Pressione sanguigna capillare venosa arteriosa sanguigna di una frequenza di misurazione della persona

Pressione sanguigna

  • Pressione del sangue in varie malattie
  • Pressione del sangue nei bambini
  • La pressione sanguigna è la pressione all'interno dei vasi sanguigni : all'interno delle arterie (pressione sanguigna), dei capillari (pressione capillare) e delle vene (pressione venosa).

    La pressione sanguigna dipende dalla forza delle contrazioni del cuore, dall'elasticità delle arterie e principalmente dalla resistenza che i vasi sanguigni periferici hanno - le arteriole e i capillari. In una certa misura, la quantità di pressione del sangue dipende dalle proprietà del sangue - la sua viscosità, che determina la resistenza interna, così come la sua quantità nel corpo.

    Durante la contrazione (sistole) del ventricolo sinistro, circa 70 ml di sangue vengono rilasciati nell'aorta; questa quantità di sangue non può passare immediatamente attraverso i capillari, e quindi l'aorta elastica è un po 'tesa, e la pressione del sangue in essa aumenta (pressione sistolica). Durante la diastole, quando la valvola aortica del cuore è chiusa, le pareti dell'aorta e le grandi navi, contraendosi sotto l'influenza della propria elasticità, spingono il sangue in eccesso in questi vasi nei capillari; la pressione diminuisce gradualmente e alla fine della diastole raggiunge il valore minimo (pressione diastolica). La differenza tra pressione sistolica e diastolica è chiamata pressione del polso.

    La pressione capillare dipende dalla pressione arteriosa nelle arteriole, dal numero di capillari attualmente attivi e dalla permeabilità delle loro pareti.

    L'entità della pressione venosa dipende dal tono dei vasi venosi e dalla pressione sanguigna nell'atrio destro. Mentre ti allontani dal cuore, la pressione sanguigna diminuisce. Ad esempio, nell'aorta, la pressione sanguigna è 140/90 mm Hg. Art. (la prima cifra indica la pressione sistolica, la seconda - diastolica), in vasi sanguigni grandi - 110/70 mm Hg. Art. Nei capillari, la pressione sanguigna diminuisce da 40 mm Hg. Art. fino a 10-15 mm Hg. Art. Nelle vene cave superiori e inferiori e nelle grandi vene del collo, la pressione può essere negativa.

    Regolazione della pressione sanguigna . La pressione sanguigna promuove il flusso sanguigno attraverso i capillari del corpo, l'attuazione dei processi metabolici tra i capillari e il fluido intercellulare e, infine, il normale flusso dei processi metabolici nei tessuti.

    La costanza della pressione sanguigna è mantenuta sul principio di autoregolazione. Secondo questo principio, qualsiasi deviazione di qualsiasi funzione vitale dalla norma è uno stimolo per il suo ritorno a un livello normale.

    Qualsiasi deviazione della pressione arteriosa nella direzione di aumento o diminuzione causa l'eccitazione di speciali barocettori situati nelle pareti dei vasi sanguigni. Particolarmente grande è il loro accumulo nell'arco aortico, nel seno carotideo, nei vasi cardiaci, nel cervello, ecc. Le eccitazioni dai recettori lungo le fibre nervose afferenti fluiscono verso il centro vasomotorio situato nel midollo e ne modificano il tono . Da qui, gli impulsi vengono inviati ai vasi sanguigni, cambiando il tono della parete vascolare e, quindi, la quantità di resistenza periferica al flusso sanguigno. Allo stesso tempo, anche l'attività del cuore cambia. A causa di questi effetti, la pressione sanguigna anomala ritorna ai livelli normali.

    Inoltre, il centro vasomotorio è influenzato da sostanze specifiche prodotte in vari organi (i cosiddetti effetti umorali). Quindi, il livello di eccitazione tonica del centro vasomotore è determinato dall'interazione di due tipi di influenze su di esso: nervoso e umorale. Alcune influenze portano ad un aumento del tono e ad un aumento della pressione sanguigna - i cosiddetti effetti pressori; altri riducono il tono del centro vasomotorio e quindi hanno un effetto depressore.

    La regolazione umorale del livello di pressione sanguigna è effettuata in vasi periferici agendo sulle pareti dei vasi sanguigni di sostanze speciali (adrenalina, norepinephrine, eccetera).

    Metodi per misurare e registrare la pressione sanguigna . Esistono metodi diretti e indiretti per misurare la pressione sanguigna. Il metodo diretto nella pratica clinica è usato per misurare la pressione venosa (vedi flebotonometria ). Nelle persone sane la pressione venosa è di 80-120 mm di acqua. Il metodo più comune di misurazione indiretta della pressione arteriosa è il metodo auscultatorio di Korotkov (vedi sfigmomanometria). Durante l'esame, il paziente è seduto o sdraiato. Il braccio è retratto al lato con la superficie di flessione verso l'alto. Il dispositivo è installato in modo tale che l'arteria, su cui viene misurata la pressione sanguigna, e il dispositivo sono a livello del cuore. Nel polsino di gomma, indossato sulla spalla del soggetto e collegato con un manometro, l'aria è forzata. Allo stesso tempo, con l'aiuto di uno stetoscopio, ascolti l'arteria al di sotto del luogo di imposizione della cuffia (di solito nella fossa cubitale). L'aria nel polsino viene iniettata fino a quando il lume dell'arteria è completamente compresso, il che corrisponde alla cessazione dell'ascolto del tono sulle arterie. Quindi, rilasciare gradualmente aria dalla cuffia e monitorare il manometro. Non appena la pressione sistolica nell'arteria supera la pressione nella cuffia, il sangue passa con forza attraverso la porzione schiacciata della nave, e si sente facilmente il rumore del sangue in movimento. Questo momento è segnato sulla scala del manometro ed è considerato l'indicatore della pressione arteriosa sistolica. Con l'ulteriore rilascio di aria dal bracciale, l'ostruzione al flusso sanguigno diventa sempre meno, il rumore gradualmente si indebolisce e infine scompare del tutto. Le letture del manometro a questo punto sono considerate l'entità della pressione diastolica.

    Normalmente, la pressione arteriosa nell'arteria brachiale di una persona di 20-40 anni equivale a una media di 120/70 mm di mercurio. Art. Con l'età, la quantità di pressione sanguigna, soprattutto sistolica, aumenta a causa di una diminuzione dell'elasticità delle pareti delle grandi arterie. Per una valutazione approssimativa dell'altezza della pressione sanguigna, a seconda dell'età, è possibile utilizzare la formula:
    ADmax. = 100 + V, dove ADmax è la pressione sistolica (in millimetri di mercurio), B è l'età degli studi in anni.

    La pressione sistolica in condizioni fisiologiche varia tra 100 e 140 mm Hg. Art., Pressione diastolica - da 60 a 90 mm Hg. Art. La pressione sistolica è da 140 a 160 mm Hg. Art. considerato pericoloso in relazione alla possibilità di sviluppare ipertensione .

    Applicare l'oscillografia (vedi) alla registrazione della pressione arteriosa.