gli studenti presentano le loro relazioni scientifiche.

I professori e gli insegnanti delle università prestano grande assistenza alle autorità sanitarie, conducono attività organizzative e di consulenza, gestiscono la specializzazione e il miglioramento dei medici. Sotto la guida dei dipartimenti, molti medici pratici conducono lavori scientifici.

Gli istituti hanno svolto un ampio lavoro politico ed educativo con gli studenti. L'educazione ideologica degli studenti è svolta principalmente nel processo di lavoro educativo in ogni dipartimento, in particolare nei dipartimenti delle scienze sociali, nonché durante attività extrascolastiche. Tra gli studenti, le università mediche sono sport ampiamente sviluppati, dilettanti, turistici. Le competizioni sportive studentesche all-union e repubblicane sono sistematicamente organizzate. Molti istituti hanno basi turistiche e campi per studenti.

Gli studenti di medicina hanno estesi collegamenti internazionali. Molti studenti provenienti da diversi paesi dell'Europa, dell'Asia e dell'Africa studiano presso le istituzioni mediche dell'URSS; gruppi di studenti sovietici studiano all'estero.

Dopo la grande rivoluzione socialista di ottobre, la gestione dell'istruzione medica secondaria è stata effettuata dal Narkomzdrav. Durante la guerra civile furono organizzati diversi corsi a breve termine nel sistema del Commissariato popolare della salute e dell'Amministrazione sanitaria militare, che addestrò specialisti per soddisfare le necessità dell'Armata Rossa, combattere le epidemie, proteggere la maternità e l'infanzia, l'educazione sanitaria, ecc. Nel 1922, scuole di medicina secondaria trasferito alla competenza del capo prof. Narkompros RSFSR. Durante questo periodo iniziarono a creare scuole di ostetricia e di feldsher, scuole per infermieri, sorelle per la protezione della maternità e dell'infanzia e la riqualificazione dei paramedici aziendali. Nel 1926, alla II Conferenza All-Russa sull'educazione medica secondaria, si decise di creare, invece di Shkod, scuole tecniche per la formazione di infermieri di tutte le categorie.

Al fine di aumentare la responsabilità delle autorità sanitarie per la formazione del personale medico e l'attuazione del legame tra il lavoro educativo e la pratica delle istituzioni mediche nel 1930, la leadership dell'istruzione medica secondaria è stata nuovamente trasferita alla giurisdizione del Commissario della Sanità delle Repubbliche dell'Unione. Allo stesso tempo, il corso è stato intrapreso per una stretta specializzazione. Nel 1932, le scuole tecniche formarono specialisti in 13 profili. Per la prima volta è iniziata la formazione di radiotecnologi, tecnici di laboratorio, assistenti di medici sanitari. Durante questo periodo, ha iniziato ad aprire la sera e gli uffici di corrispondenza. Fino al 1936, il sistema di formazione del personale infermieristico nelle repubbliche dell'Unione era diverso sia in termini di profili di formazione che in termini di formazione.

Il sistema unificato di istruzione medica secondaria nell'URSS è stato definito per la prima volta da una risoluzione del Consiglio dei Commissari del Popolo dell'URSS in data 8.IX.1936 "Sulla formazione del personale medico, dentale e farmaceutico secondario". Le scuole tecniche mediche sono state riorganizzate in scuole per la formazione di assistenti medici, farmacisti, dentisti, scuole ostetriche, scuole di infermieri medici e infermieri e corsi di tecnici di laboratorio medico e odontotecnici. In futuro, l'istruzione medica secondaria subì ripetute riorganizzazioni legate allo sviluppo di una rete di istituzioni mediche e al miglioramento dei servizi medici per la popolazione. Soprattutto grandi cambiamenti sono stati fatti negli anni della Grande Guerra Patriottica, quando l'importanza degli infermieri aumentava e aumentava la necessità della loro formazione. Durante questo periodo, tutte le scuole mediche passarono a un periodo di studio più breve, un gran numero di infermieri preparò i corsi della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa.

Dal 1954 sono state adottate misure per unificare l'istruzione medica secondaria. Tutte le scuole di medicina secondaria iniziarono a essere chiamate scuole di medicina. I tempi della formazione sono organizzati (tabella 3).

Tabella 3. Durata dell'allenamento degli infermieri

In base alla necessità di strutture di trattamento medico e preventivo, vengono formati specialisti di profilo più ampio: paramedici, ostetriche, paramedici, infermieri, tecnici medici, infermieri per le istituzioni mediche per bambini, farmacisti, dentisti, odontotecnici e tecnici di installazione. , riparazione e funzionamento di apparecchiature radiologiche ed elettromedicali. Tutti i programmi sono stati sottoposti a processi radicali. I nuovi curricula hanno aumentato il numero di ore per lo studio dei temi dei cicli generali medici e speciali e del superamento delle pratiche di formazione e produzione, ecc.

La rete di scuole di medicina secondaria è equamente distribuita su tutto il territorio dell'Unione Sovietica. Ogni Unione e Repubblica autonoma, la regione e la regione sono attualmente fornite di personale medico secondario principalmente dai laureati degli studenti nelle loro scuole di medicina secondaria. Al fine di espandere la formazione degli infermieri e portarli più vicino al luogo del loro successivo lavoro in città che non hanno scuole di medicina, è consentito aprire filiali di scuole di medicina sulla base di grandi ospedali.

Vedi anche personale medico, istituti di ricerca.