mascolinizzazione

mascolinizzazione

La mascolinizzazione è lo sviluppo in una donna delle caratteristiche sessuali secondarie maschili dell'ipertrofia del clitoride, dell'ipotropia degli altri organi genitali, dei cambiamenti nel timbro della voce e dei disturbi mestruali. Si manifesta con la sindrome surrenale-sessuale, la malattia di Itsenko-Cushing, l'arrenoblastoma, la sindrome di Stein-Leventhal, l'acromegalia a causa dell'eccessiva secrezione di androgeni da parte delle ghiandole surrenali o delle ovaie patologicamente modificate. La mascolinizzazione artificiale si osserva con l'introduzione di ormoni sessuali maschili a scopo terapeutico (per cancro dell'utero o delle ovaie, mastopatia, fibromi, fibromi uterini, sindrome della menopausa).