Prodotti uterini

Prodotti uterini

I prodotti uterini sono sostanze medicinali che colpiscono principalmente i muscoli dell'utero. Provocano un aumento dell'attività contrattile del miometrio e un aumento del tono . Il gruppo di farmaci uterini comprende alcaloidi dell'ergot (vedi), ormoni del lobo posteriore dell'ipofisi (vedi Pituitrin , Mammofizin, ossitocina), alcuni farmaci ganglioblokiruyuschie (vedi Izoverin, Pakhikarpin) e i cosiddetti piccoli farmaci uterini - kotarnin (vedi), galenovy preparazioni di crespino, borsa da pastore, ecc. Le droghe uterine agiscono principalmente direttamente sui muscoli dell'utero. L'eccitabilità dell'utero non è costante, cambia sotto l'influenza di vari ormoni. Quindi, gli ormoni estrogenici aumentano e l'ormone del corpo luteo riduce la sensibilità dell'utero ai prodotti uterini. Pertanto, nella prima metà della gravidanza, quando l'attività del corpo luteo è grande, l' utero risponde con una debole reazione ai prodotti uterini. Nella seconda metà della gravidanza, quando i livelli di ormone estrogeno aumentano, aumenta l'eccitabilità dell'utero.

I prodotti uterini differiscono nella natura dell'azione sull'utero: i farmaci a base di ergot causano un lungo spasmo dei suoi muscoli; chinina (vedi), pituitrina in piccole dosi, brevikollina (vedi), vetrazin (vedi), rafforzando le contrazioni dell'utero, non cambiano il loro ritmo. Pertanto, i farmaci ergot utilizzati principalmente per fermare il sanguinamento uterino nel periodo postpartum , dopo taglio cesareo e per accelerare lo sviluppo inverso dell'utero. Assegnare dopo la placenta , altrimenti si crea il rischio di ritardarlo nell'utero. I preparati di Ergot sono usati nella menorragia e nella metrorragia. Per accelerare il travaglio, l'uso di questi farmaci è controindicato, in quanto essi, causando una contrazione tonica dei muscoli dell'utero, possono interrompere l'afflusso di sangue e causare asfissia nel feto . I dispositivi uterini, che potenziano le contrazioni ritmiche dell'utero, sono prescritti per stimolare il travaglio in tentativi deboli, in caso di scarico precoce dell'acqua, nonché in caso di aborto incompleto. L'uso di farmaci uterini è controindicato in gravidanza.