Mammofizin (Mammophysinum)

Mammofizin

Mammophysin (Mammophysinum) è un rimedio madre contenente pituitrin e un estratto della ghiandola mammaria delle mucche in allattamento. Usato per via intramuscolare e sottocutanea per migliorare la contrazione dell'utero durante il parto di 0,3-0,4 ml ogni 30 minuti. (fino a 6 iniezioni). Per il sanguinamento uterino dopo il parto e per la subinvoluzione dell'utero, nonché per il sanguinamento associato a processi infiammatori (metrite, adnexite ), utilizzare 1 ml 1-2 volte al giorno fino a quando l'emorragia si arresta. Le controindicazioni sono le stesse della pituitrina (vedi). Disponibile in fiale da 1 ml. Vedi anche fondi uterini.

Mammofizin (Mammophysinum) è un preparato ormonale combinato contenente, in 1 ml, 3 U di pituitrin (una preparazione del lobo posteriore dell'ipofisi) e 0,5 g di mammina (estratto della ghiandola mammaria delle mucche). Mammofizina - un mezzo efficace per causare ritmica, piuttosto che tetanica, come con l'introduzione di una pituitrina, contrazione significativamente più intensa e prolungata dell'utero. L'effetto mammofizina è potenziato dall'introduzione dell'acido ascorbico (1-2 ml di soluzione al 5% per via intramuscolare).

Indicazioni: debolezza ancestrale primaria e secondaria, sanguinamento all'inizio e alla fine del periodo, ipogalassia (mammofizina in associazione con prolattina), sanguinamento uterino di eziologia infiammatoria, fibromi uterini (con terapia conservativa).

Controindicazioni: ipertensione, marcata aterosclerosi, miocardite, malattia renale, pre-eclampsia, eclampsia, significativa contrazione pelvica, posizione fetale anormale, inserzioni atipiche della parte presentante del feto, asfissia fetale.

Dosaggio. Mammofizin iniettato per via sottocutanea o intramuscolare. Con debolezza generica primaria, divulgazione incompleta della cervice - 0,3 ml con un intervallo di 30 minuti, solo 5 - b volte. Con secondaria debolezza generica, con piena divulgazione della cervice, quando la testa del feto si trova sul pavimento pelvico - 1 ml. Quando la placenta viene ritardata, 1 ml viene anche somministrato per via intramuscolare. In caso di sanguinamento atonico, 1 ml di Mammophysine può essere iniettato per via endovenosa, preferibilmente con 20 ml di soluzione di glucosio al 40% (molto lentamente). Quando l'uterina sanguina l'eziologia infiammatoria quotidianamente viene somministrata la mammofizina. per via intramuscolare in 1 ml e nei casi di sanguinamento grave - 2 volte al giorno per 5-6 giorni consecutivi. Rilascio di forma - fiale da 1. ml. Vedi anche le droghe ormonali.

Mammofizin (Mammophysinum) - una miscela dell'estratto del lobo posteriore dell'ipofisi (pituitrin) e l'estratto della mammella delle vacche in lattazione.

Colore liquido giallo chiaro trasparente, reazione acida.

Azione farmacologica. Causa la contrazione ritmica dell'utero.

Indicazioni. Debolezza generica primaria e secondaria Sanguinamento ipotonico postpartum e subinvoluzione dell'utero. Sanguinamento uterino associato ad annessite cronica e metrite. Fibromi uterini.

Controindicazioni. Aterosclerosi pronunciata. Miocardite. Ipertensione e nefropatia in stato di gravidanza.

Via di somministrazione Il farmaco viene iniettato nei muscoli o sotto la pelle. Durante il parto, vengono somministrati 0,3-0,4 ml ogni 30 minuti prima dell'inizio dell'effetto (fino a 6 iniezioni). In altri casi, somministrato da 1,0-1,5 ml. Quando le iniezioni di sanguinamento uterino fanno 1-2 volte al giorno fino alla cessazione del sanguinamento. Quando si trattano i fibromiomi, 1 ml viene somministrato ogni giorno per 12-15 giorni.

Rilascio di moduli Fiale da 1 ml.